Jimi Hendrix

 

Su Jimi Hendrix ogni frase risulta inevitabilmente scontata, perchè da lui è nato tutto. Jimi Hendrix ha inventato la chitarra elettrica rock moderna e tuttora rimane genio insuperato.
Da ascoltare sempre, anche tra qualche secolo. Su tutto a me ha colpito l’inizio del concerto di Monterey del 68. Jimi era infuriato perchè avevano fatto suonare gli Who (del grande Pete Townshend) prima di lui, e avevano fatto faville. Così decise di fare ancora di più..l’uscita sul palco aveva un’energia pazzesca…ed erano solo in tre, anzi, era Jimi da solo..

–  MONOGRAFIA completa e dettagliata

JIMI’s TONE  (inserito da Stefano – 12/05/2007)

 

Fender Stratocaster (negli anni ’67-’68 diverse con manico in palissandro, fra le quali le prime con palettone, raramente qualche modello anni ’50) – dal ’69 diverse con manico in acero e palettone) Gibson Flying V (visibile nel filmato dell’Isola di Wight) Gibson Les Paul Custom nera (raramente) Gibson SG color crema (a tre pick ups – si veda il famoso live a Stoccolma

Marshall SLP 59 100watt (uno, due, tre o quattro a seconda dei casi – in genere un paio) con relativi cabinets 4×12. Alcune versioni anche particolari. Negli ultimi periodi erano inseriti anche Leslie come speakers per altre testate Marshall. Più raramente, nei primi periodi, anche Fender, Sound City e altre marche…
 Dallas Arbiter Fuzz Face, con modifiche fatte da Roger Mayer. Dal ’67 in poi la distorisione di Hendrix è soprattutto l’Axis, un fuzz speciale creato per lui da Mayer. Uni-Vibe Octavia Vox Wha-wha
 Wha-wha Fuzz Modulatori (uni-vibe e octavia)
 Impossibile svelare tutti gli arcani del bluesman di Seattle!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Anonimo

    [i][b]Ahahah,che bello Guitarlist nuovo!Complimenti a voi!Un saluto a tutti![/b][/i]Ciao;)

  • Anonimo

    E’ proprio questo il fatto Fausto… lo sweep non è solo alzare le dita dalla tastiera al momento giusto, ma è il fatto della pennata (verso-senso) che la caratterizza… da come dici tu Hendrix usa “semplicemente” una pennata mista… ma la pennata mista la usano anche Malmsteen, Gilbert, Marcello ecc…

  • Anonimo

    Su Malmsteen: è il suo modo di suonare… non si può pretendere, come detto milioni di volte, che lui suoni come Hendrix, per esempio… Malmsteen cambia pick-up anche solo per una nota, cosa che le altre “copie” non riescono a fare perchè sono intenti a stare attenti a quello che fanno… Malmsteen almeno nel suonare è più naturale e se ne sbatte… e nonostante ciò riesce anche ad essere pulito, mentre gli altri per la troppa attenzione alla pulizia, perdono spessisimo di grinta nel suonare e tutto sembra diventare un solo sfoggio della tecnica. Ecco perchè Malmsteen lo posso ascoltare all’infinito… perchè plasma la tecnica.

  • Anonimo

    si tratta del primo arpeggio al secondo 46…io non trovo determinante la storia della velocità,lo sweep lento perde di continuità se uno non lo sa eseguire,peraltro la variazione rispetto alla continuità può starci se uno vuole donare modulazione continua:-* …poi il palm non è vietato nell’esecuzione di uno sweep…ciò di cui non si può fare ovviamente a meno è il verso della plettrata ad unico senso, il giusto tempismo delle dita che staccano,la coordinazione fra le due mani… in questo caso la plettrata non può che avere un solo senso,semplicemente perchè è inutilmente difficile giocare su un arpeggio con altro approccio tecnico,le dita si aggrovigliano davvero,è un’inutile complicazione:'( e personalmente aseguo plettrata alternata e mista…a proposito,ma io in questi commenti non ho lasciato intendere che quel passaggio è fatto con plettrata mista. salutoni

