Emily Remler

Una delle poche presenze femminili (insieme a Leni stern) nel mondo della chitarra Jazz. Purtroppo scomparsa all’inizio degli anni 90 a soli 32 anni, Emily Remler era una chitarrista validissima, una virtuosa autentica dello strumento, e secondo me, con un tocco sulle corde tutto “femminile”. Ottimo il suo sodalizio con Larry Corryell (ho avuto personalmente l’onore di vederli suonare assieme nel 1986), ha inciso alcuni CD, quasi tutti nel solco della tradizione Jazz. Doplomatasi al Berklee di Boston, ha collaborato numerosi eccezionali jazzisti e altri colleghi della sei corde quali John Scofield e John AberCrombie.

Vedi il profilo aggiornato sulla nuova Rubrica “Guitar Ladies”

Forse potrebbero interessarti anche:

8 Comments

  1. veramente brava. Non mi aspettavo assolutamente che fosse scomparsa. ho conosciuto questa artista pochi giorni orsono e mi era piaciuta. Peccato

  2. Aveva proprio quel “QUALCOSA” che fà la differenza… e che differenza.

  3. Ho appena visto il suo video didattico “advanced jazz & latin guitar” e lo consiglio veramente a tutti.Oltre ad essere ben fatto(spiega molto nel dettaglio accordi e posizioni di scale con relative figure in sovrimpressione)ci mostra un Emily completamente disinvolta sullo strumento che ad occhi chiusi sembra trasportarsi e trasportarci in un altro mondo 🙂

  4. Questa artista oltre ad essere molto brava, aveva molto gusto e un bel suono.

  5. Fantastica……………… sono senza parole. Purtoppo vista solo in video e dispiaciuto che non ci sià più. Nel mio repertorio inserirò sicuramente almeno un suo pezzo.

  6. la prima volta che l’ho sentita, mi è scesa una lacrima. tecnica e cuore, se fosse ancora con noi sarebbe tra i più grandi della chitarrajazz. aveva sentito bene herb ellis…

  7. chitarrista con una grande anima

  8. Adoro Emily Remler , ho trovato un suo cd a Londra ,fine anni 90 e da allora in Italia non ho mai trovato nessuno dei suoi lavori in un qualsiasi negozio. Ora é anche fallito il suo distributore.. Come fare ad ascoltarla?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *