Yngwie Malmsteen

Con Yngwie Malmsteen è iniziata, agli lavori degli anni 80, la generazione dei grandi virtuosi che ha posto le basi per la moderna chitarra elettrica. Malmsteen ha saputo coniugare lo stile di un virtuoso della musica classica (su tutti, una delle sue muse ispiratrici, Paganini) con il vigore del rock-metal.

Il risultato è stato uno dei chitarristi fra i più esplosivi dell’ultimo ventennio. Con una quindicina di album all’attivo, Malmsteen ha espresso uno stile assolutamente orginale e personle (troppo spesso imitato), suonando tra le altre la sua amata Fender (The Duck) con le dita, le mani , i denti..insomma proprio come il grande Jimi Hendrix.


E’ dotato di una tecnica impressionante, sicuramente mai vista all’inizio degli anni 80, in cui prevalgono i richiami alla musica classica (scale diminuite, minori armoniche), eseguiti con un tocco ed una maestria pi?da violinista che da chitarrista (provate a seguirlo nei suoi lavori, è precisissimo, quasi maniacale, mai una plettrata fuori posto, una corda che scappa, anche sull’acustica). E’ stato detto di lui che ha “il fuoco nelle dita” e sono assolutamente d’accordo..

 

iVero fenomeno della sei corde e conosciuto in tutto il mondo, Yngwie Malmsteen è stato il vero bambino prodigio dell’heavy metal. Quasi come Wolfgang Amadeus Mozart, il grande talento di Yngwie viene alla luce in piena adolescenza, al tempo in cui egli inizia ad arpeggiare senza sosta sulle corde di una chitarra regalatagli dai nonni alla tenera età di cinque anni. Innamorato di Jimi Hendrix e Richie Blackmore, ma soprattutto dei grandi compositori classici del passato (Bach, Mozart, Beethoven oltre a Vivaldi e Niccolò Paganini), Malmsteen ha perfezionato uno stile di chitarra metal neoclassico fatto di arpeggi e scale iper-veloci (spesso assolutamente perfette) in simbiosi con tratteggi di jazz-rock, hard e melodie intriganti.

Il suo stile così dirompente ed esplosivo ha fatto ben presto da apri-pista per una schiera immensa di seguaci ed imitatori, e a distanza di anni, ci si rende conto che quella di Yngwie è stata, probabilmente, l’ultima vera rivoluzione tecnica della chitarra rock o perlomeno che con lui si sono stabiliti i parametri definitivi della chitarra neoclassica.

La sua grande classe virtuosistica unita ad un eccezionale livello tecnico lo ha fatto eleggere negli anni ’80 come il caposcuola del metal neoclassico e guitar-hero per eccellenza, e tutt’oggi é uno dei chitarristi più imitati e universalmente più apprezzati.

 

admin

754 Comments

  1. Ma chi è John petrucci in confronto di Malmsteen (andasse dalla mamma a prendere il latte).Non esiste nessuno in grado di competere con Malmsteen…forse uno che ci si avvicina in abilità è steve vai ma sinceramente nn lo so ….forza Malmsteen

  2. yngwie coma van halen ha dato un grande slancio allo strumento chitarra ed è stato capace d fondere le doti tecniche di un musicista classico con la potenza di un chitarrista. musica classica ed rock metal si sposano con malmsteen.E’uno che m da emozioni forti e che m spinge ad appassionarmi sempre di piu’alla chitarra ma anche van halen satriani vai e anche brian may ma comunque parlando di malmsteen si e’ creato un nuovo colore nel quadro rock metal.Dio benedica questi grandi gladiatori che combattono con l’unica arma che hanno e tutti sappiamo quale

  3. Un chitarrista che mi ha emozionato giusto per qualche mese, non di più…. Per quanto sia un iconoclasta degli innovatori (e ammetto che lui lo è senza dubbio), ritengo che yngwie abbia “rovinato” la sua stessa innovazione, abusandone in modo eccessivo lasciando da parte la composizione o l’originalità delle sue musiche che è venuta meno dopo diciamo i primi 4 album (i rising force per intenderci). Mi fa piacere sentire un pò di musica classica suonata sulla chitarra, ma ostentarla tramite la tecnica no.

  4. Mi dispiace deluderti su Malmsteen..ma se parliamo di granfi chitarristi, lui è uno di quelli da non imitare!

  5. che dire…velocità…ma non pura e semplice.Non è il mio chittarrista preferito ma nel suo tocco neoclassico sentol’aggressività graffiante di una chitarra che di stratocaster ha poco…è questo che mi piace di lui

  6. ti giuro che ad ascoltarlo si rizzano i capelli. Fatti scaricare qualcosa da pippo Ciao

  7. Grande Malmsteen. cmq non è il primo virtuoso della chitarra che unisce la musica classica e per niente cosi estremo tecnicamente se prendiamo chitarristi come per esempio Paul Gilbert che nel 1984( era gia professore al GIT)bruciava Malmsteen in tutte le sue tecniche, per dirne uno.Prima di Malmsteen cè stato un chitarrista tedesco di nome ULI JOn ROTH che univa uno stile alla Jimi Hendrix a pezzi di musica classica. è lui infatto cconsiderato il primo shred. ricordiamo inoltre Marty Friedman( che ringrazia piu volte ULI) che gia nel 1981 aveva pubblicato un disco con gli Hawaii.Cmq sono daccordo che Malmsteen abbia del cloni ma non sono certo i guitar heroes come degli anni 80 a averlo copiato.e poi è abbastanza forte tecnicamente però fa sempre le stesse cose da vent’anni..non è un genio.

  8. in risposta a max…..ottima tecnica Malmsteen ma non puoi dire che petrucci è un pippone…..ascoltati qualche cd dei dream theater es train of thought, awake….in sarò un chitarrista giovanissimo che non ne capisce cn C…. ma è molto meno ripetitivo, ripeto senza nulla togliere a Yngwie…….

  9. E’una copia sterile del sommo pontefice della chitarra, Randy Rhoads 🙂

  10. Sembra proprio di ascoltare un essere perfetto, che non sbaglia mai. E’ un grandissimo e la sua impostazione classica lo rende inconfondibile. Inutile stare qui ad elencare le indubbie doti di questo grande chitarrista, ma vorrei dire una cosa a Max e a tutti quello che si permettono di critare anche uno solo di questi mostri: non sta a voi dire chi è più bravo tra di loro, perchè nella musica tutti possono insegnare ed imparare sempre qualcosa, ma solamente per il fatto che Petrucci è così famoso non devi permetterti di critacarlo, perchè è sicuramente più bravo di te. Non penso che chi si permetta di criticare questi chitarristi storici possa mai capire e vivere la musica fino in fondo.

  11. Dopo aver letto le opinioni su Malmsteen credo che nessuno abbia capito come suona quell’essere!!!

  12. Semplicemente fantastico. In ogni lavoro riesce a trasmettermi emozioni nuove. Continua così, sei il più grande!

  13. Malmsteen?Ascoltate allan holdsworth(anche se è un altro genere).Vi stupirete di quando malmsteen sia sporco,grezzo e senza senso.E per favore non dite che è bello il G3 nuovo

  14. Parlando da chitarrista vi posso assicurare che Yngwie è SENZA DUBBIO il + grande chitarrista mai esistito; i vari Jason Becker, Vinnie Moore, Steve Vai ecc. sono indubbiamente dei chitarristi eccezionali ma sono pur sempre un gradino sotto al Grande Maestro. Se volete una conferma, guardatevi un pò il G3 del 2003 e guardate le faccie scioccate di Joe Satriani e Steve Vai quando suona Yngwie…

  15. E’ un animale uno dei miei chitarristi preferiti….ma quanto se la tira!!..troppo veloce…dovrebbe fare piu musica classica..ma li avete sentiti i suoi pezzi blues..skandalosi non puoi fare del blues a 200 per il resto niente da dire ANIMALE!!! però PETRUCCI a vita

  16. Sinceramente Petrucci non lo trovo degno neanche di leccargli la suola degli stivali a Malmsteen…

  17. troppo sborone, poco ascoltabile. A parità di tecnica preferisco un Paul Gilbert che in quanto a pennata alternata e velocità è alla pari se non superiore (ascoltatevi street lethal dei racer x) e ogni tanto ci mette un po di feeling in quello che fa. E’ indubbiamente un innovatore, un virtuoso…. ma la chitarra non è solo quello

  18. Yngwie Malmsteen e’ veloce e tecnico,… pero’ ascoltando le sue canzoni non ti trasmette emozioni come sanno fare altri chitarristi… E poi secondo me ha un po’ troppe manie di esibizionismo…

  19. Ennesime discussioni su chi sia il più grande…piaccia o no Malmsteen è stato UNICO nel suo stile portando la chitarra a livelli mai sentiti prima di lui. Ritengo che nella storia della chitarra siano pochissimi coloro che abbiano davvero cambiato la tecnica di suonare:

  20. Grande chitarrista, è stato sicuramente un innovatore, ma non scherziamo quando parliamo di tecnica.

  21. ciao yngwie, e mi rivolgo a te che fai tutti i commenti in giro per questo sito carino, sei davvero un gran simpaticone! no davvero,.. pero’ non mi piace una cosa, che ovunque si legge un tuo commento su altri chitarristi tiri sempre in mezzo YM, ovunque!! Capisci che cmq ognuno ha un genere e uno stile, come lo ha lui, e non si possono paragonare all’estremo, non trovi? ti dico la verità, è un grande chitarrista, tecnicamente indiscutibile, suono meraviglioso e, anche se non sono un patito del genere, non è assolutamente freddo, soprattutto dal vivo, molto coinvolgente. Poi, da li a dire che è il miglior chitarrista di sempre, non sono assolutamente d’accordo! …sei giovane e te ne accorgerai.. Io sono piu’ su un’altro genere, soprattutto blues, rock e hard rock anni 70.. leggi e commenta i profili che ho inserito io (sardinas, carvin jones, SRV) mi piacerebbe sapere cosa ne pensi… See You..