  • Anonimo

    Fausto, ho fatto vedere il video anche al mio amico… avevo capito, togliendo qualche termine che non conoscevo (triadi), subito cosa Hendrix fa in quel pezzo… ed è quello che ho scritto prima…

  • Anonimo

    per me non è una questione di suonare come(come hendrix o come chicchesia)…wes montgomery non suonava come hendrix,eppure modulava ed esprimeva l’uomo fra le note. per me cambiare pick up per una sola nota mi sa di formula,così come accellerare una scala fine a se stessa,cambiare registro è cosa che tutti sanno fare,ma cambiare registro senza soluzione di continuità lo sanno fare in pochi…preferisco chi rischia anche steccando( qualche volta)riuscendo subito a riprendersi,ho più ammirazione perchè ci trovo più coraggio. poi ti prego,dai,non parliamo di come canta malmsteen,evitiamo. riguardo al rumore,ti capisco,per te non è un problema ma per me lo è mel,ogniuno ha la sua sensibilità,non prendertela ma devi rispettare la mia idea su malmsteen,per me lui è uno sbaglio musicale…a proposito invece di rumore, basta sentire un violinista come accardo,o un violoncellista come sollima per vedere passare del tutto in secondo piano lo stridio delle corde…ora dopo tanto posto un assolo strepitoso di hendrix http://it.youtube.com/watch?v=ZZYoT6l7rrw ps:scusami mel,tu mi scrivi che malm.ti fa sentire ad ogni ascolto cose diverse,mi piacerebbe che mi dicessi cosa

  • Anonimo

    Scusate, mi spiego meglio solo su una cosa: Nel caso di Hendrix, lui plettra tutte le note, ossia plettra una nota “alza” il plettro, plettra l’altra e così via… invece nello sweep il plettro tocca la prima, ma poi non viene più alzato, ma fatto “semplicemente” scorrere in su o in giù secondo il bisogno… e questa è un’altro punto che caratterizza lo Sweep, che appunto non c’è nel caso di Hendrix. Poi la plettrata non sembra tutta verso solo senso, ma piuttosto (ci provo ehehehe) può essere: giù-giù-giù su-giù-giù su-giù-giù su-giùùù, ossia al cambio di terzina cambia la plettrata…

  • Anonimo

    a proposito dell’andare oltre le note…certo,son daccordo,quello è il significato…ma io penso che malmsteen lasci intendere ciò che vuol dire,non l’ho mai messo in dubbio questo:);)

  • Anonimo

    Si, scusa Fausto, avevo interpretato male l’impostazione di una frase… non avevo capito quello che volevi dire… ma cmq come ho detto nell’altro commento, la plettrata può anche cambiare tranquillamente… e da com’è l’arpeggio secondo me cambia al cambio delle terzine, anche perchè non è per nulla antieconomico un cambio di questo tipo… alla fine dipende da cosa si vuole fare mentre si sta suonando… se vuoi prova a farlo come ho spiegato io… magari provate tutti voi che suonate la chitarra 😉

  • Anonimo

    Anzi, ascoltandola meglio, visto che prima ho scritto solo sul ricordo (infatti l’ho solfeggiata troppo lunga ahahahahahaha): “giù,g-giù,giù-sù sù,s-sù,giù-sù” provate così 😀

  • Anonimo

    ma infatti io mi riferivo alla prima terzina,non al resto. non credo proprio che hendrix stacchi il plettro,per quanto mi riguarda eseguirlo in tal modo è del tutto inutile..che motivo c’è di alzare il plettro,sarebbe un’aggiunta superflua…fra l’altro quando hendrix fa i normali arpeggi con corde contigue non solleva il plettro,se non quando deve fare salti di corda(negli arpeggi ne fa spesso),allora si,oppure quando vuole imprimere certi timbri a certe note,allora arriva addirittura a plettrare singole note addirittura come se facesse accordi a polso aperto…ma in questo caso per tirare fuori quel timbro univoco in tutte e tre le note è un’inutile movimento staccare il plettro..è molto,ma molto difficile rintracciare una univocità tecnica in hendrix,era troppo sperimentatore e troppo dedito alla modulazione per fermarsi a un solo approccio…ma sopratutto,aveva troppa intelligenza strumentale 😉

