Jeff Beck

Jeff Beck è stato il pionere della chitarra rock (con qualche venatura jazz-rock) degli anni 60 e 70. Nell’era pre van-halen è stato un forte innovatore della chitarra elettrica. Dotato di un fraseggio ancora oggi molto originale, mai scontato, senza scadere nell’ipertecnicismo, si è sempre distinto per fornire il suo prezioso contributo a tantissimi artisti del periodo (da Rod Stewart a Micj Jagger, passando per gli Yardbirds, Tina Turner, Stanley Clarke, ecc..). Nella carriera solistica ha alternato momenti particolarmente ispirati (su tutti Blow by Blow) ad altri meno felici. E’ un chitarrista assolutamente sorprendente, che si ascolta sempre volentieri

BECK’s TONE  (inserito da Redazione- 30/10/2008)

 

Fender Stratocaster Jeff Beck Custom Shop,
Fender Esquire 54, Gibson Les Paul

Fender Bassman, Marshall, Line 6 
 Snarling Dogs Wha, Chorus ensemble della BOSS mod. CE-5.
 Corde Ernie Ball Hybrid Slinky 009
 Jeff Beck Suona solo con le dita, ovvero senza l’utilizzo del plettro
Forse potrebbero interessarti anche:

31 Comments

  1. JEFF BECK E’ IL JOHN MC ENROE DELLA CHITARRA: GENIALE, IMMENSO, IRRAGGIUNGIBILE.

  2. Un gran peccato, così pochi commenti per questo immenso chitarrista. Per me è geniale, dalla chitarra fa uscire l’ impossibile

  3. ognuno potrà fare la lista dei suoi chitarristi mettendoci dentro chi vuole…ma jeff beck ne sarà al di fuori e al di sopra…è sempre stato lui infatti a dire che si sente deluso quanto la gente vuole che il suono della chitarra sia riconoscibile, e molto orgoglioso quando invece la gente adora la MUSICA che suona senza capire che sta suonando una chitarra…evviva il cappellaio matto.

  4. Genio! cosa dire di più; il grande jimi hndrx individuò le enormi potenzialità dello strumento dandone il più valido esempio, ma jeff beck ha “spalancato le porte” alla ricerca delle nuove sonorità e tecniche, non interessato alla velocità quando fine a se stessa, non vuole sbalordire, ma EMOZIONARE, cesella ogni singola nota curando tocco, movimento, colorito dimostrando gusto nello scoprire ancora oggi sempre nuovi modi di tirare fuori sonorità innovative da quel pezzo di legno; in questo è sicuramente il maestro per i chitarristi di varia “estrazione” che apertamente ne apprezzano lo stile e la raffinatezza assoluta; nel suo stile si notano tutte gli elementi di virtuosismo che poi i vari Vai, Petrucci Malm VnHln (Eccellenti chitarristi)(e mille “copie” varie) ecc..hanno saputo rendere stili propri, sempre più spesso..curando ahimè, “prevalentemente”, solo la velocità di esecuzione, ..meravigliose, spesso inutili gare di tapping, infuocate plettrate alternate ovviamente ipersaturate da overdrive, fuzz..

  5. perchè è grande Jeff? senza effetti è in grado di emulare il suono della armonica con solo la leva e bending….un grande chitarrista …amato anche dai jazzisti

Lascia un commento