Jeff Loomis

Jeff Loomis, ovvero colui il quale ha spostato parecchio in alto l’asticella dello shred, in particolare sul registro metal e neoclassico.

Americano del Wisconsin, nato nel 1971 è coetaneo di Guthrie Govan e, proprio insieme a Govan, è uno degli alfieri del new Shred targato anni 2000.

Ex cuoco professionista passato alla chitarra, di cui predilige la versione a 7 corde, accordata Bb Eb Ab Db Gb Bb Eb

Autodidatta dall’età di 16 anni, Jeff entra prima nei Sanctuary, poi i Nevermore, che lascia nel 2011. Due album solisti all’attivo, Zero Order Phase e Plains of Oblivion

Jeff suona su registro neoclassico con grande padronanza dell’alternate e dello sweep picking, legato e tapping, come nella tradizione, ma esasperati ad un livello forse mai visto

Suona con diverse chitarre a sette corde, tra cui Schecter Hellraiser e Blackjack C-7. Usa principalmente la signature Schecter ‘Jeff Loomis model’. Ampli Engl

Influenze: Yngwie Malmsteen (vabbè lui è il padre di tutti gli shredder), Tony MacAlpine, Jason Becker, Marty Friedman