Nili Brosh

Dopo il nostro approfondimento “Guitar Ladies: the women side of the Guitar” abbiamo il piacere di ospitare su questo sito la giovane e molto promettente chitarrista americana Nili Brosh. Leggete di seguito per conoscere meglio Nili, il suo percorso musicale e chitarristico. Ma prima di tutto sentiamo (e vediamo) il suo saluto al nostro sito

INTERVISTA A:

Nili Brosh
21/04/2009 16.32.50 (english version)

1.  Ciao Nili Prima di tutto ti faccio I miei complimenti per il tuo profilo studentesco sul sito della Berklee. Quest’ intervista e un passo importante nella tua carriera professionale e muisicale, non e’ cosi?  Raccontaci della tua esperienza alla Berklee. 
Grazie, un saluto anche a voi! Si in effetti quest’intervista e’ stata un onore per me. Berklee e’ una scuola piena di studenti talentuosissimi, quasi 5000 ogni anno, e ognuno di loro ha una storia cosi interessante che potrebbe facilmente essere un’ottima intervista. Essere stata scelta come studente modello mi rende molto orgogliosa e sono davvero onorata per quest’opportunita’. Spero che mi aiutera’ a promuovere il mio lavoro e a rendere più conosciuto il mio nome e la mia musica. Personalmente, rappresentare Berklee in questo modo significa molto per me, e cerchero di rendere la mia scuola fiera di me. Sto avendo un’esperienza fantastica qui, perche’, come ho detto, questo posto e’ pieno di persone incredibili che sanno fare di tutto, ci sono compositori, produttori e musicisti di tutte le parti del mondo. E’ il posto migliore per imparare, perche’ ognuno ha qualcosa da insegnare. Penso che il segreto di questa scuola sia di prestare attenzione a tutto quello che succede e di conoscere sempre la nuova gente che arriva.

 

2. Sei diventata famosa grazie al video su youtube in cui suoni un pezzo di Guthrie Govan a 18 anni. Perche Youtube, e perche’ Guthrie Govan?
(Guthrie Govan ha da poco rilasciato un intervista con il nostro sito, www.guitarlist.it)
Youtube e’ stato il mezzo con il quale ho conosciuto Guthrie Govan. Un amico trovo’ il suo video di Larry Carlton Style e me lo fece vedere. Io non sapevo nè chi fosse nè quanto stesse diventando famoso, ma rimasi veramente colpita. Era un po’ il nuovo chitarrista idolo del quale avevamo tutti bisogno. Mi piaceva molto il modo in cui suonava e dovevo assolutamente sapere cosa faceva nel pezzo, che tecniche e che note usava. All’ epoca, era esattamente quello che cercavo perche’ sentivo che mi mancava qualcosa quando suonavo. La ragione per la quale, poi, ho messo il video su youtube e’ perche’ mi piaceva moltissimo il pezzo. No sapevo che reazioni avrei avuto, o se sarebbe stato visto da qualcuno, ma pensai di renderlo una specie di tributo a Govan, come sua nuova fan.

3. Il tuo video e’ veramente impressionante. Appena e’ finito ho pensato che Nili Brosh avra’ sicuramente un lunghissimo futuro nella musica, suonando la chitarra. Due anni sono passati da allora. Cosa hai fatto dopo aver pubblicato quel video e quali sono I tuoi progetti attuali?
Grazie, e speriamo bene! Sto facendo tutto quello che posso per farmi conoscere in giro. Percio’ sono sempre piacevolmente sorpresa quando siti come il vostro mi contattano. Vuol dire che I miei video funzionano anche meglio di quanto sperassi, e speriamo che continui.
Negli ultimi due anni ho pensato maggiormente alla scuola e a suonare. A parte la mia band, sto suonando molto con studenti e professori di Berklee, cercando di essere parte di quanti piu progetti possiblile, per la mia esperienza e crescita personale. Cerco anche di pubblicare il maggior numero di video possible, per continuare a farmi conoscere su Youtube. Penso che il progetto piu grande, pero’, durante gli utlimi anni, sia stato lavorare sul mio primo album strumentale. Ti diro’ che e’ quasi finito, però me la sto prendendo comoda perche’ voglio produrre il miglior risultato possibile. Penso che sia la cosa che piu è mancata nella mia carriera di musicista fino ad oggi, e quando uscira’, spero che attiri su di sè un po’ di attenzione.