  22. ormai sullo svedese d’acciaio ne sono state dette di cotte e di crude…ipertecnico,virtuoso,ripetitivo,pacchiano(..pacchiano!!),Maestro,Sommo ecc..indubbiamente un musicista di raro talento e di una notevole tecnica,ma quello che più mi piace di lui,a parte il fatto che si muove sul manico a 200km/h,sono quei bending e quei vibrato mostruosi..quelli che fanno crollare le case..nn c’è che dire,nonostante la sua presunzione, che tra l’altro lo rende anche unico nel suo genere,rimane un chitarrista eccellente..peccato che ultimamente ho avuto modo di conoscere Jason Becker e Paul Gilbert..mi dispiace Yngwie ma prima o poi anche i sentimenti piu belli e profondi vengono meno,spero che potrai perdonarmi..

  23. Credo che Yngwie Malmsteen sia indubbiamente uno dei chitarristi più bravi degli ultimi 25 anni, ma non è certamente paragonabile a sua santità Steve Vai, anche perchè Yngwie si basa sempre e soltanto sulla velocità.

  24. leggendo i vari commenti su Yng mi viene da aggiungere ciò che su di lui hanno commentato altri chitarristi: steve vai ha detto che sarebbe un pazzia per lui (o altri) tentare di gareggiare con yngwie in quanto a tecnica, vista la particolare forza nelle dita dello svedese; satriani ha più o meno confermato la stessa cosa; zakk wild è un suo fan e gilbert quando nell’84 ha fatto il suo primo album ha registrato il pezzo Y.R.O. (yngwie rip off: rubata a yngwie); uli roth, blackmore; holdsworth ne hanno sempre parlato molto bene (proprio per il suo modo di suonare il blues per esempio)…ecc. ecc.

  25. Yngwie è sicuramente un grande e ha fatto la storia della chitarra essendo stato l’inventore del metal neoclassico, però dopo di lui gente come Gilbert e soprattutto Jason Becker(inarrivabile) sono diventati di un altro livello

  26. io non sono mai riuscito a capire una cosa: perchè non vi volete mettere in testa che la musica non è una gara? è arte, e in quanto tale passibile dell’interpretazione soggettiva. basta. Mi dispiaccio solo di una cosa , che in questo sito ci siano 33 commenti su malmsteen e 0 su wes montgomery e joe pass. Forse è il caso di ascoltare più generi prima di sentenziare chi è il miglior chitarrista…

  27. diceva di lui Ritchie Blackmore: “Sarebbe bravo, se solo imparasse a suonare anche lento!!!”

  28. a me risulta che blackmore , a proposito di yngwie abbia detto che si tratta veramente di uno dei migliori chitarristi in circolazione, che è falso che il suo modo di suonare è fatto di fraseggi standard avendo lui assistito ad un concerto dove allo svedese sono saltate tre corde e lui ha continuato a suonare come se niente fosse… ha aggiunto che probabilmente tra due tre album (l’intervista era prima di UTF) avremmo sentito il miglior malmsteen.

  29. cmq la sua musica ormai nn si porta piu glam!!!e tecnicamente c’è gente superiore vedi rusty cooley,michael angelo batio,john petrucci ecc..)

  30. in una vecchia intervista risalente al periodo dopo trilogy raccolta da “chitarre”, yngwie rivela chiaramente ciò che è l’essenza della sua musica e a proposito della tecnica lui ribadisce la stupidità nell’approcciarsi alla musica mettendo in evidenza la tecnica : la musica è arte non una gara!. inoltre si dichiara da questo punto di vista : “uno dei chitarristi più inconsistenti in circolazione da questo punto di vista, e lui suona solo da un punto di vista emoziopnale tanto da essere incapace di ripetere anche i suoi solos nota per nota e preferndo improvvisare volta per volta…”. anche a proposito della velocità dichiara di non essere affatto il chitarrista più veloce nè gli interessa esserlo: “ascoltando vivian campbell (l’allora chitarrista di r.j.dio) ho notato che fa molte più note di me quando suona…” del resto se volesse suonare più velocemente non userebbe un manico scalloped o utilizzerebbe di più il tapping…

  31. forse mentre guardavi il G3 eri distratto. Steve vai e Joe satriani nn sembrano neanche preoccuparsi di Malmsteen. Il pezzo con la chitarra classica è davvero ridicolo

  32. Secomdo Me Malmsteen non può essere paragonato a Satriani, Vai, Petrucci,..perchè appartengono a due stili completamente differenti.

  33. non sono d’accordo con che dice che sia il precursore dello stile neoclassico.

  34. che fa luqqui?suona la chitarra?ah,ok,va bene,se a voi piace(secondo me è riluttante)…non voglio dire che la tecnica non sia importante nella musica,perchè sennò anche il mio gatto potrebbe suonare la chitarra,ma è la passione maniacale per l’ultratecnica che secondo me non è indispensabile(anzi,secondo me in molti casi come questo è irritante e noiosa)!però per favore non fate più commenti del tipo che hendrix è ultrapassato perchè non suonava a 300 di metronomo:se la musica fosse solo questo basterebbe un computer!

  35. ma x piacere quest uomo è ridicolo sia cm xsona sia cm kitarrista..nel g3 era completamente ridicolo guardate invece il caro John Petrucci cm si integra nel trio delle meraviglie…cmq malmsteen è ridicolo!

  36. sono da sempre un amante della chitarra (soprattutto quella elettrica), ho ammirato nella chitarra rock blackmore e uli jon roth , in particolare i primi album con gli scorpions di quest’ultimo sono dei capolavori. lo stile di roth era unico: influenza di jimi hendrix adattato ad una melodicità ed un’attitudine “metal” tutta nuova. tuttavia non mi sentirei di definire il suo stile di “allora” neoclassico, certo in the sails of charon c’è qualche scala armonica, in qualche altro pezzo qualche accenno alla musica classica (non più di blackmore comunque), ma niente di più. anche con i suoi primi album solisti la sua musica diventava più psichedelica che classicheggiante. dopo che yngwie è apparso sulla scena con rising force (una curiosità : l’illustarzione della copertina del primo album solista di roth s’intitolava “rising foce”), ha approfondito notevolmente quell’approccio alla musica classica che era si stato accennato a più ruiprese dai deep purple, emerson-lake-palmer, ecc.ecc. ma mai in quel modo. il modo stesso di suonare di yngwie (utilizzando soprattutto tre corde e vibrando tutte le note) era di chiara ispirazione violinistica; che dire poi della tecnica dello sweep nell’ambito della chitarra rock chi prima di lui l’aveva utilizzata in modo così sistematico? lo stesso album quasi totalmente strumentale era considerata una follia in chiave metal…insomma di lì a poco il suo stile saebbe stato uno dei più imitati dalle generazioni di chitarristi rock futuri. anche chi non lo ama non può non parlare di sweep per esempio… e non mi si venga a dire che ci si ispira allo sweep di jason becker chè è più complesso, sarebbe come dire che ci si ispira al tapping di jennifer batten e non a van halen.

  37. Secondo me è il chitarrista meno bravo che c’è in circolazione! è solo velocità, niente tecnica, stile del tutto assente! Devo dire altro?

  38. cioè l’avete visto il nuovo g3 a tokyo? cioè chi può mai paragonare malmsteen a satriani? o apetrucci o va? il g3 del 2003 lui non ha fatto niente girava solo nel palco facendo l’esibizionista e quando vai e satriani cercavano di fare melodia lui ci metteva quel pezzo veloce in mezzo! cioè… questo chitarrista me lo chiamate?

  39. Tanto per precisare:non so se hai visto l’ultimo g3,in quanto Steve Vai nei commenti definisce Petrucci “un ragazzo adorabile”.Mi sembra molto strano quello che dici…ma dove le prendi ste notizie?

  40. ma ki fa questi commenti assurdi? ma lo vogliamo capire ke se esistono i virtuosi della kitarra elettrica lo dobbiamo a lui? il buon vekio vikingo, la sua parte anke al g3 la svolta egreggiamente, il fatto ke sia così imitato ne rene onore in bene, ma purtoppo, essendoci molti cloni forse si perde di vista ke è stato il primo kitarrista , forse power- metal, dunque laviamoci la bocca prima di parlare così male di un mito come lui è vero ormai si è fermato nella ricerca musicale, ma rimane sempre uno dei + grandi al mondo

  41. sese ke dici ke c entra ke altri hanno copiato il suo stile non è assolutamente indice di qualità…

  42. a proposito di gusti personali sappiamo che la soggettività la fa da padrone, la musica dà delle sensazioni e se io mi emoziono ascoltando alex britti piuttosto che steve vai, nessuno potrebbe sindacare sulle particolari predilezioni. per un chitarrista ci si può emozionare, a seconda della prorpria indole, della propria formazione musicale ecc. per il feeling che il chitarrista esprime, per la grinta, la tecnica… ripeto è una questione soggettiva. un dato di valutazione “oggettivo” riguarda però l’innovazione, l’importanza storica: ad es. alex britti mi piace di più , ma non posso negare che steve vai sia “storicamente” più importante. ecco la questione yngwie sta proprio lì, e questo discorso vale per tutti i chitarristi storici (per rimanere nell’ambito della chitarra). quali sono stati di yngwie i lavori veramente importanti, cioè quelli che hanno definito il suo stile? sicuramente i primi quattro, dopodichè il suo stile si è assestato e di novità sempre meno… ma non potremmo dire la stessa cosa di van halen? eric clapton? jimmy page? gli stessi vai e satriani sono “fedeli” al proprio stile e quando se ne sono discostati (engines of creation, sex & religion) non è che abbiano entusiasmato (pur contando sempre di una qualità di fondo ottima). blackmore adesso suona l’acustica musica medievaleggiante, grande cambiamento, ma forse un pò tutti rimpiangiamo il ritchie elettrico. a questo proposito vorrei introdurre un discorso diverso riguardante lo stile: è meglio per un artista mantenere lo stesso stile (consolidandone la struttura) o cambiare continuamente? penso che quando un artista sia molto coinvolto nel proprio stile, sia molto passionale, difficilmente sarebbe disposto a cambiare; quando abbiamo di fronte chitarristi molto tecnici, che letteralmente saprebbero suonare di tutto, ecco che abbiamo un album acustico, uno jazzato, uno blues,uno rock e così via.paul gilbert secondo me è tecnicamente uno dei migliori chitarristi dal punto di vista tecnico, però non saprei definire un suo stile…

  43. Cioe’ non che mi prema particolarmente,ma tanto per essere ancora piu’ precisi,Suspended Animation(album solista di Petrucci)e’ uscito sotto l’etichetta discografica di Steve Vai!Poi hai perfettamente ragione per quello che riguarda i gusti o l’emozionalita’,ma Petrucci una star…….ridicolo!Lui e Portnoy non perdono occasione per tributare in sede live i loro idoli,come Master of Puppets,Number of the Beast,ultimamente Made in Japan dei Deep Purple….comportamenti non proprio da star….Saluti

  44. cazzo!!!!si puo’ sapere che cosa ci trovi di fenomenale in lui?ok,ammetto che la sua tecnica è indiscutibile,MA SA ANDARE PIANO O HA IL FUOCO NEL CULO?sinceramente da chitarrista ritengo che la velocità ,per quanto apprezzabile in un chitarrista, sia un fattore meno importante della passione che uno ci mette nei suoi pezzi.artisti come page,slash,clapton e knopfler ,sebbene tecnicamente meno veloci di yngwie,penso che non possano essere paragonati a lui.non penso che in assoli e/o canzoni come starway to heaven dei led,don’t cry e november rain dei guns,layla e tears in heaven di clapton;brothers in arms,tunnel of love di knopfler sappiano darti le stesse emozioni di un assolo super veloce di malmsteen…giudicandolo sulla tecnica probabilmente sarebbe uno dei primi ma in fatto di emozioni che sa dare a chi lo ascolta non lo ritengo un granche’…cmq resta allo stesso un grande chitarrista ma non dire che e’ il migliore…luca

  45. grande cristofer!cmq anke an evening with John Petrucci and Jordan Rudess è uscito con l’etichetta di Vai.poi perpiacere chi non sa non parli!!Petrucci è la persona piu umile del mondo!!non c’è bisogno di conoscerlo personalmente lo si vede dagli atteggiamenti!!qui le rock star mi sembrano proprio malmsteen e vai da come si conciano o dal ventilatore x fare scena o dalla chitarra con i tasti fluorescenti.John Petrucci è un musicista serio!!

  46. sono d’accordo con fulvio, malmsteen secondo me è un buffone, nn capisco perchè ad alcuni piacciano questi guitar heroes; io da chitarrista preferisco l’emozione alla velocità e infatti il mio idolo è il mitico Joe Satriani che malmsteen neanche col cazzo riesce a stargli dietro, nn per i tempi delle canzoni ma come bravura

  47. grazie hauntek almeno tu qui tutti nn sono d accordo…cmq nn per presunzione ma molte cose credo si capiscano solo se si suona.x capire a fondo le idee dei chitarristi e x me malmsteen è banale

  48. muoversi sul palco, far roteare la chitarra, suonare con identi o con la lingua…per qualcuno può essereun modo di fare spettacolo e divertire gli spettatori; che mi dite di jimi hendrix per esempio? alcuni preferiscono sentire dei live dove il chitarrista è immobile? bene, ma non è questo sinonimo di maggiore professionalità. poi a proposito dell’essere star o sentirsi star, ribadisco il concetto , è assodato che fare la star fa parte del personaggio malmsteen così come di steve vai, questo non vieta che altri facciano le star in altro modo e non solo sul palco. suono la chitarra da vent’anni e più , l’ascolto da sempre e ho sentito dire spesso a chitarristi che malmsteen e banale e superato , ma nessuno di loro (neanche i più famosi alivello nazionale con tanto di cd strumentali ecc.) quando ha suonato dei pezzi di yngwie è stato capace di suonarli allo stesso modo , con lo stesso feeling ( eh si solo un orecchio disattento non si accorge dei vibrati e della passionalità nelle scale di yngwie)… del resto, a proposito di interviste leggetevi cosa ne pensano steve vai , derek sherinian, satriani, blackmore, zakk wild, paul gilbert… credo che anche loro suonino la chitarra e che possano esprimere un parere sulle capacità di malmsteen.

  49. io preferisco un chitarrista immobile ad uno che suona solo veloce (perchè è solo quello che sa fare) e che nn sapendo che altro fare fa l’esibizionista, in poche parole… il buffone

  50. Hauntek nn è ke qui nessuno ci capisce nulla di musica ma è solo ke noi stiamo scivendo sul profilo di malmsteen quindi è normale ke i pareri sono discordanti con i nostri alla fine ognuno dice la propria ed è questo il bello.

  51. mi dispiace aver fatto diversi interventi su questo forum e non essere riuscito a spiegare il mio pensiero, del resto è questo un problema che si ha quando si comunica via internet. io non amo i guitar heroes, ma amo la musica ,tutta. semplicemente mi sono sentito in dovere di dire che la musica è un’arte per cui non è opportuno scrivere mi piace petrucci quindi malmsteen fa schifo, sarebbe come dire mi piace caravaggio michelangelo non sa dipingere. mi sembrano sterili discorsi da fans più che da amanti della musica. in particolare ho notato questo atteggiamento verso yngwie, del resto è vero che lui è un chitarrista (negare anche che suoni la chitarra mi pare proprio un’idiozia)che o si ama o si odia, però fa parte della storia della chitarra rock, punto. la categoria dei famosi guitar heroes è stata inaugurata proprio da lui. farei lo stesso se qualcuno criticasse jimi hendrix, blackmore, angus young (cosa che ho fatto), steve vai , satriani &co. ma l’accanimento è solo per lo svedese, probabilmente perchè molti che lo ascotano pensano a lui solo come ad un velocista senza cogliere altre sfumature secondo me più evidenti; poi ci si accorge che di più veloci ce ne sono eccome ed ecco che ci si sente ingannati e via critiche. se vogliamo parlare di tecnica pura basterebbe far riferimento ai jazzisti ed ecco che molti rocker spariscono, ma è proprio l’impostazione musicale diversa. dal vivo sarebbe fuori luogo vedere frank gambale suonare con i denti, se lo fa un chitarrista heavy fa parte dello spettacolo. la musica ha tante sfaccettature non bisogna pretendere di voler ascoltare sempre le stesse cose anche da artisti diversi in generi diversi. io personalmente se vado ad un concerto metal voglio vedere i fuochi d’artificio, da john scofield mi aspetto cambi di tempo incredibili, in un concerto di ligety sperimentazione pura. aso che anche questa volta non avrò chiarito profondamente il mio pensiero però vorrei rispondere a delle mail dicendo che ho citato loureiro, ross e romeo perchè hanno qualcosa nello stile in comune a petrucci non perchè fossero i più bravi, del resto come giudicare il più bravo: dalla velocità (george bellas non è male), dalla versatilità (kotzen, greg howe), dalla melodicità (satriani, zaza), dalla ricerca del suono (vai, mattias eklundh)…ecc. sempre per rimanere in ambito rock. insomma il problema tecnico è sterile, l’importante è avere una “propria” tecnica ed essere il migliore in quella.

  52. scusate…. ascoltate il gruppo che ascolto io di solito (è molto pesante ma sono bravi) ascoltate i necrophagist, nel brano only ash remains… sono dei mostri, il bassista suona con tutte le 4 dita della mano destra (e tiene tempi da paura), il chitarrista nn gli fa capire niente a malmsteen, e il batterista è velocissimo, fa dei giri di doppia cassa che sono spaventosi che senza offesa portnoy neanche nei sogni li fa. aprite i vostri orizzonti e ascoltate altro apparte questo chitarrista passado di moda!!!

  53. friedman era una dei bravi che ho citato, infatti che ho detto? nn nomino gli altri perchè nn c’è bisogno

  54. ragazzi….qui si rischia di esagerare.bisogna usare 2 pesi e 2 misure…non si può far passare malmsteen per un dio delle 6 corde,ma neanche considerarlo un brocco!

  55. cmq ragazzi partendo dal presupposto ke nn mi piace malmsteen.. ma credo ke cn le critike (in prims io)ci siamo andati troppo pesanti..cioè alla fine l abbiamo ritratto come uno zappatore..

  56. Tecnicamente niente da dire,per il resto lascia molto a desiderare,un pc e’ piu’ emozionante,poi che cazzo si corre sempre!?boh

  57. conciato in quel modo fa veramente cagare!Un porco vestito tutto di pelle uahuahauhuahaahhah!Parlando di tecnica..si quella c’è non c’è la melodia!Sembra che ha un metronomo fra le chiappe!INESPRESSIVO E NOIOSO

  58. Tanto che criticate, vorrei vedere voi a prendere un vibrato con la furia che lo contraddistingue. Ha uno stile unico e subito riconoscibile, nonostante centinaia di chitarristi lo imitano. I gusti sono gusti ma una persona che suona bene la chitarra e sa che vuol dire sudare sullo strumento non può dire che Yngwie non abbia un tocco micidiale, e mi ripeto UNICO.

  59. Da chitarrista dico questo:Malmsteen ha tanti imitatori proprio perchè rifacibile(basta un po’ d’esercizio e rifai qualsiasi suo pezzo);Vai anche quando il pezzo è più lento è molto più difficile da rifare,ha un tocco che se non è quello, il pezzo non “funziona”.Malmsteen plettra e basta

  60. bene,allora prendi gli spartiti di far beyond the sun o black star e suonali nota per nota…voglio proprio vedere se in una settimana riesci a riprodurre due battute come si deve. Di tocco ne ha da vendere…a sostegno di ciò ti consiglio di ascoltare tutto l’album “rising force” e magari il solo iniziale di “dream on” nella cover degli aerosmith eseguita in coppia con Ronnie James Dio. In quanto alla plettrata, chi conosce bene malmsteen sa che molte volte adotta la cosidetta plettrata mista (soprattutto in modo ascendente)cioè plettrata sweep(in stile gambaliano per capirsi) alternata a legati. ne consegue un suono molto più rotondo rispetto ai plettratori (petrucci,gilbert…).

  61. Caro Fenderman,non solo un chitarrista mediocre come me ti rifà 2 battute identiche in una settimana ma almeno mezzo cd!!Malmsteen è (stato) un grande come innovatore del genere,amalgamando metal e musica classica ed è quì che va apprezzato,quanto al resto(tecnica)…è secondo a tutti i suoi “colleghi”:non scomodiamo Gambale che è di un’altra “parrocchia”,basta prendere Becker e Friedman per trovare una sweep decisamente superiore;come plettrata Petrucci e Gilbert sono più puliti e anche più veloci,il tapping lo fa in maniera elementare(del resto lui non lo ama)e per quanto riguarda il “tocco”…beh è un termine che non conosce proprio.Credimi,a livello tecnico Malmsteen è fondamentalmente “palestra”…e neanche tanto dura

  62. Roberto, tra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare…dimmi la verità:hai mai guardato la trascrizione di un suo pezzo?sopratutto nei primi album(i migliori, gli ultimi non fanno testo)si trova a fatica una figura ritmica per cosiddire “canonica”. Gruppi irregolari che se presi in modo diverso dal suo, è inutile, non conferiscono al brano il sapore che solo lui sa dare.

  63. che yngwie sia stato un innovatore non c’è dubbio!basta vedere quanto se ne parla ed il fatto che comunque tutti hanno un’opinione (positiva o negativa)piuttosto ben definita su di lui..sinceramente non capisco perché venga preso come punto di riferimento come chitarrista ultratecnico…lui non è affatto questo!!certo, van halen è stato il primo a sviluppare il tapping ad ottimi livelli, ma è stato in questo superato.lo stesso vale per malmsteen,che com’è già stato ricordato in vari commenti non mette affatto la tecnica al primo posto…tutt’altro!!e poi, scusate, ma yngwie non è affattto banale!è sicuramente ripetitivo, si sarà sicuramente fossilizzato sul suo stile (e magari non è detto che questo sia proprio un male al 100%), ma di sicuro non è banale!le strutture armoniche che usa non sono affatto semplicistiche come qualcuno afferma, stiamo parlando di un chitarrista che ha una conoscenza enorme della musica classica,in tuue le sue sfaccettature e che è stato uno fra i primi a suonarla in maniera completa e complessa sulla chitarra elettrica;se poi vogliamo parlare delle sue carenze,dire che le sue improvvisazioni “blues” molte volte risultano fuori luogo, anche secondo me è vero, ma questo è tutto un altro discorso…inoltre è assurdo dire che non ha tocco!!basta sentire

  64. a tutto ciò che ho già scritto in proposito vorrei aggiungere un ulteriore pensiero alimentato dalla frase di qualcuno che ha scritto che malmsteen ha si inventato uno stile ma è stato superato da tantissimi in quello stile; vorrei ricordare che un’artista che crea un proprio stile non può essere superato semmai imitato. suonare più veloce o più pulito non significa superare, sarebbe come se uno scultore realizzasse le opere non finite di michelangelo facendole ben levigate…

  65. piccola rettifica per paganino…condivido pienamente il tuo pensiero, ma se è stato alimentato dal mio commento,se leggi bene, io ho parlato del fatto (visto che molto spesso yngwie viene considereato soltanto per l’aspetto tecnico, cosa che come hai già detto tu ed io ho già ribadito, è totalmente sbagliata!)che c’è qualcuno un po’ migliore di malmsteen dal punto di vista prettamente tecnico-esecutivo(e qua entrano in gioco il suonare più veloce e più pulito),sicuramente non dal punto di vista stilistico!!ovviamente non si può”superare” malmsteen(non ha neanche senso fare affermazioni del genere!) su uno stile che ha inventato lui;proprio da questo suo essere innovatore ed inventore di uno stile deriva tutto il suo spessore e la sua importanza come chitarrista e come compositore!è logico che suonare più veloce e pulito non può significare superare stilisticamente…stavo parlando puramente di tecnica!!ribadisco ovviamente che come yngwie c’è soltanto lui, nel senso che rifare nota per nota i suoi pezzi è sicuramente tutt’altro che facile, ma inoltre il suo tocco è assolutamente unico e distintivo(ho già spiegato che basta sentire un vibrato, e non quelle scale a velocità mostruosa che lui esegue, per riconoscere il maestro)ed è quello che fa di lui un chitarrista unico!insomma,paganino, come avrai già notato ripeto che sono pienamente d’accordo con te(anche nei commenti vecchi),stavo semplicemente dicendo le stesse cose…

  66. Ho sempre considerato come artisticamente bello (perchè la musica è un’arte e non “fitness della nota”)qualsiasi cosa capace di emozionarmi,di accelerare il battito cardiaco,di eccitarmi.Adoro decine di chitarristi,chi per un solo pezzo, chi per due,chi per un solo album…Il mio podio personale è ovviamente costituito da coloro che sono riusciti per più tempo a darmi emozioni e sono (non dico in quale ordine):Van Halen,Vai e Malmsteen.Van Halen per l’originalità delle composizioni,delle ritmiche e la sua imponente “presenza” nel gruppo che sembrava essere costituito per l’80% da lui solo.Vai per la capacità di non essere mai banale anche nelle frasi più semplici,di non scadere mai nel narcisismo,di usare la tecnica non come fine a se stessa(autocelebrativa)ma come mezzo al fine di emozionare.Malmsteen perchè suonare pezzi strutturalmente violinistici in basi metal è oggettivamente un bel sentire adrenalinico.

  67. ciao jason, non mi riferivo al tuo commento, ma a quanti (e sono molti) nei vari forum scrivono “che ormai decine di chitarristi hanno superato malmsteen nel suo stesso stile”…

  68. Ragazzi, c’è poco da dire. Malmsteen è un tamamarro, privo di gusto e questo lo dimostrano i suoi soli spesso esagerati. in più è incapace di suonare altro genere al di fuori del suo. per fare un esempio notare come accompagna male i brani di hendrix nel g3. è una bestia. inoltre sta sulle scatole a tutti e si prende pure le botte.

  69. Un grande chitarrista,nulla di particolare esclusa la solita tecnica stratosferica e 200 note al secondo.Freddo,dovrebbe togliere un po di tecnica e mettere un po di cuore e di vecchio blues che nn fa mai male.Cmq un grande chitarrista.

  70. Che dire, Malmsteen è una belva, tecnica lussuosa, pulizia degna dello Svelto, energia da vendere, un vibrato che ti fa drizzare i capelli, un grande.

  71. è curioso pensare che a proposito della performance col g3 io la pensi in maniera esattamente opposta a Gabriele. tanto che pensavo che satriani e vai per convincere yngwie a partecipare al concerto (erano anni che joe glielo proponeva) gli abbiano concesso di “apparire” un pò più di loro.infatti, nella jam steve e loe sembrano le ritmiche e yngwie il solista che incastona qua e là piccoli assoli durante l’accompagnamento. in voodoo chile, addirittura le “ritmicone” dei due coprono l’accompagnamento più propriamente hendrixiano di malmsteen fatto di note che riprendono il cantato (sentire lo stesso brano suonato dal solo malmsteen),. l’assolo di little wing di malmsteen è quanto di meglio offerto da quel concerto (sia dvd che cd, benchè yngwie modifichi le note): tecnica, ma soprattutto, contrariamente a quanto sostiene gabriele, gusto.anche la scaletta del live è stata stravolta nel dvd e cd, per cui malmsteen che in realtà suonava sempre per primo , è l’ultimo a suonare, come di solito avviene per il gruppo di punta in un concerto con più gruppi. inoltre la scaletta dei brani di steve vai è sicuramente la più scarsa presentata da steve nei tre g3 finora editi, per cui seppur sempre fenomenale diciamo che secondo me non era al massimo. che malmsteen sia un tamarro è fuori di dubbio, del resto anche maradona lo è, ma ciò non gli ha impedito di essere uno dei migliori calciatori di sempre. la storia è piena di artisti tamarri , del resto io malmsteen preferisco ascoltare la sua musica , di passare la giornata con lui non ci penso proprio.

  72. parole sante!!(mi riferisco al commento sotto)il paragone con maradona è molto calzante…anche se yngwie fosse la persona più odiosa del mondo(non sto dicendo che lo sia!),questo non toglie nulla alla sua musica!

  73. Salve a tutti… Mi sono ritrovata x caso a leggere i vostri commenti su Yngwie… Beh… Credo proprio ke ci siate andati giù in modo TROPPO PESANTE! Dalle vostre parole lo avete descritto come una sorta d’incapace ke vuole fare il kitarrista virtuoso ma ke in realtà dovrebbe darsi all’orto!… Lo avete ritratto come un essere, o sarebbe meglio dire un buffone, di plastica, senz’anima, fatto solamente di pantaloni e giacche di pelle, collane e bracciali pakkiani, metronomi a 200 ed acrobazie con la kitarra! Beh… Io non sono poi così d’accordo con voi!! Ma mi kiedo una cosa… Cos’è davvero la musica x voi? X me è espressione di se stessi… della propria anima! Ecco xkè credo ke Yngwie non possa essere così… Altrimenti cm potrebbe mai far musica se non avesse dentro di se un’anima da esprimere? Ognuno di noi ha un proprio kitarrista del cuore… Il proprio “santino”… Ma non credo ke x qst sia giusto criticare gli altri cm voi tutti, o quasi, avete fatto con Yngwie! Parlate tanto con disprezzo del suo carattere di merda e del suo modo di criticare tutto e tutti e poi voi siete i primi a fare lo stesso verso di lui?! Non vi sembra una contraddizione troppo grande?! A me sinceramente si! Io, da piccola ed insignificante kitarrista ke sono, APPREZZO DAVVERO TANTO il grande Malmsteen, ma non x qst mi metto a sparlare di tutti gli altri kitarristi quali Vai, Satriani, Morse, Petrucci, ecc… Ogni kitarrista è un mondo a sè, impossibile da paragonare ad altri e da giudicare in base a questo… E poi ricordate sempre una cosa: la musica non è competizione… non si tratta di podi da conquistare o di medaglie da vincere… la MUSICA VERA è riuscire a mettere a nudo la propria anima ed il proprio cuore… il VERO ARTISTA è colui ke emoziona davvero (basta anke una sola xsona su tutta la faccia della terra ke si emozioni davvero!)… è posso assicurarvi ke in quanto ad emozioni Malmsteen è un GRANDE! Xciò vi prego, smettetela di criticarlo così aspramente xkè non lo merita!!!

  74. Troppo legato alla chitarra classica,non riesce a sfruttare pienamente le doti di quella elettrica!veloce si ma la tecnica è tutt’altra cosa..di velocisti ce ne sono a bizzeffe anche meglio di lui!i suoi assoli sono ripetitivi!la sua velocità impressiona a primo impatto ma andando oltre c’è poco o niente!anche se il sou modo di fare rock è abbastanza personale!

