Marty Friedman

Mi chiedo come si possa dimenticare un grande come lui che ha suonato nei Cacophony insieme a Jason Becker..un grande stile e un modo stranissimo di tenere in mano il plettro che lo contraddistinguono.

  • Anonimo

    proprio un grande, le sue scale arabeggianti mi fanno completamente impazzire, entra nel mio olimpo dei migliori subito dopo aver sentito holy wars….

  • Anonimo

    Friedman ha compreso la chitarra in un modo assolutamente unico, tuttora cerco di capire cosa pensa quando suona e non trovo pattern significativi, anche se lui stesso ne pone alcuni ad esempio..

  • manfred v.r.

    … peccato che la solista di holy wars è tutta di Mustaine… infatti, nonostante sia indiscutibilmente bello, si sente che ha molti stereotipi classici del metal… Friedman è molto più “personale” ed originale nello stile ( Dave lo è più nel “Riff”,secondo a pochi nel campo a mio parere).
    Comunque è solo una precisazione, perchè Marty è uno dei più grandi in assoluto per tecnica,stile,gusto ecc…
    In quell’album (Rust in Piece) l’assolo più bello è senza dubbio
    Tornado of Souls … forse il più bello dell’era Megadeth.