Mark Tremonti

 

Mark Tremonti è stato il chitarrista e l’anima compositiva dei Creed, con cui ha venduto milioni di copie prima del loro scioglimento nel 2004.

Attualmente è impegnato nel progetto Alter Bridge (un album all’attivo, datato 2005), che coinvolge i tre rimanenti Creed tranne il cantante Scott Stapp.

Nonostante non faccia sfoggio di una grande tecnica nelle sue partiture strumentali (sono però in molti a sostenere che ne sarebbe capace), è forse il chitarrista di punta delle band del cosiddetto “post-grunge” (Staind, Puddle Of Mudd, 3 Doors Down etc.) e del nu metal in generale.

Mark è endorser Paul Reed Smith (PRS), e il suo Mark tremonti Model è tuttora in produzione e in commercio (assomiglia ad una Les Paul pur essendo PRS)...mArco

Nato a Detroit il 18 Aprile 1974, si trasferisce in una zona più tranquilla, esattamente a Gross Point, nel Michigan, e in seguito a Wilmette, Illinois. A 11 anni Mark subisce l’influenza dei sue due fratelli Daniel e Michael, in particolare quest’ultimo fa ascoltare a Mark bands come i Kiss e i Metallica. 

Ispirato da questa musica, nel 1985 compra la sua prima chitarra elettrica, una T.A.R.A (simile a una les paul, pagata allora 25$). Segue per 2 settimane un corso ma poi si da all’autodidattica, suonando i suoi pezzi preferiti, tra cui Master Of Puppets dei Metallica. Durante l’adolescenza Mark deve sopportare non poche difficoltà, ma proprio in questo periodo incontra Scott Stapp, con cui forma una band, i Wit’s End. Dopo le superiori, Mark frequenta per un anno l’università di Clemson prima di tornare in Florida, dove si ritrova con Scott Stapp, con il quale fonda una band, i Creed, che hanno successo nel 1997 con una canzone, “My Own Prison”.

Da qui inizia una serie di eventi che porta a vendere fino al 2002 ben 80 milioni di cpoie dei 3 album realizzati in questo lasso di tempo (My Own Prison, Human Clay, Weathered). La band si scioglie nel 2002, ma Mark continua la sua carriera di chitarrista e fonda gli Alter Bridge con il bassista e il batterista degli ormai ex-Creed. A questi si unisce il cantante Myles Kennedy. Gli Alter Bridge hanno pubblicato nel 2004 il loro primo lavoro, “One Day Remains”, che ha fatto non poco successo negli States.…djhaker

Di recente gli Alter Bridge hanno rilasciato il loro ultimo lavoro, Blackbird, prodotto con la collaborazione della Universal Republic, nuova label della band; l’album conferma quanto di buono Mark Tremonti abbia fatto nel primo disco One Day Remains: gli assoli sono decisamente più martellanti e le melodie entrano subito in testa come un ossessione: semplicemente da manuale la title track in cui probabilmente Mark dà sfodero del miglior assolo di tutta la sua carriera: veloce nei punti giusti, molto melodico (la chitarra sembra quasi piangere) e con un mix di tecniche in legato e fingerpicking da far venire la pelle d’oca.

In questo lavoro Mark si fa accompagnare (in modo decisamente buono) dal vocalist Myles Kennedy, che oltre ad avere fantastiche capacità vocali, nelle vesti di chitarrista non è da meno (suo il primo dei 2 assoli della title track).

E’ previsto per gennaio/febbraio l’uscita di una lezione di Mark sulle tecniche solistiche in collaborazione, per la seconda volta, con il GuitarOneMagazine…Dome

  • Mafio92

    ragazzi non c’è Bill Peck nelle recensioni….è molto bravo! 😀

  • Mafio92

    ragazzi non c’è Bill Peck tra i chitarristi….