  75. Dai commenti che ho letto mi pare di capire che qui nessuno ha mai suonato la chitarra: il bello è che in certi chitarristi di questo sito (certe scarpe vecchie)ci siano dei commenti di elogio!SIETE PROPRIO NELL’ASSURDO:ma come si fà a criticare Malmsteen? chiunque provi a suonare la chitarra diventa scemo per cercare di rifare una sua scala, e voi sparate sentenze in questo modo? sapete che vi dico, non capite proprio una mazza di chitarra.

  76. …se solo si vestisse da bravo ragazzo…eheh! Bravo ma ho il piacere di non conoscere abbastanza il suo repertorio, dopo 2 min mi butta ansia! Meglio Paul Gilbert che oltre a essere più simpatico non smetteresti mai di ascoltarlo

  77. troppo legato alla chitarra classica?!la chitarra classica e la letteratura per chitarra classica sono ben diversi…semmai è troppo legato al violino!sempre un grande

  78. Vorrei spendere due parole per quello che da molti è considerato il migliore al mondo….MA SIAMO DIVENTATI SCEMI!!!!!Malmsteen nn è altro che un poveraccio che suona le solite cose da 20 anni cn di mezzo la solita scala.Se lui poi e anche espressivo allora Hendrix,Blackmore,Page ecc.. sn degli dei in terra.Inquanto a tecnica poi ci sn almeno 200 chitarristi che lo superano esempio Jason o Vai o Satriani e potrei continuare cosi ancora molto allungo,Gilbert,Petrucci ecc.Malmsteen nn ha capito che se vuole riuscire in qualcosa deve prendere la zappa e darsi a l’orto.

  79. è l essere più mostruoso ed allucinante ke sia mai esistito nel mondo chitarristico. Stra-imitato, (da me in primis) originale nel suo stile, eclettico di un virtuosismo ke nn stanca mai!! E’ la reincarnazione di Paganini, perchè tra le mani nn ha una chitarra ma un violino a tutti gli effetti.

  80. la musica non è velocità!è emozioni!e non è solo chitarra!esistono chitarristi cmq molto veloci che pero sanno fare bellissimi assoli e canzoni(john norum,kee marcello,…).il giorno in cui malmsteen riuscirà a farmi assoli belli come quelli di Slash su estranged o november rain oppure come quelli di Brian May su bohemian rhapsody o hammer to fall o degli Europe:heart of stone o superstitious allora mi inchinero a lui!fino a quel giorno i miei dei della chitarra sono questi!

  81. HA HA! beh pietro mi ha fatto fare 2 risate… dice bene.. ma non bisogna esser troppo duri. è comunque un gran chitarrista e ha uno stile suo particolare

  82. ragazzi,credo che siate andati giù pesanti con Yngwie! sono d’accordo con LOI81,dorko e altri che nn cito.O nn capite nulla di musica o nn capite niente di chitarre.La vera musica,sapete meglio di me,è quella classica, e tutto ciò che deriva dalla classica è buona musica. Yngwie è stato il padre di ciò e voi lo sapete benissimo, per cui dico ai profani di nn stare a fare commenti solo per far sapere agli altri che esistete, sarebbe invece più utile che il tempo che perdete a fare questi commenti stupidi,lo passiate a fare del bene che c’è tanta gente che ne ha bisogno!!!

  83. Sbaglio o qualcuno dubita dell’immensità di MALMSTEEN? Non toccate il MAESTRO!!!

  84. lo trovo bravissimo pero’ e scarso..e bravo nelle scale soprattutto in quelle a chiocciola..imprendibile negli ascensori pero’ ogni tanto stecca sui parquet..trovo migliore di lui solo lui…di lui amo quando starnutisce con gli occhi aperti..molto bravo a far scoppiare i petardi e a uccidere i vecchi..famoso per infilarsi 50 stuzzicadenti nel naso…mattiaaaaaaaaaa vien qua..

  85. sono un bassista pero’ yngwie e il mio preferito…mi piace come suona e soprattutto i suoi capelli…

  86. dopo averlo visto nel g3(per la prima volta),e comprato alcuni suoi dischi, reputo malmsteen il + grande.Poi: MA AVETE VISTO IL G3!!!!

  87. l’altro giorno vi raccontavo di mio nonno,no..mi parlava spesso di Yngwie,no..ebbene,ho scoperto che mio nonno ha un vinile de”gli spavaldi”,il primo complesso in cui suonò Roberto,un suo caro amico col quale condivideva questo interesse per Yngwie…mio nonno all’epoca di quella registrazione aveva da poco lasciato il paese e con sè aveva portato alcuni ricordi tra i quali questo vinile…”…se ci arrabbiamo” era il titolo,sì..una buona produzione,un buon sound per l’epoca..Roberto suonava una Stratocaster,proprio come Yngwie..lui l’avrebbe preferita bianca ma l’esigenza di dover suonare in pubblico lo costrinse ad acquistare l’ultimo modello rimasto nel piccolo negozio sotto casa,di color rosa pallido..comunque il resto magari ve lo racconto un’altra volta

  88. forse può sembrare ripetitivo avvolte ma secondo me è il chitarrista più tecnicamente bravo…bisogna considerare anche che YM è un autodidatta.secondo me è il migliore prima di satriani petrucci e steve vai…che ne dite?!

  89. non ho mai visto nessuno fare le scale veloce come lui. neanche mio cugino, e lui le fa a due a due…

  90. …Malmsteen è bravissimo ma ha anche molto sentimento in quello che suona.Non fa solo scale alla velocità della luce ma ci mette tutta la melodia del ’600/’800..

  91. x giovugo – io son d’accordo con te però ritengo che il problema sia proprio quello,e cioè l’aver messo la melodia del ’600/’800..io penso che se avesse sfruttato melodie,che so,dal 1527(dal sacco di Roma per intenderci) al 1834..forse ci piacerebbe di più

  92. Quanto è importante autoconvincersi che un Petrucci sia più bravo tecnicamente di un Malmsteen o viceversa? Chi ascolta musica “per chitarra” se così vogliamo chiamarla, oggi si riempie la testa e la bocca di tanti pensieri e critiche da fare ai singoli chitarristi, convincendosi di essere un grande critico ed esperto dello strumento senza dire nulla e soprattutto perdendo di vista la cosa che più di tutto dovrebbe essere analizzata: la MUSICA!!!!!!

  93. Salve a tutti,sono un grande appassionato d chitarra,ma diciamo della musica in generale.Ho acquistato alcuni cd del citato Malmsteen,visto che molti dei miei amici ne parlavano molto bene,dicendo addirittura che fosse il migliore del mondo.Cosi incuriosito ho anche scaricato il G 3 ed ho acquistato trilogi.Ora nn so voi ma a me e sembrato monotono negli assoli,nonostante molte volte la canzone si era rivelato un ottimo pezzo molto orecchiabbile,soprattutto per gli amanti del progressive e del power cm me.Eccessivamente esibizionista tenta di stupire con la velocita applicata sempre sulla stessa scala senza dare senzo ai soli,cosi da annoiare terribilmente.Poi al G 3 si e messo in ridicolo rovinando un’assolo cm quello di Little Wing solo per mostrare la sua velocita,ma poi Steve Vai gli ha mostrato un po di Tapping e di velocita sempre mantenendo coerenza cn la canzone,e Satriani lo definitivamente smontato cn un assolo lento ma carico di passione.Insomma Malmsteen sara veloce ma la velocita nn e tutto,altrimenti basta un po d’esercicio per essere dei grandi chitarristi,invece i grandi si distinguono per inventiva orecchio capacita di creare ed altro.Hendrix Blackmore Page erano geni,Mamlsteen solo un buon chitarrista.Quindi concludo dicendo che l’unico DIO DELLA CHITARRASARA SEMPRE HENDRIX SENZA OMBRA D DUBBIO,e Malmsteen potra andare veloce quanto vuole ma ce chi ha doti da genio e chi tenta di copiare senza troppi risultati.BASTA DIRE CHE E IL MIGLIORE NN E COSI.

  94. Indubbiamente un grande, tecnicamente mostruoso e precisissimo… a mio avviso xò pecca troppo spesso di monotonia e cerca troppo frequentemente il virtuosismo diventendo il più delle volte ripetitivo…!!!

  95. IL discorso di base è ke malmsteen si puo permettere di essere sbruffone perchè suona la chitarra come se si stesse allacciando le scarpe.Nel G3 è evidente inoltre la soggezione di vai di fronte all’inegualiabile chitarrismo e personalita di malmsteen.Mi sembra stupido denigrare un artista solo perchè dotato di talento difficilmente riproducibile e gli attacchi mossi contro questi mi sembrano soltanto scaturiti dall’invidia.PS:senza il chitarrismo di malmsteen credo che molti a quest’ora farebbero un altro lavoro

  96. Io sono un vecchio appassionato dello schredding quindi non posso non aver ammirato le eccezzionali doti di Malmsteen in particolar modo la fluidità e velocità,però credo che tecnicamente non sia completo.Sono un suo fan ma dopo aver ascoltato Kiko Loureiro (che tra l’altro ha solo 30 anni)sono rimasto allibito!Non esiste che Malmsteen suoni con la tecnica due mani ovvero tapping a 8 dita:armonia sinistra e melodia destra.Disumano,altro che satriani e Vai!A volte oltre il talento anche il conservatorio e lo studio hanno il loro peso!Ps.tra l’altro anche la fluidità e velocità sono più che malmsteeniane!un vero mostro alieno!

  97. Salve sn di nuovo io.ho letto alcuni commenti di risposta al mio e mi ha fatto piacere.Cm gia detto in precedenza sn un’appassionato di chitarra e vorrei far notare che quando si mostra cm un chitarrista nn ecceda in qualcosa nn vuol dire che lo si sta insultando,ma si vuole semplicemente esprimere un parere su cio che si e visto ed ascoltato.a mio parere Malmsteen dovrebbe considerare che e anche bossibile essere bravi chitarristi senza dover per forza andare a 2000 all’ora.PER RISPONDERE A FABIO STEVE VAI NN ERA IN SOGGEZZIONE DIFRONTE A MALMSTEEN,TENTAVA SOLO DI CAPIRE CS STAVA FACENDO VISTO CHE I SOLI DI MALMSTEEN NN C’ENTRANO MOLTO CN LA CANZONE SU CUI SI STA INPROVVISANDO.Ripeto se basta andare a 2000 all’ora sulla chitarra per essere considerati grandi,allora fra qualche anno avremo milioni di ragazzi che sanno fare le varie scale a 300 di metrono senza un senso.QUINDI MILIONI DI GRANDI CHITARRISTI?!?!? O SOLO UNA MASSA DI INPEDITI.RITENGO CHE LA CHITARRA SIA EMOZIONE,POI VIEE LA TECNICA.SPERO DI NN AVER URTATO NESSUNO ESPRIMENDO SOLO IL MIO PARERE.GRAZIE

  98. leggendo alcuni commenti ho constatato che tanti non hanno capito proprio una mazza di malmsteen..secondo me è fuori posto dire che malmsteen sia mostruoso tecnicamente e sia velocissimo..lui possiede una buona tecnica ed è veloce quando basta per non essere inutile..(esempio:chris impelliteri è inutile)..lui è ripetitivo..i soli si somigliano molto tra loro..ma la forza di malmsteen stà nel tocco..nell’esprimere le sensazioni sanguigne..basta sentire i sui bending, il vibrato molto esteso..è li la sua forza..il fatto che sia rimasto immutato negli anni non va criticato..perchè dovrebe cambiare..si è caratterizato così..se cambiasse non sarebe più se stesso..va apprezato per quello che è. Poi secondo me Petrucci è estremamente soprovvalutato..sara più bravo tecnicamente..ma come molti giustamente hanno sottolineato la tecnica non è tutto!!basta vedere come si muove sul palco..sembra una mummia rinsecchita senza un briciolo di carisma..non bisognerebbe neanche metterli a paragone..malmsteen è un pioniere..ha innovato.Petrucci in prima persona che cavolo ha fatto??niente..fa solo sestine a trecento all’ora che possono stupire solo i più ignoranti..!!!

  99. …Se adesso esce fuori una baggianata del tipo che al conservatorio ti insegnano pure a fare il tapping a 8-10-20 dita,quelle dei piedi comprese,allora stiamo messi proprio bene…..

  100. Non ho mai affermato che in conservatorio insegnano ad utilizzare la tecnica del tapping a 8 dita,non fraitendermi Riccardo,dico solo che il conservatorio può senza dubbio completare un artista che ha già feeling con lo strumento.In ogni caso probabilmente non conosci un certo Stanley Jordan(suona soltanto con il due mani),un vero fenomeno,altrimenti non sottovaluteresti la bellezza e lo stile di quella tecnica oltre che alla difficoltà immane.Tutto ciò per dire che si Malmsteen é un grande!però non bisogna mai commettere l’errore di chiudersi e fossilizzarsi su qualcuno o qualcosa.C’é sempre da imparare,anche nella musica.Se fossi meno scettico e più desideroso di conoscere anche nuovi musicisti altrettanto bravi ti arricchiresti culturalmente.Non dimentichiamo poi che Malmsteen stesso é sempre stato abbagliato da un certo Allan Holdswort,un suo idolo al pari dei vari Blackmoore e Hendrix.Non fossilizzatevi!!!!!Consiglio ai fan del Maestro di ascoltare ’Truth in shredding’ di Holdsworth (o altro di suo),poi ’Standards’di Stanley Jordan,

  101. Tony: Purtroppo per te conoscerò la musica di Stanley Jordan praticamente dapprima che io cominciassi a prendere in mano la chitarra..dunque passano quasi ’na decina d’anni,d’altronde puoi vedere un mio commentino sul suo profilo vecchio già di qualche mese..

  102. secondo me è il miglior chitarrista neo-classico che sia mai esistito, se poi vediamo la velocità e la tecnica che ha…c’è solo da mettersi le mani nei capelli.

  103. E’ unico nel suo genere. Grande. Molti chitarristi power-metal ormai lo scopiazzano come dannati. I primi lavori mi son piaciuti tantissimo, sono dei capolavori ma negli anni ormai è monotono……. è arrivato dove doveva arrivare ed ha fatto quello che doveva fare.

  104. Ma…secondo me dovresti ascoltarti il suono di un certo David Gilmour su quello che secondo me è uno dei più bei concerti della storia del Rock. P.U.L.S.E.

  105. Guardate in questa pagina quanti commenti inerenti ad Yngwie! Possiamo notare come lui sia tanto amato ed odiato da milioni di fans ma con questo posso dedurre che alla fin fine…sotto sotto… con tutti i pregi ed i difetti che possa avere, vi piace comunque e lo invidiate tanto! Eh eh eh!!!! Oggi come oggi ormai è ripetitivo, bisogna dirlo ragazzi, quello che doveva fare lo ha fatto, ma rimarrà sempre un grande musicista! The Queen Is In Love….cantava Joe Lynn Turner

  106. ragazzi volevo soltanto ricordarvi che ha una chitarra quasi impossibile da suonare perchè i tasti sono molto scavati. questo secondo me riesce a limitarlo nella velocità (oltre gli anelli che gli peseranno sicuramente). Dategli una fander normale e fategli togliere gli anelli…. secondo me andrebbe ancora più veloce. non lo ritengo il miglior chitarrista perchè i suoi soli sono solo delle scale ma la per quanto riguarda la tecnica non c’è niente da dire. rimane il miglior chitarrista in velocità. Up The Iron

  107. Una sola parola “SOPRAVALUTATO”…Veloce,ma comunque il Guitarhero PIU’ SOPRAVALUTATO DELLA MUSICA CONTEMPORANEA…Potrei elencarne almeno 100 meglio di lui,solo nel suo genere! ANCHE PERCHE’ E’UN IMITATORE DI SE STESSO…NOIOSO,PALLOSO,EGOCENTRICO TAMARRO!Sarebbe ora che si ritirasse dalle scene…sono 10 anni che fa degli album fotocopia!

  108. Che dire di Yngwie Malmsteen…un chitarrista o meglio un musicista davvero fenomenale…tecnicamente mostruoso….musicalmente mostruoso…capacità di comporre spettacolare…il suo modo di proporre le scale…sentire pezzi come “Evil Eye” o “Far Beyond The Sun” mi fanno venire la pelle d’oca…la plettrata…il sound, cosa riesce a fare con quei Pick-Up…tecniche spettacolari, cito solo gli Sweep Semidiminuiti per dare un idea…Yngwie è nell’olimpo dei chitarristi e ci rimarrà…e non venitemi a dire che rovina tutto con la tecnica…un vero chitarrista riesce a far combaciare tecnica ed emozione ed in questo Malmsteen è un grande, al pari di Steve Vai, Joe Satriani, Paul Gilbert, Jason Becker…Un chitarrista davvero inespressivo e PRETTAMENTE tecnico?Semplicissimo : PETRUCCI…detto ciò vi saluto!!ROCK YOUR SELF!!!!!!!!!!!

  109. A me è l’assolo di Malmsteen di Little Wing nel g3 è piaciuto e lo trovo molto più azzecato di quello di Steve Vai, mentre quello di Satriani forse è quello più orecchiabile. Cmq tra i tre Malmsteen è quello che sembra avere un qualcosa in più…sarà forse la Stratocaster…pur non negando che tutti e tre siano chitarristi eccezionali io non oserei mai paragonarli al genio puro di HENDRIX

  110. yngwie è unico! pulizia, tecnica , gusto….parole dette mille volte ma che solo con lui acquistano un senso ben preciso…..tanti sono mostri tecnicamente, ma se si parla di improvvisazione la sua velocità di pensare prima di fare non ha paragoni……….molti altri che suonano solo cosa scrivono a volte fanno fatica per niente, e finiscono col fare temi stupidi. è vero che può annoiare dopo un po perchè sono più di 20 anni che fa la stessa roba ma in questo mondo dove tutti sono saputi ma nessuno ha capacità critica…e se non capite con le parole che ho usato allora prendetevi una chitarra e iniziate a suonarla come cazzo si deve!

  111. Malmsteen può essere veloce o tecnico quanto vuole, ma nn riesce a trasmettere nulla attraverso le sue canzoni

  112. beh dire che vai al g3 era impacciato per colpa di malmsteen non direi proprio. malmsteen oltre che preoccuparsi solo di far girare la kitarra intorno al corpo (cosa che vai faceva 20 anni fa) dovrebbe stare a sentire quello che suona…

  113. Critichiamo pure quanto vogliamo ma facciamolo con oggettività e soprattutto con COERENZA(sembra un’optional ormai sta parola..).

  114. malmsteen è semplicemente il migliore, ucciderei tutti quelli ke ne sparlano.loro devono sentire Concerto Suite for elettric guitar and orchestra in flat minor op.1 e dopo puo parlare e vorrei aper poi di tutti quelli che ne sparlano quanti suonano come lui o meglio?

  115. Sinceramente un chitarrista che riprende la musica classica, la rende,a mio parere,priva della sua vera espressione e la valorizza solo tecnicamente è uno che non sa cosa fare dalla mattina alla sera se non diventare più veloce di tutti…Nell’improvvisazione del g3 a Denver è stato umiliato per quando riguarda la varietà di tecniche

  116. io vorrei mettere a confronto (per quanto possibile) malmstee con satriani e Vai.di recente ho aquistato il dvd del g3 live in denver, e guardando la jam finale ho notato una cosa..malmsteen è stato la vera rock-star della jam, la vera bestia da palco..fantastici chitarristi Vai e Satriani (magari suonare come loro, ci metterei la firma!!) ma come “potenza rock” sul palco il malmsteen si è dimostrato inarrivabile (attenzione, n stò parlado di tecnica o cmq di solismo..) anche per 2 personaggi come satriani e Vai, che sembravano quasi a disagio dalla presenza prorompente (forse un pò troppo arrogante?! in alcuni casi penso di si..) di yngwie..non favorisco uno nè l’altro, ammiro allo stesso modo tutti e tre, però guardando il dvd mi è venuta fuori questa considerazione!

  117. ho adorato yngwie nei primi album (il primo da mandare anche su martex farlo conoscere agli alieni),ma ora è davvero ripetitivo e purtroppo non ha più neanche l’appeal della velocità in quanto surclassato da gilbert,rusty,angelo,gambale….