  • Anonimo

    Fausto, quello che sto dicendo è che ognuno ha la sua modulazione… questo intendevo per “non suonare come”… il cambio del pick-up per una nota non sa di formula perchè non è sempre nello stesso modo, e soprattutto il cambio di pick-up lo fa come nessun altro riesce a fare; lo stesso l’accelerazine ma soprattutto, Malmsteen non fa scale fine a se stesse, e non sono le solite scale… Gianni ne parlava ultimamente. Per quello più volte ti avevo consigliato di provare a suonare Malmsteen così da accergertene. 😉

  • Anonimo

    mi fraintendi mel…ti rispondo molto semplicemente…il problema del cambio di pick up in malmsteen da me definito formula..pechè la definisco formula? perchè vedi,non è questione di “sentire per forza il diverso” come mi attribuisci tu…il problema invece è altro: quello che malmsteen fa lo fa bene,non possiamo metterelo in dubbio,ma il fatto è che io dico che non modula quel cambio…tempo fa tu hai ammesso che malmsteen cambia registro di botto…bene,è questa la differenza con hendrix..vedi,pure hendrix cambia registro di botto,ma non si limita solo a questo:o sai non è cosa da poco come differenza,se hai sentito l’assolo del link che ho postato precedentemente ti renderai ben conto di questo e di come le minuzie lì sono alla frazione di secondo! questa non è cosa da poco anche perchè in tal modo malmsteen ha per me frainteso la musica classica… poi un difetto che riscontro in malmsten,come ho già detto una volta,è la prevedibilità…nè vedo questa gran varietà di scale,e ho un bel pò di spartiti;D…peraltro tu che ne sai del mio orecchio:) ? chissà che non sia tu a non accorgerti che gilbert per es. quando vuole cambia in modo malmestiniano! peraltro,come tu sai, io vedo questo difetto in tutti i guitarhero odierni… poi è bene specificare che io quando sento hendrix non è penso alla modulazione come fatto tecnico..semmai hendrix mi fa pensare alla modulazione come un fatto della vita…ad ogni modo siamo sempre lì,io personalmente potrei dirti tante cose che hendrix mi fa sentire ad ogni ascolto…quando magari lo vuoi fare tu con malmsteen ne possiamo riparlare…e non è vedi questione di farne una costante..perchè vedi,in tal senso di costante non c’è nulla;)…scusami non ho guardato la mail perchè sono stato mooolto incasinato,appena respiro un attimo ti rispondo. ps: gli insulti che ho fatto a malmsteen li ho fatti a suo tempo per i miei buoni motivi,ma del resto anche tu hai insultato me(ed hendrix)e potrei dire che lo hai fatto per primo..ma tu mi diresti che non è così…dunque come vedi è inutile(vicolo cieco)rivangare il passato,meglio ripartire più cresciuti che aggrapparsi a ciò che è stato:)…risaluti

  • Anonimo

    Che velocità Fausto, poi mi spieghi come fai a scrivere i commenti e a fare in modo che escano assieme al mio, con le risposte al mio ehehehehehe 😉 (visto che non è la prima volta) 😀

  • Anonimo

    Se ti riferisci alla droga, allora… fammi fare un lavoretto e ti farò leggere una cosa…

  • Anonimo

    Nella fretta di scrivere, ho impostato male una frase… la riscrivo quì cmq: ti dico anche perchè secondo me stacca il plettro: è proprio dal suono che ne esce che l’ho capito… perchè la plettrata si sente che non è continua proprio dalla dinamica del suono che –>NONMA

  • Anonimo

    Sai qual è anche la differenza tra Gilbert è Malmsteen?… me l’ha fatta notare Gianni… Gilbert utilizza scale in modo canonico…ossia dall’altro verso il basso e viceversa… Malmsteen invece le suona trasversalmente!!!

  • Anonimo

    Lo sapevo, colpa dell’HTML, scusate… repetita juvant!!!: Nella fretta di scrivere, ho impostato male una frase… la riscrivo quì cmq: “ti dico anche perchè secondo me stacca il plettro: è proprio dal suono che ne esce che l’ho capito… perchè la plettrata si sente che non è continua proprio dalla dinamica del suono che NON è fatta di polso MA piuttosto di dita perchè come passaggio è veloce e la plettrata “economica” non renderebbe, sarebbe più “moscia”, ed invece è il contrario… il suono di ogni singola nota è molto accentuato (come quando si pizzica una corda con il finger ad esempio)… è del tutto anti-economico piegare il plettro a mo’ di sweep, anche perchè si dovrebbe cambiare la posizione della mano che intanto sta facendo il palm mute, ed il è troppo simile in tutte le plettrate per essere fatto con il plettro “piegato”.”

  • Anonimo

    prova del mio accrescimento;D;D;D ti prego,così non riesco nemmeno a scrivere;D;D. dov’è il passato melaz? nella testa di chi scrive(in questo caso)..a meno che vuoi prendere tutti i commenti che abbiamo messo su guitarlist e imbastire una causa:) nel tal caso fammi sapere8)…hai cominciato tu! no hai cominciato tu! ahahah su mel non porta a nulla questo come vedi…e come vedi io non sto(qui e ora) insultando malmsteen…ti dico solo che il suo fare musica ristretto principalmente al cambiare improvvisamente velocità lo trovo moooolto limitato..e non ho bisogno di cimentarmi con uno spartito,mi basta l’ascolto;) e sinceramente mel è una vita che ascolto musica,magari l’orecchio me lo sarò anche fatto..a meno che ritieni di essere nel mio orecchio 😮 fra l’altro sarà il caso che ti dica che io non amo gli ottocenteschi virtuosoni come paganini…amo molto di più bach(hendrix sta a ach come malm.sta a paganini)…chissà perchè malmsteen cita bach? capisco paganini per questa faccenda del cambio ma bach!:D un’altra cosa risulta devvero misteriosa per me,che tu mi dica che io non ho parlato di ciò che hendrix mi dona negli ascolti..su mel,sai che non è vero…allora facciamo una cosa,scriviamo contemporaneamente su guitarlist quello che l’ascolto(nel mio caso di hendrix nel tuo di malm)ci dà..se sei accordo fammi sapere il giorno in cui possiamo farlo..sai per evitare plagi e cause di plagio ahahahah8)

  • Anonimo

    dimenticavo,la voce di hendrix al tempo passò in secondo piano per l’estremo impatto chitarristico,e lui paraltro si sentiva uno pseudocantante..ma col tempo la sua opinione cambiò e la sua voce è stata apprezzata..solo adesso ci si rende conto di quanto sia tosto cantare certe cose di jimi,c’è dentro tanto blues e soul ,e scusa se è poco..cantare facendo tutte quele cose lla chitarra:o ma cielo la voce di malmsteen! è lo sguaio in persona..si son daccordo con te “prova” a cantare,apprezzabile per il suo coraggio..ce ne vuole

  • Anonimo

    http://it.youtube.com/watch?v=lOrpuw1J9Og e se questa non è voce..calda,ricca,etc..:-*

  • Anonimo

    Sai Fausto devo dirti una cosa… perchè è importante chiarire questo fatto, secondo me…

  • Anonimo

    facciamo una cosa..spero ti faccia piacere sapere che per le vacanze natale-capodanno registrerò(non in sala si intende,diciamo in una sala attrezzata in casa-campagna)chitarra sola…e in tutto questo ti spedirò anche un arpeggio in sweep per farti vedere che lo sweep può venir fuori tutt’altro che moscio…io lo faccio anche senza palm muting…ovviamente io non utilizzo lo sweep per andare veloce(li si che mi pare che il suono si appiattisca alquanto)ma per le opportunità di tocco che offre al mio approccio personalissimo allo strumento;)…a proposito dimenticavo il rumore in accardo..vedi in accardo è al limite questione di qualche momento..ma il momento è transitorio,non fa testo…malmsteen invece fa scale su scale rumoreggiando col plettro…e alla fine mi viene di dire baaastaaaaaa:D ora chiudi gli occhi e senti :

