Ritchie Blackmore

Quando si parla di Ritchie Blacmore, ?proprio il caso di togliersi il cappello. Il primo chitarrista in grado di volgere la propria tecnica (esorbitante x quei tempi) al servizio di una travolgente passione chitarristica. La sua carriera comincia nei mitici Deep Purple, dei quali ?leader. Dopo alcuni cambi di formazione, la band giunge finalmente alla stabilit?e comincia un periodo d’oro. La Band ?affiatatissima e crea un successo dopo l’ altro. Impossibile non conoscere il riff di “Smoke on the Water”!!!!!! I duelli a colpi di note tra la Voce di Ian Gillan e la chitarra di Blackmore o tra Blacmore e il tastierista John Lord, infiammano la folla in giro x il mondo. Poi x? la magia si rompe e Ritchie abbandona il gruppo x fondare i Rainbow. Qui, Blackmore raggiunge la maturit?tecnica e mentale e crea dei veri e propri capolavori della musica moderna, come ad esrempio “Gates of Babylon” o “Kill the King”. Blackmore ha cambiato x sempre il modo di suonare, passando dallo stile espressivo ma rocambolesco, tipico di Hendrix e dei suoi successori, ad uno stile + tecnico anke se altrettanto espressivo.

  • Anonimo

    Ciao a tutti. su ritchie mi limito a dire che è un grandissimo musicista, altre parole non servono. Però mi permetto di commentare queste piccole discussioni sugli zepp purple ecc, ricordatevi che erano gli anni 70, era un altro mondo. Tutti questi grandissimi a neanche 20 anni di età, oltre a saper suonare in maniera suprema i loro strumenti, sapevano scrivere canzoni colorate delle emozioni che loro volevano esprimere, l’approcio alla musica era un’altra cosa…i riff di chitarra volevano ricreare delle atmosfere ecc. Poco importa se fosse blackmore page beck o gilmour, erano tutti su una stessa barca nella musica, tutti diversi ma tutti IMPORTANTI musicalmente. Ciao

  • Anonimo

    HEI gente dico a tutti voi e a tutti i chitarristi di questo mondo di cui faccio parte,

  • Anonimo

    nn sn un fan dei deep…cmq è stato un innovatore …anche se c’erano già d migliori

  • Anonimo

    è da anni ke cerco di capire cosa passasse nella testa di ritchie…la tecnica non è poi così compessa secondo me…vedi malmsteen…ma il suo tiro,il gusto è fantastico…ho letto diverse cose che lo riguardano…ma chi vuole suonare rock deve passare da lui

  • sebastiano

    iniziai a suonare 24 anni orsono con il fine ultimo di fare highway star. Non mi importava come ma dovevo farlo e lo feci. Lui per me non è il migliore perchè significherebbe paragonare capre e cavoli.. Come c’è stato tra beatles e stones allo stesso modo c’è stato un confronto Blackmooore Page e io non ho mai avuto dubbi. Capisco che i led siano piaciuti a molta più gente ma personalmente so pure che blackmore pur senza tecniche da Michael Romeo o Steve Vai è un pazzo improvvisatore che qualsiasi cosa suona diventa un pezzo di bibbia. Lui non è in cima alla lista .. Lui è il titolo e chiunque suoni metal o hard rock lo dovrebbe onorare come Maestro e socio fondatore.
    Se jimy hendrix lo avesse conosciuto in on stage mi sa che si sarebbe inchinato pure lui con tarot woman o rising o stargazer.

  • sebastiano

    Se jimy hendrix lo avesse conosciuto in on stage mi sa che si sarebbe inchinato pure lui con stargazer.
    Blackmoore secondo me ha reso Made in Japan il più bel disco della storia. è successo un miracolo. Ne adoro perfino le imprecisioni.

    Long live rock’n roll a tutti.
    Sebastiano