  118. X davide….ho notato anch’io questa cosa,ma bisogna considerare che Vai e Satch ci sono sempre al g3 e può essere che abbiano lasciato spazio a Malmsteen,visto che per lui non sarà l’inizio di una serie di g3.A mio parere non c’è storia con il g3 nel quale c’è Petrucci.

  119. x fabiox: ti do ragione. la tua osservazione sul fatto che satriani e vai abbiano voluto in qualche modo “lasciare spazio” di sfogarsi a malmsteen è un’ipotesi valida,anche perchè non mi risulta che abbiano fatto altri g3 con lui…effettrivamente il 2003 può essere considerato un g2 più uno special guest d’eccezione, ovvero malmsteen ,ke a me piace anche se nella jam finale forse ha fatto un po troppo l’arrogante, prendendosi spazi che forse dovevano essere lasciati alle ritmiche..atteggiamento che un signore come john petrucci non farebbe mai,effettivamente i g3 con lui sono veri è propri g3 nel senso ke nessuno dei 3 vuole in qualche modo prevalere sugli altri 2…a me quei ragazzi piacciono tutti, ognuno con il suo stile, quindi se anche uno dei 4 pecca un pò di protagonismo eccessivo….pazienza,ma lo spettacolo mi piace ugualmente!!

  120. Per me è il peggiore fra i migliori….perde tempo….suona come 20 anni fa…..non è molto tecnico….superato….per me era un grande all’inizio…..direi geniale…ma adesso ha perso molto.Sa fare musica ma vede solo stesso.Io comunque ci sono cresciuto, l’ho studiato molto e quindi nonostante tutto lo adoro!Al cuor non si comanda…però che delusione Yngwie!S’è fermato……un dio allora, adesso monotono e superato di gran lunga….però è sempre lui!!!!

  121. Informo i gentili ascoltatori che Malmsteen rientra si nella categoria dei chitarristi tecnici, ma non è molto tecnico.Il virtuosismo è un lato della tecnica.Fa uso vero di sweep, ma il suo modo di comunicare atraverso la chitarra e cioè attraverso la tecnica tende ad avvolgersi su stesso e quindi a ripetersi.La tecnica è come un vocabolario….più vocaboli ci sono più forbito sarà il discorso che pronunci.Malmsteen continua da tempo ad usare gli stessi vocaboli annoiando quindi chi ascolta.La fantasia è molto importante per un chitarrista.Io critico Malmsteen, ma nel mio fondo comunque lo apprezzo perché sapessi io usare bene quei 4 ” vocaboli ” che usa lui!!….E chi ve lo dice che non ci riesca?!Ihihihihihihihi!Meglio una nota da 1 kilo o 1 kilo di note?!…..essere o non essere….questo è il dilemma!Pesa di più un kilo di ferro o 1 kilo di paglia?Naturalmente 1 kilo di ferro……meno male che sono un tipo ” veramente eccezzziunale “….cmq W Malmsteen!!

  122. Io ho avuto un trauma anni fa quando l’assolo più figo per me che riuscivo a riprodurre era quello di “Smells like a teen spirit” e mi hanno fatto sentire così senza ritegno o preparazione psicofisica Trilogy Suite Op.N.5………………..

  123. Bravo biografo….hai esposto bene le tue considerazioni e la storia su Malmsteen.Ribadisco che Yngwie è favoloso, ma volendo vedere oggi è superato anche se i suoi assoli sono molto coinvolgenti.Biografo facci sapere la seconda parte.Ciaoooo!

  124. Secondo me Malmsteen non pone solo problema di velocità, ma anche e soprattuto di tiro, cioè di foga che ci mette nell’avvolgere tutte quelle scale che fa.Non so avete capito cosa intendo…..andare a quei ritmi è come andare in apnea:C’è chi ci va e ha bisogno di tirare presto una boccata d’aria, c’è chi come Malmsteen rimane ” immerso a lungo “.Spero di essere stato chiaro nell’esposizione.Voi cosa ne pensate?Che esperienza portate?

  125. anche qui ce il nostro lusso…insomma è facile dove trovarti..dove sono i più bravi….ahahahahahahahahahahahah….

  126. Grazie biografo.Le tue esemplificazione su Yngwie sono molto interessanti.Aspetto con ansia la continuazione. W Yngwie….fate voi quello che fa lui!Anche se abbiamo imparato che basta talvolta una nota al punto giusto piuttosto che una marea di note.Del resto un assolo deve dare emozione, perciò non deve essere solo giudicato l’aspetto della difficoltà di riproducibilità,anche se questo è importante, ma non totalizzante.Prima qua CECIO mi ha rimproverato e in parte ha ragione.Io criticavo Keith dei Rolling Stones, perché scarso tecnicamente, ma vuoi vedere che lo zio keith ti azzecca un bel riff e invece gli ipertecnici, che talvolta non hanno capacità di sintesi,si avvolgono su stessi senza andare al cuore della situazione?Io comunque adoro la tecnica, ma devo dare atto che ci sono chitarristi mediocramente tecnici che però in 2 mosse ti fanno scacco matto!Ciao CECIO,grazie della tua tirata di oreccchie!E poi ragazzi,non dimenticatevi che alla fine conta la musica, la canzone nel suo complesso;non dobbiamo fossilizzarci sempre e solo sull’assolo altrimenti perdiamo il senso della musica.Guardate gli U2….assoli zero…tecnica zero….ma che sound….che feeling!!!Per ritornare allo zio Yngwie, conoscete Unleash the fury di Malmsteen?Cosa ne pensate di quest’ultimo album?Ciaooo!

  127. ciao lusso! te la meritavi una tirata d orecchie dai…però ametto che sei anche costruttivo alla fine almeno da quello che scrivi! vorrei precisare che non voglio dire che malmsteen satriani petrucci vai e altri come loro non sanno suonare..quello che dico e che per me non sono assolutamente i migliori! a me la tecnica non mi entusiasma affatto io voglio che si suoni con l anima e il cuore che si inventi qualcosa che resti nella storia….vedi lusso il buon nonno keith ha inventato un genere tutto suo in particolar modo a suon di riff molto asciutti senza effetti e allo stesso tempo ha creato un suo sound inimitabile…credimi non è facile! insomma prima di criticare keith richards ci penserei due volte visto che oltre a suonare compone canzoni che tante sono rimaste nella storia del rock piaccia o non piaccia!!

  128. monotono. pateticamente monotono. io sono contrario a scaricare musica da internet, e lo faccio solo se necessario, per cui, mi accorgo di aver sprecato il mio tempo, la mia corrente e la mia dignità scaricandomi tutta la discografia del vichingo. ho scoperto quanto siano istruttivi chitarristi come pat metheny, jimmy page, jimi hendrix, steve vai, robert johnson ed altri.

  129. lusso hai visto… come maradona….che ne dici…gli daranno la chitarra d oro..va bè

  130. Non si dice mai che un batterista o un sassofonista suonano troppo veloci e senza feeling, è tutta una menata tra chitarristi.Se compro un disco di Malmsteen è perchè mi va di sentire quello stile e quella musica, altrimenti mi compro un disco dei Nirvana. Se Malmsteen si fosse acculturato musicalmente non sarebbe piu’ lui e avrebbe rischiato di perdersi nel mucchio di colleghi ex neo classici piu’ o meno pentiti.E’sicuramente un innovatore che ha ridato dignita’ e gloria alla chitarra rock in un momento in cui il rock era in declino e synth e tastiere padroneggiavano le scene , questo almeno gli va riconosciuto.

  131. a tutti quelli k dicono k yngwie è fissato con la velocità: un cazzo, lo ha detto lui stesso, la differenza tra lui e il resto dei chitarristi è k gli altri si possono copiare con facilità (+o-)e yngwie non si fa scimmiottare, lui ha creato uno stile, e nessuno arriverà mai a suonare come lui, satriani è già copiato, vai è già copiato, jonshon è già copiato, morse è un lecchino di yngwie, molti gruppi speed metal lo scimmiottano ma lui sarà sempre e solo YNGWYE!!! BU SANTANA!

  132. X Stefano:devi togliermi un dubbio amletico a questo punto.Mi diresti cortesemente da chi secondo te Eric Johnson(penso ti riferissi a lui con “johnson” visto che li hai scritti subito dopo vai e satriani..)è stato già “copiato”(…)??..

  133. Yngwie si è spento da un po’….ha commessi enormi errori nella sua carriera però bisogna riconoscere che è stato un grande nei primi 4 album e che ha inventato un vero e proprio stile.Ultimamamente mi ha deluso, però penso che questo artista abbia un fascino e una personalità non indifferenti per cui mi sento di ” amarlo ” nonostante le sue pecche.Comunque vi ricordo che Malmsteen non suona solo l’elettrica, ma anche la classica dove a mio parere si muove con più gusto.Comunque andateci piano con le critiche perchè dietro a questi chitarristi c’è molto talento e lavoro.Sono anni che seguo Yngwie,grazie a lui ho appreso molta velocità…..certamente ascoltare solo lui non ascolti la chitarra nella sua completezza.Comunque Malmsteen più che essere un buon chitarrista heavy è un buon chitarrista rock.Quando rockeggia con la chitarra è molto più gradevole, quando invece si lancia in gare di velocità tende un po’ a perderci rendendo l’assolo un po’ anonimo.Comunque l’importante è creare uno stile personale senza star li ad uguagliare a tutti i costi un chitarrista.A mio parere essere la copia di Yngwie o di qualsiasi altro chitarrista non serve a nulla.Comunque ognuno faccia come vuole.Ciao a tutti!!!