  • Anonimo

    Mi spiace Fausto, ma con te non parlerò più di musica fino a quando non darai a me e a tutti quelli che scrivono su questo sito, una spiegazione credibile per quello che ti ho chiesto… quindi non sprecare tempo con questi commenti…

  • Anonimo

    mel,scusa…ma porc….io a stento so accendere il pc.e tu mi vieni a chiedere dettagli sui quali non saprei darti il minimo ragguaglio…meeeeellll ma per chi diavolo mi hai preso>:( pensi forse che sono un infiltrato o uno appartenente alla loggia massonica di guitarlist???mi spieghi come faccio a fare quello che dici tu se è impossibile? cos’è ti leggo nel pensiero e in tempo reale ti rispondo?!? ma che c….o! mel,chiedi alla redazione qualche ragguaglio…sto sito, visto che è rinnovato, magari funzionerà in maniera diversa!che ne so io che già per capire dove scrivere i commenti ci ho messo un’ora!!! io ho l’intelligenza informatica di un ragazzino scuola elementare di oggi,ho 35 anni mel che diamine e amo la materia( pittorica analogica) infinitamente più del digitale…e comunque grazie per la fiducia mel…un bell’attestato di stima non c’è che dire:'(

  • Anonimo

    Senti Fausto, non prendiamoci in giro ancora, per piacere… te l’ho scritto di scrivere il mio commento lungo… hai risposto a tutto meno che a quello… perchè?

  • Anonimo

    senti mellino (ora te lo meriti proprio) alla redazione significa scrivere allo spazio che nel sito è fatto apposta per ricevere lamentele,non nei commenti come hai fatto tu. secondo: non ho idea di che c….o sia il refresh…terzo la mail a gianni io l’ho mandata,ma non è una risposta è una mail in tutto relax nella quale con tranquillità ho postato due link…quarto: sapere come si regola uno schermo non significa sapere di ogni scorreggino digitale.quinto: se ci credi bene se non bene lo stesso…ti risponderà la redazione e ti renderai conto di quanto sei puerile…buonanotte e buona riflessione

  • Anonimo

    già mi pare proprio che sei impazzito visto che scrivi alla redaziione nello spazio non deputato…e poi mi accusi anche di avere plagiato ciò che mi ha scritto gianni per mail + misteri telepatici o da haker superclass…tutto questo = hai bisogno di farti controllare mel , hai qualcosa che non va,dico sul serio..e peraltro stai mettendo a dura prova la mia pazienza

  • Anonimo

    Per sta volta, voglio essere buono e passarti anche questa… quindi ti risponderò anche agli altri tuoi commenti, mentre aspettiamo…

  • Anonimo

    Su Malmsteen, tempo fa ho detto, certamente, che lui cambia registro di botto… ma il fatto è che non è sempre così… spesso cambia anche in altri “modi”… al posto di cambiare i pick-up in mezzo ad una scala, passa da una parte all’altra del manico (quindi si sposta nel manico non convenzionalmente, con passaggi fuori dalla scala)… per fare le scale, va a ricercarsi le note fuori dalle scale convenzionali stesse (come accade quando suona con tre corde in meno lui, e lo stesso l’ho visto fare con i miei occhi al mio amico proprio mentre suonava un pezzo di Malmsteen in sala prove). E’ proprio quella la differenza tra uno che studia e un autodidatta: è la ricerca nel manico oltre i concetti di scala o qualsiasi altra cosa… ecco perchè Malmsteen suona trasversalmente e Gilbert segue gli “esercizi di riscaldamento”… non è proprio un fatto di pura tecnica come mi attribuisci… ma anzi proprio il contrario…

