Allan Holdsworth – il Sinthaxe


Il Synthaxe fu il primo Guitar Synthesizer a ridurre praticamente a zero il ritardo tra nota suonata e suono emesso.

Questo problema affliggeva tutti i sintetizzatori a corde dell’epoca (siamo negli anni ’80). Pare che il GR300 con cui Pat Metheny ha fatto dei capolavori avesse un ritardo nell’ordine dei millisecondi (un’enormità!) Con il Syntaxe, che tra l’altro aveva anche un design particolarmente avvenieristico, il problema dei ritardi veniva radicalmente superato, grazie al fatto che in sostanza lo strumento era un vero e proprio controller MIDI.

Un’aspetto molto particolare dello strumento era che la spaziatura fra i tasti non diminuiva passando dalle prime alle ultime posizioni, per cui suonare al 22 tasto era come suonare al primo. Lo stesso Allan Holdsworth era scontento di questa soluzione Le corde (di nylon) erano in due gruppi distinti (uno per ogni mano) e non necessitavano di accordatura. Le corde della mano destra erano tenute in tensione da un complicato sistema..che trasferiva via MIDI gli impulsi dati dalle dita. Gli stessi tasti contribuivano a trasferire informazioni MIDI. Di per sè il controller poteva gestire via MIDI fino a 7/8 macchine (sintetizzatori, emulatori, campionatori)

Il Syntaxe fu provato da Al di Meola, Lee Ritenour e dal nostro Pino Daniele ma mai nessuno come Allan Holdsworth ha tirato fuori da questo complicato strumento le meraviglie sonore. Allan lo usò per avvicinare il suono della chitarra a quello dei fiati, di cui è stato sempre “innamorato”. Anche sui normali suoni elettrici ha sempre cercato un suono morbido, lungo, che gli permettesse una notevole fluidità anche nelle improvvisazioni più veloci

Nel video qui sotto lo vedete all’opera con il Synthaxe al quale nel solo aggiunge anche un Breath Controller…Il brano si chiama Pud Wud ed è contenuto nel CD “sand” del 1987. Allan lascia intravedere le infinite potenzialità delle sue capacità creative e utilizza lo strumento per dare vita a suoni nuovi e originali, sintetizzati (come nelle tastiere) ma suonati con “intenzione” e approccio da chitarrista elettrico.

 

 

Links:
http://www.hollis.co.uk/john/synthaxe.html