Alvin Lee

Addio Alvin, grandissimo padre della chitarra rock! RIP 6/3/2013

Alvin Lee è stato soprannominato “la chitarra più veloce del West” nel 1969 dopo l’apparizione a Woodstock e il suo assolo in “Goin’Home”.

Leader dei Ten Years After, cantante, compositore, è stato il massimo rappresentante di un chitarrismo veloce, tecnico, irruento ma anche lirico che ha come base il r’n’r di Chuck Berry.

I Ten Years After vengono sciolti nel 1974 ma rinasceranno più volte, mentre Alvin Lee si alterna con album solisti a suo nome.

 

Album consigliati dei TYA: Undead (1968)Stonedhenge (1969), Watt (1970); A.Lee solo: RX5 (1981)

inserito da Franco Nervo

  • Anonimo

    MICIDIALE!!!

  • jimi

    FANTSTICO , uno dei piu grandi telentuosi chitarristi della storia , fa’ tutt’oggi stravergognare migliaia di sbruffoni in iperdistorsione, che se sparisse al corrente, sentirersti sbagli e cappelle a tutto spiano… gli amanti dell’heavy, mi dicono..si si..ma faceva scalette sempre quelle… POVERI BALORDI non si rendono conto, e infatti..non riescono ad imitarlo manco un pelino !!! le sue canzoni, son suonate pochissimo dalle bands odierne, perche gli assoli non permettono se non sei veramente BRAVO e ti sei fatto el ossa SENZA distorsore…
    Un grandissimo che ha sbancato tutti a woostock…pure Hendrix non arrivava a tale tecnica!!!