  • Anonimo

    Voce di Hendrix: differenze? Hendrix cantava tutti i suoi pezzi e come dicevi tu si sentiva uno pseudocantante… Malmsteen canta solo i pezzi che lui sente più vicini a se tanto da decidere di mettersi in gioco anche per quanto riguarda il canto, nel quale è consapevole di non essere una cima, visto anche i cantanti che nella carriera si è scelto… I cantanti sono quelli che riescono a cantare un po’ di tutto… Hendrix canta sempre alla stessa maniera, perchè quella è la sua voce… per quello forse che si riteneva uno pseudocantante…

  • Redazione

    Ciao a tutti, sia sul vecchio sia sul nuovo sito i commenti sono approvati e pubblicati. Può essere che due commenti vengano approvati con intervalli di tempo molto brevi, soprattutto per utenti molto assidui idi cui ci fidiamo e di cui spesso pubblichiamo prima di leggere a fondo il post. Del resto per gli utenti registrati sul nuovo sito vorremmo saltare la moderazione e intervenire sole ex-post.

  • Anonimo

    Mi sa che quello che deve farsi controllare sei tu Fausto, visto che la Redazione mi ha risposto cmq… perchè è la stessa Redazione che approva i commenti,,, quindi il commento lo puoi scrivere da qualsiasi parte…

  • Redazione

    tanto per essere chiari, la Redazione e Fausto sono due entità distinte. Non conosciamo in alcun modo Fausto (così come gli altri utenti del sito) se non per i commenti insertiti sul sito. Il fatto che ci siano voluti tre mesi per pubblicare il nuovo sito non c’entra nulla con la presenza su questo sito di Fausto, che poteva benissimo lasciare commenti e contenuti anche sul sito vecchio. Dal punto di vista della gestione dei commenti infatti nulla è cambiato dalla vecchia alla nuova piattaforma.

  • Anonimo

    potrei risponderti come al solito su tutto ma vedi,giunge a me la conferma di quello che ti ho scritto tanto tempo fa per mail e cioè che non sei degno di risposta : continui imperterrito malgrado la risposta della redazione,e allora è giusto precisare( non per te ma per gli altri) che io non sono apparso sul sito il giorno dell’aggiornamento ma come ti confermerà la redazione sono stato presente sempre nella sezione del profilo hendrix fino anche a un paio di giorni prima del nuovo sito. giusto per mel…vedi a che ti porta il tuo infallibile ISTINTO ? bella figura davvero complimenti..a mai più sentirci

  • Anonimo

    e l’unico motivo per qui sono riapparso anche nei commenti è stato proprio perchè ero contento dei ringraziamenti della redazione riguardo alla monografia su hendrix.

  • Anonimo

    Prima cosa la Redazione non ha affatto detto che tu eri presente qualche giorno prima del passaggio al nuovo sito, ma ha detto che avresti potuto scrivere: “Il fatto che ci siano voluti tre mesi per pubblicare il nuovo sito non c’entra nulla con la presenza su questo sito di Fausto, che poteva benissimo lasciare commenti e contenuti anche sul sito vecchio.”

  • Anonimo

    P.S.: Niente è chiarito poi… e la figura non me la sono fatta per niente… perchè quello che ho detto è vero… e poi ti pare che se tu fossi della Redazione loro ammetterebbero?

  • Anonimo

    Magari dicci chi eri prima della pubblicazione (tra il 22-23-24 novembre) del nuovo sito nel profilo di Hendrix, visto che gli unici Guitarlister che hanno scritto sono:

  • Redazione

    Cari Fausto e Melaz, volevo precisare per l’ultima volta che non vi conosciamo e che in questi mesi ci siamo solamente limitati a moderare vostri commenti e a pubblicare gli aggiornamenti ai profili. Detto questo non pubblicheremo più commenti su questo tema.

