Janick Gers

Terzo chitarrista degli iron Maiden, Janick Gers è di gran lunga il meno carismatico.

Plettratore piuttosto sporco, seppur velocissimo, possiede una sorprendente capacità scenica, che mette in luce nei concerti della Band inglese, riempiendo una, ahimé, significativa mancanza degli altri due chitarristi, i geniali Adrian Smith e Dave Murray. Tutto sommato un buon chitarrista, se non paragonato ai due mostri che suonano con lui.

inserito da Paolo Caponetto

  • Martina

    Qualcuno vuole per piacere scrivere il nome di Janick come cristo si deve? SI CHIAMA JANICK GERS. NON GEARS O JERS. E oltre a questo, Steve Harris non avrebbe mai chiamato una persona senza talento per sostituire Adrian nel 1990. Sono stufa di sentire persone irragionevoli dire che i Maiden sono crollati dopo Seventh Son Of A Seventh Son perché non è assolutamente vero. Ascoltate tutto seriamente, prima di parlare, perché l’abbandono di Adrian e l’entrata di Smith ha cagato fuori Fear of The Dark, e per quante possiate dirgliene dietro è un album MAGNIFICO, e la sostituzione di Bruce con Blaze era inevitabile. E Blaze ha una bellissima voce. Smettetela di odiarlo perché non è Bruce. Detto questo, Janick resta un grande, grandissimo chitarrista. E voi vi state solo riempiendo la bocca di stronzate.

  • dav85

    secondo me non andrebbero fatti certi paragoni su chi è più bravo e su chi è più scarso, anche perchè si parla di stile. avere tre chitarre in una band permette di giocare sulle differenze stilistiche, sai che noia se tre chitarre suonavano alla Murray o alla Smith, non avrebbe più alcun senso avere tre chitarristi. che lo stile di Gers sia selvaggio è un dato di fatto, ma è appunto uno stile, è comunque un musicista . inoltre a livello compositivo si è rivelato una vera sopresa . opinione assolutamente personale, ha portato una nuova ventata nelle composizioni rispetto a Harris o alla coppia classica Harris/smith, DANCE OF DEATH ne è la dimostrazione, a mio avviso un sublime brano prog di matrice barocca . Gers può far storcere il naso ai cultori dello stile limpido, ma non lo considererei un pessimo chitarrista.