Jimmy Page

 

BUON 70° COMPLEANNO AL GRANDE JIMMY PAGE

Sicuramente una delle figure + importanti sulla scena del Rock. Tanti, indicano proprio lui, James Patrick Page (“Jimmy” per i più), come ideatore e faro dell’hard Rock. Comincia la sua carriera chitarristica entando a far parte degli Yarbirds, gruppo che prima di Page aveva visto tra i suoi componenti Eric Clapton e Jeff Beck!!! Ma il matrimonio dura poco il gruppo si scioglie, ma dalle sue ceneri nascerà il gruppo che avrebbe cambiato la storia del Rock: I Led Zeppelin!

Page comincia il suo nuovo viaggio con i suoi nuovi compagni: la fatata voce di “Robert Plant”, il martellante basso di John Paul John e la carica adrenalinica del batterista John “Bonzo” Bonham.

Il gruppo fa letteralmente impazzire il mondo sfornando pezzi epici come “Stairway to Heaven” o “Whole Lotta Love” ancora oggi dei Cult. La non eccessiva tecnica, ma piuttosto la “ricerca dell’anima” di Jimmy Page segnano l’inizio di una nuova era nel rock. Sfortunatamente all’inizio degli anni ’80 il batterista John bonham muore e il gruppo si scioglie.

Page e Plant tentano una reuninion x un tour:”No Quarter”,ma il Risultato lascia a desiderare. Jimmy Page rimane comunque una colonna portante del Rock targato ’70.

Le chitarre di Jimmy Page
http://www.guitarlist.it/grandi-chitarristi/chitarre-leggendarie/jimmy-page-les-paul-no1-e-no2.html

Forse potrebbero interessarti anche:

249 Comments

  1. [color=blue][/color][b][/b][i][/i][size=medium][/size] 🙂 Buono il tentativo di scrivere il bergamasco..ahah,”il lume c’è?” dovrebbe essere.Comunque bravo Jimmy Page,ho visto il video delle olimpiadi è invecchiato ma ancora in forma 😉

  2. [color=red][/color]ahahahah bellissime queste espressioni! vediamo quali potrei associare a Page che è da mesi che nessuno va più a fargli visita…

  3. Gilmour è un’altro grande artista che riesce a farti sognare con tre note.. Shine on you crazy diamond è uno dei pezzi musicali che non mi stanchero’ mai di ascoltare

  4. io sono gilmouriano ma io penso che dopo jimi hendrix i 2 migliori chitarristi bianchi siano stati appunto jimi page e david gilmour voi che ne pensate lo avete mai sentito parlare di gilmour dei pink floyd?

  5. Lascio anch’io il mio superfluo commento. Gran personalità musicale, anche se apparentemente è considerato un normale hard-bluesman, in lui scopri anche una meravigliosa vena folk-acustica molto raffinata, il tutto unito alla voce di plant e gli altri due amici, nella generale venatura mistica/esoterica dei testi, fa una grandissima band, irripetibile. Un saluto

  6. Assolutamente Palo Silvio specialmente il solo che esegue nel live di stairway to heaven, quello mi lascia senza fiato, bellissimo! ciao

  7. A Jimmy Page manca la tecnica????è la più grande scemenza che io abbia mai sentito da quando esiste la musica!!!ammetto che daltronde ci sono chitarristi piu veloci di lui già dai tempi del mitico John McLaughlin o il povero Frank Zappa però non dimenticatevi che tutti i soli e le scale eseguite fra legati e sweeps a 200 di metronomo dei chitarristi odierni, già le facevano loro 3 ed un altro grande di nome Al Di Meola..Blackmore poi è un altro eroe della 6 corde..d’altronde è verissimo preferisco la musica degli anni ’70, e per essere più precisi quella composta fra il 1967 e il 1976, quindi psichedelia, hard rock, blues,rock progressive sinfonico, jazz-rock etc. però i più grandi virtuosi sono uciti all’epoca e comunque avevano la maggior parte radici blues e comunque quei che potevano permettersi di studiare musica seguivano un percorso più classico o jazz…per c’era più creatività…Page ha studiato blues e folk prima di tutto da autodidatta,poi ha preso lezioni private e ha imparato a leggere la musica dal session man Big Jim Sullivan, nonchè allo stesso tempo insegnante di Ritchie Blackmore…apparte queste informazioni biografiche che ho appena dato, se non ci credete alle sue capacità tecniche procuratevi il dvd The Song Remains The Same, registrato a New York presso il Medison Square Garden nel 1973…e poi ditemi se egli sia tecnico o meno…aggiungo per concludere che lui ha composto pezzi micidiali come Dazed And Confused, Heartbreaker, il capolavoro Starway to heaven, il cui assolo è stato votato come il più bello nella storia, o pezzi delicati come The Rain Song…insomma ha variato moltissimo, non si è mai suffermato troppo sulle sue doti tecniche…ha stupito tutti e ogni volta che si ascolteranno i Led Zeppelin continuerà…e ho detto tutto anche stavolta…

Lascia un commento