4. Ti ho conosciuta su Facebook, un ottimo mezzo per mettersi in contatto con  artisti e musicisti. Quanto sono importanti per te i mezzi di social neworking?
Penso che internet sia fondamentale per i musicisti di oggi. Con il declino dell industria della musica, e’ il piu importante mezzo di comunicazione che abbiamo. Per me, Facebook e’ stato fantastico, e sono sono all’ inizio. E’ anche un fenomeno strano, pero’. Mi sono iscritta un paio di anni fa quando era ancora una novita, e mi serviva solo per restare in contatto con I miei amici. Oggi e un vero e proprio strumento di business. Per me e’ un po’ difficile riuscire a gestire la mia vita privata e quella personale su Facebook, poiche’ e’ cosi famoso che tutti ormai lo usano anche come strumento di business, il che vuol dire che dobbiamo tutti essere un po piu scrupolosi riguardo a quello che scriviamo. Speriamo che con I cambiamenti che sta mettendo in pratica Facebook, riusciremo a gestire sia la nostra vita privata che quella pubblica sul sito.

5. Hai incontrato del pregiudizio essendo una chitarrista donna?
Si, ne ho incontrato un po’, ma molto meno di quanto mi aspettassi. Ci sono stati commenti cattivi su Youtube riguardo al fatto che fossi donna, ma la maggior parte della gente e’ molto incoraggiante e io sono sempre molto grata per i commenti positivi che mi lasciano. Penso che la maggior parte della gente sia al corrente del fatto che non bisogna necessariamente essere uomini per poter suonare la chitarra.

6. Parlaci dei tuoi chitarristi preferiti. Chi ti ha dato maggior ispirazione?
Ce ne sono stati tanti, ma la mia ispirazione piu’ grande sia nella musica che nella vita e’ stato mio fratello Ethan Brosh. Non avrei mai cominciato a suonare la chitarra se non fosse stato per lui. Mi piacciono anche Nuno Bettencourt, che e’ sempre stato una delle mie maggiori influenze musicali, come anche Andy Timmons. La lista pero’ e molto piu’ lunga di cosi, e traggo ispirazione da molti musicisti con I quali ho lavorato negli ultimi anni, molti dei quali studenti e professori di Berklee.

7. E le donne chitarriste? La nostra lista ti e’ sembrata sufficiente? Chi sono le donne chitarriste che ti hanno ispirato?
La vostra lista e’ lunga!! Ci sono anche un paio di nomi dei quali non ho sentito mai parlare, e andro’ certamente a ricercarli. Il resto delle musiciste che conosco sono tutte molto brave. Mi piace particolarmente Kaki King. Penso che il modo in cui suoni sia unico e ha sempre un ottimo sound. Sfortunatamente non l’ho mai vista live, ma sono sicura che a breve ci riusciro’. Mi piacerebbe molto vederla suonare.

8. Parliamo dei tuoi strumenti. Nei tuoi video ho sentito un ottimo suono di chitarra. Qual’e la tua chitarra preferita? E amplificatore? Usi pedali?
Sono contenta che ti piaccia il mio suono! Sono ancora alla ricerca pero. Nella maggior parte dei miei video uso una Marshall JCM 2000. Sono abbastanza minimal nell uso dei pedali. Uso solo un po’ di delay e un wah. Mi piace molto il suono naturale del TUBE AMP, quando trovi quello giusto.

9.  I lettori di guitarlist.it sono per il 90% italiani. Cosa vorresti dire alla tua audience italiana?
Spero che vi piaccia quello che sta per arrivare. Sto lavorando duro su questo album e non vedo l’ora di farvelo sentire. Mi rende felice sapere che la gente si interessi ancora ai chitarristi, e sono veramente onorata che la gente in Italia conosca il mio nome e segua la mia carriera. Spero che continuiate a seguirmi!..

10. Grazie mille per quest intervista! Spero tu possa avere una vita piena di musica e chitarre, e spero di poterti conoscere di persona in America on in Italia. Sono sicuro che presto ti vedremo in tour in Europa!
Grazie a voi! La mia band e’ sempre pronta a suonare, e se ci vorrete in Europa, saremo subito li!
Cheers Nili

Traduzione in italiano by Fosca “Kiki” Farace