Pat Metheny

Pat Metheny e’ considerato uno dei mostri sacri della chitarra jazz (e non solo) mondiale. Una carriera gi?lunghissima lo ha portato ad innumerevoli realizzazioni, spesso in direzioni diverse l’una dall’altra.
Con il Pat Metheny Group ha dato vita ad uno stile inconfondibile, una fusion con richiami al folk, al jazz, al latino, al samba, ecc..Come solista ha suonato con i migliori artisti del jazz contemporaneo (Ornette Coleman, Chick Corea, Michael Brecker, Charlie Haden , Jim Hall, ecc..)
Chitarrista straordinario, ha sviluppato uno stile ed un suono molto personali ed originali, cos?come originale ?lo stile di improvvisazione, che predilige un approccio “orizzontale” sulla tastiera, sempre alla ricerca della nota giusta al posto giusto (sul manico).
Da sempre si alterna tra chitarra elettrica (inizialmente una Gibson 175 modificata), acustica, classica elettrificata, synt (il suono della Roland di PM ?e rimane uno dei suoni sintetizzati pi?belli della storia del nostro strumento)
Pat Metheny ?un pezzo della storia della chitarra, immancabile in qualsiasi Discografia

METHENY’s TONE

– Gibson ES 175 Electric (1958)
– Ibanez PM100 (Pat Metheny Model)
– Roland GR-300 Guitar Synth
– Linda Manzer Guitars(sitar, baritona)
  – “Acoustic 134” model (dal 1974 al 1994)
– Digitech 2101 DSP guitar preamp
  – due Lexicon Prime-Time digital delay (14ms, 26 ms),
viene anche utilizzato un leggero pitch bend controllato dal VCO (onda sinusoidale) per creare l’effetto “chorus” tipico di Pat Metheny
  
  

 

Forse potrebbero interessarti anche:

35 Comments

  1. IL CONCERTO CHE HA FATTO CON GARY BURTON NON E’ STATO UN CONCERTO, MA UNA LEZIONE DI MUSICA! E’ DIVERSO! PARLO DI TUTTO IL GRUPPO, DA PAT METHENY A ANTONIO SANCHEZ! MEDITATE GENTE PRIMA DI DIRE: NON MI E’ PIACIUTO!

  2. Leggo commenti su grandi chitarristi , classifiche assurde, doti di rockettari che non hanno mai avute e che non avranno mai perche’ non ci sono piu’.La tecnica,il virtusismo di Pat non e’ di questo mondo comporre musica non e’ fare musica. Io sento Pat tutti i santi giorni e ogni giorno mi da senzazioni nuove, ascoltavo rock ma da molto, l’ho abbandonato. La classe non e’ acqua minerale, VIVA PAT,ciaoooooooo

  3. l’ho rivisto ieri per la 5 volta negli ultimi 6 anni, assieme a gary burton. MI ha emozionato meno delle altre volte, ma egualmente impressionante.

  4. probabilmente il più grande musicista dai tempi di miles davis. non esiste nessuno che abbia reinventato un genere, anzi inventato di sana pianta, una nicchia di genere come pat. Quello suonato dal PMG non è un genere E’ SOLO IL PMG, non ha niente a che spartire con nient’altro. Ritmica indiavolata ed atmosfere uniche, creatore di una positività unica. Che tu sia nervoso, depresso, apatico, eccitato, questa musica ti riconcilia con il mondo con il vero senso delle cose.

  5. cioè…..è un genio……ke sound,ke atmosfere….quando mi sento travels mi sembra di navigare nel mezzo del pacifico…..

  6. Il + grande chitarrista di tutti i tempi! Tanto di cappello per la creatività e la fusione del jazz con la World music. Quando ascolto Minuano….troppi…troppi…ricordi….grande Pat

  7. grande massimo,il tuo commento è il + bello tra quelli ke ho visto su guitarlist

  8. Chitarristi che suonano ad occhi chiusi ne ho visti pochi. Pat è uno di questi! E se si prova a chiudere gli occhi insieme a lui ci si viene trasportati in un altro mondo meraviglioso! Provare per credere. Grande Pat

  9. Inchiniamoci davanti ad uno dei più grandi maestri di tutti i tempi! Signori e Signore a voi Pat Metheny !!!

  10. nessuno lo sà ma pat metheny da piccolo ha avuto un incidente e al posto del cervello gli hanno messo le note, poi lui si attaccadi nascosto ad una presa dellacorrente e la musica esce da sola.

Lascia un commento