  • Anonimo

    Grazie Redazione, discorso concluso per quanto mi riguarda

  • Anonimo

    grazie redazione,discorso chiuso anche per me…solo volevo dire a melaz di controllare meglio lui : io infatti da un certo perdiodo in poi non ho lasciato commenti nel precedente sito ma solo aggiornamenti nel profilo hendrix,dei quali appunto mi ringraziava la redazione(come melaz ha osservato)..melaz sai leggere l’italiano? sai perchè l’ho già specificato. e un’altra cosa,io ho parlato dei grazie della redazione nei miei confronti,non dei miei verso la redazione..i miei verso la redazione,per quanto mi riguarda li ho sempre fatti già con l’enorme arricchimento del profilo hendrix. buonanotte mel,sei proprio un ancora ragazzino

  • gianni

    Mi intrometto..ma non voglio polemizzare, si è creata una situazione imbarazzante anche per me, che sinceramente..mi ha spiazzato..credo nell’onestà di fausto e della redazione, e credo che Melaz sia stato ingannato dalla tempestività attuale della redazione nel pubblicare i commenti..può succedere anche perché tutti eravamo abituati ad un passaggio lento, a fausto voglio solo dire di continuare a scrivere senza problemi..nessuno ha niente di personale con lui, oltretutto ha dato un notevole apporto allo sviluppo della monografia di Hendrix..a Melaz vorrei dare solo un consiglio e conoscendolo sono sicuro che capirà : divertiti suona scrivi e pensa solo alla musica quando sei in guitarlist..e se fausto sarà d’accordo chiaritevi via mai..siete due bravi ragazzi non credo ci saranno problemi..e adesso voltiamo pagina e parliamo di HENDRIX!!

  • Melaz

    Grazie Gianni per il commento… su questo non ti devi preoccupare, lo sai: Music is Music!!! ehehehehehe E la cosa sta iniziando a girare seriamente!

  • Melaz

    Ah, si? Facci vedere dove lo hai specificato allora…

  • Anonimo

    Buongiornoooo!!!!!!!!!!

  • Melaz

    Ma la sapete quella di Hendrix e del circo?:D

  • Gabriele

    raccontala melaz, che non la conosco

  • Melaz

    E’ il primo aneddotto raccontato nel libro “La Stanza Degli Specchi”… praticamente scambiano lui e mitchell per due pagliacci del circo perchè erano vestiti in modo sfarzoso e colorato… entrano in un Pub in Inghilterra, ordinano da bere, ma il barista dice che a persone come loro non serve. I due ci rimangono male… poi Hendrix dopo un po’ sbotta e chiede al barista se non li serve perchè lui è nero… allora gli dice di andare a vedere il cartello fuori dal pub… Mitchell va a vedere e praticamente si trova una locandina del circo e sotto un cartello con scritto: “NON SI SERVE AI PAGLIACCI DEL CIRCO”. ahahahahahahahaha

  • Anonimo

    ahahah..garnde melaz!! ma per ravvivare un po..dico..il migliore è: EDDIE VAN HALEN…intendo nel contesto del tuo commento.

  • Melaz

    Gio’, a che ti riferisci? Ai pagliacci? ehehehehehe

  • Anonimo

    ahahahaha questa me l’ero persa! :)Mi ricordi molto Grace Slick Con questa storia Melaz.. Favolosa voce degli Airplane

  • Anonimo

    vabeh..dai mela..intendevo l’abbigliamento aahah…eddie non è un paglaccio..magari non gli offrirebbero da bere..ma è un grandissimo

  • Melaz

    Bè dai, in quegli anni, l’abbigliamento era quello… molto sgargiante, colorato, “largo”… ahahahahaha

  • Anonimo

    Gianni ahahah…”magari non gli offrirebbero da bere” ahahah :silly: .Non sapevo questa storia del pub e di Jimi Hendrix scambiato per un clown.Moolto singolare come vicenda :kiss: .

  • Anonimo

    http://www.neesk.com/forum/didattica-sulla-chitarra-f5/accompagnamento-ritmica-jimi-hendrix-t6790.html :woohoo: discreta lezioncina su alcuni aspetti della ritmica di jimi hendrix

  • Anonimo

    Grande Jimy!

  • Anonimo
  • Anonimo

    vorrei chiedervi di visitare questo blog su cui commentare. grazie!

  • Anonimo

    Io so solo una cosa, che quando sento le sue note sento la voce del suono, è una musica che ha luce e ogni cosa che fa è davvero imprevedibile. Cose fatte sul finire degli anni 60, e scintillano come senza età, senza invecchiare mai. MIRACOLOOOOO