  134. 4- negli anni ?90 il declino di critica e pubblico di yngwie (a parte il giappone), porta ad una totale riconsiderazione del fenomeno guitar hero. Si pensa a sostituire il modello neoclassicheggiante di malmsteen (come già detto anche vinnie moore e macalpine in questi anni faranno album meno ispirati alla musica classica, lo stesso farà il bravissimo patrick rondat) ritenuto limitante in quanto a sperimentazione sulla chitarra. Gli esempi da seguire sono appunto quelli di satriani e steve vai che, insieme ad yngwie, sono da considerare le personalità musicali più importanti, per quanto concerne la chitarra rock, dagli anni ?80 in poi. Lo studio chitarristico dei due sembra proseguire l?evoluzione della chitarra elettrica in ambito rock blues. Steve vai sarà molto ispirato dall?esperienza con frank zappa a cui deve molto a livello compositivo. Il suo stile sarà spiazzante, con una ricerca dei ?suoni? e metterà in pratica tutte le tecniche sulla chitarra con una versatilità maggiore rispetto a malmsteen e allo stesso satriani (suo maestro). In particolare ciò che contraddistingue la tecnica di vai è l?uso della leva e il tapping. Lo stile di satriani , seppure con il primo album sarà più sperimentale, influenzato da steve vai , come dirà in un?intervista lo stesso satriani, è caratterizzato da un approccio più ?tradizionale? alla composizione dei brani. Anche satriani utilizza al meglio tutte le tecniche più moderne della chitarra elettrica, possiamo dire che è molto più ?controllato? rispetto a steve vai, più cha altro per scelta compositiva; mentre ,rispetto ad yngwie , vai e satriani sono meno plettratori e sicuramente non abusano della tecnica dello sweep. Tuttavia, ciò che caratterizza i tre guitar hero rispetto a chi seguirà le loro orme è il mettere in primo piano l?aspetto compositivo dei brani piuttosto che la tecnica. In effetti album come surfing with the alien, passion and warfare e rising force hanno pochi eguali in fatto di bellezza dei brani e impatto innovativo sulla scena chitarristica. Intanto mike varney, che ha capito l?antifona circa i neoclassicismi, lancia greg howe che si inventa un connubio tra fusion e metal di grande impatto; dal punto di vista tecnico superlativo. Tante meteore della chitarra appaiono sulla scena. Bellissimi i tre album di blues saraceno, autore di un rock blues molto originale. Si afferma, come erede di van halen, nuno bettencourt con gli extreme , anche lui ?scomparso? dopo lo scioglimento del gruppo e un tentativo pop. Anche il primo di richie kotzen faceva presagire chissà quali stravolgimenti e invece ora è impegnato a fare del sano rock-blues (dopo una parentesi fusion in compagnia di greg howe). Grandi album anche per darren housholder, mads eriksen, stephen ross, joey tafolla, michael lee firkins, alex masi? in tutti i casi si ha la sensazione di ottimi maestri della chitarra, ma niente di veramente innovativo e soprattutto in fatto di personalità non reggono il confronto con malmsteen, satriani e vai. Discorso a parte in fatto di personalità artistica, meritano marty friedman, che dopo l?esperienza con i megadeth, sfoggia diversi ottimi album ; paul gilbert che dopo un?iniziale studio della tecnica di yngwie (scriverà il brano Y.R.O, cioè yngwie ripp off = rubata e yngwie) con i racer x , con i mr.big esplorerà sonorità più rock dove avrà modo di far valere la sua versatilità e la sua mostruosa capacità come plettratore. Divertente il caso di michael angelo esperto in tecniche estreme, vederlo in azione è divertente come andare al circo ( soprattutto quando gira la mano sinistra a tutta velocità sul mi cantino plettrato a vuoto dalla mano destra?), i suoi album non ci dicono cose nuove. Alla lunga l?esasperazione tecnica dei nuovi guitar hero comincia a stancare, si guarda con occhio e orecchio diverso a quanto fatto da malmsteen, che diventerà il modello per una schiera di gruppi power metal neoclassici ? insomma piano piano yngwie si prepara alla rivincita. L?aver proposto ostinatamente il suo stile viene visto come coerenza artistica , finalmente si può vedere ad yngwie non più dal solo aspetto tecnico. Sulla scena si affermano dream theatre di petrucci , i symphony x di romeo, gli stratovarius, mentre i guitar hero ripropongono il neoclassico e malmsteen si prepara al concerto con l?orchestra?(continua)

  135. leggendo i commenti su malmsteen, ho notato un avversione particolare nei suoi confronti.. non lo conosco come persona, ma conosco il chitarrista malmsteen; lo ammetto, qualche anno fa credo che avrei inserito commenti simili ad alcuni letti in precedenza.. xò ora l’ho riscoperto! ho sentito LITTLE WING suonata al g3 del 2003 con vai e santriani.. a mio modesto parere è suonata benissimo.. tutti gli aggettivi si sprecano.. x favore non criticatelo così selvaggiamente..

  136. Ma a forza di plettrare così velocemente, non dimagrisce?

  137. MALMSTEEN E SECONDO ME IL CHITARRISTA MIGLIORE AL MONDO,SIA COME VELOCITA’,COME CUORE,COME PRECISIONE.CONTINUA COSI YNGWIE SEI IL NUMERO1.

  138. io non capisco cosa dovrebbe fare per voi con questa chitarra malmsteen.. dovrebbe suonare come vai? come satriani? o come tutti gli altri che hanno cominciato a suonare grazie a lui? la verità è che ha cambiato la vita a molti e tra stile, suono e altro dal vivo è sempre il numero uno.. molti di questi chitarr dal vivo perdono tra cui satriani che in studio fa certi sweep mai risentiti dal vivo. io l’ho visto due volte e prima di lui hanno suonato dei chitarristi che sono completamente spariti non appena i suoi ampli hanno cominciato a suonare… il fatto è che il suo personaggio è un mito che fa sognare ancora molti noi chitarristi e nessuno lo può negare.. stiamo sempre parlando di artisti che si fanno 300 serate l’anno e che hanno una maturità che noi “da una serata all’anno con il pannolone montato sotto il culo” nemmeno ci sognamo.. questo a dire che i commenti negativi su qualsiasi musicista a quel livello sono fatti da principianti che vivono ancora il sogno di essere artisti con la squire e l’amply 15 vatte senza avere nemmeno un gruppo che porta avanti almeno una serata al mese. la musica poi non si parla si suona e si ascolta perche a chiacchiere ho sentito di tutto.. a me personalmente ( e non credo di essere l’unico) malmsteen fa scendere le lacrime e vederlo dal vivo è come vedere un film d’azione compreso di colpi di scena. se un giorno riuscissi a stringere la mano al grande maestro si avvererebbe un mio grade sogno quindi o sono scemo io e chissà quanti o lui è uno dei chitarristi più talentuosi nel mondo. ciao

  139. seee…malmsteen o come cazzo si scrive! ma che ha di speciale lo svedese?la tecnica?la pulizia?ma suona senza una melodia precisa.quanto vale satriani e le emozioni che sa trasmettere? la musica è fatta x emozionare e lo svedese non emoziona altrimenti sarebbe ricordato anche dagli imbecilli.ascoltate slash hendrix

  140. prima di dire che un artista non da emozioni bisognerebbe aggiungere davanti “secondo me” perche se proprio lo volete sapere SECONDO ME slash con gli addominali scolpiti e la bott di jack daniels in mano non vale niente e non mi dà niente (nonostante debba ammettere che prob ha un’esperienza musicale comunque elevata dopo tanti anni di live).. nonostante abbia provato ad ascoltarlo.. eppure apprezzo anche pezzi come show me the way to go home, my way, mississipi dream (generi completamente diff tra loro) quindi non sono incapace di emozioni.. so riconoscere quello che mi rabbrivida. comunque sono cresciuto senza conoscere malmsteen ancora con pink floyd hendrix rainbow deep purple e quanti milioni di altri gruppi. alla fine personalmente malmsteen è quelo che più mi ha dato.

  141. E chi è quel cerebroaudioleso che si permette di dare dei beoti a chi non condivide i suoi gusti?

  142. Ragazzi,per me malmsteen ha il solo difetto di non essersi evoluto negli anni ed essere sempre e comunque rimasto fedele a se stesso.A differenza dei suoi colleghi Satriani e Vai,i quali hanno portato avanti comunque una ricerca nel loro campo (cosa per me visibilissima nell’evoluzione delle loro carriere e nei loro album nei quali il grado di maturità stilistica cresce con l’andare del tempo),lui non è riuscito a portare avanti lo stesso percorso pur avendo pari talento e skills.Ha un pò sovrasviluppato il suo ego e dopo un certo periodo della sua carriera,si sente che studiava sempre meno.Apparte questo cmq,di lui mi piace proprio il suo calore(!!!!),il suo impeto passionale e scapestrato ed inoltre non lo sento per nulla freddo,anzi,a mio modo di vedere ha un vibrato e dei bending meravigliosi,tutti da studiare ed ascoltare con piacere.Se non avesse questo difetto per me sarebbe davvero il massimo ed è un vero peccato dato il talento che si ritrova..poi magari,il pelo nell’uovo lo si sarebbe trovato comunque,ma si sa che è così…

  143. Se dovessi seguire la mia testa non dovrei ascoltarti più, ma dal momento che ho un cuore ho deciso di portarti ancora con me….però caro Malmsteen….quanto sei presentuoso….troppo egocentrico…..non sei più il migliore…questo lo sai o no?

  144. ascoltate slash hendrix clapton gilmour e imparate da loro che suonano con cuore e anima. beoti!

  145. Malmsteen ha avuto la fortuna sfortuna di inventare uno stile e di influenzare altri chitarristi, ma si è fatto tranquillamente superare da altri guitar hero che hanno saputo ” riarrangiare ” il tutto con più creatività e maggiore dinamicità.Sinceramente Malmsteen mi fa ridere per quello che suona.Ripetitivo a paletta,solita plettrata, fantasia zero,tecnico si ma non più di tanto,troppo egocentrico,vuol far tutto lui e butta fuori album dove il motore è solo la sua chitarra e basta.Invece Petrucci si ritaglia i suoi spazi di assoli, ma nei dream c’è molto di più che un sempice assolo… ci sono tutti gli altri componenti che si fanno sentire e questo vuol dire far musica.Non merivigliamoci poi che la gente scrive che preferisce Gilmour a Malmsteen quando il primo avrà un centesimo di tecnica e preparazione rispetto al secondo, però i suoi assoli ( parlo di Gilmour ) emnozionano e si armonizzano bene nel contesto dei Pink Floyd.Un eccessiva cura maniacale della tecnica della chitarra può, non dico sempre, ma può portare alla composizione di brani sterili e centrati troppo sul solo, quando invece fare musica vuol dire armonizzare tutti componenti del gruppo e non suonare per sentire solo una scatarrata di solo velocissimo:questo è l’errore di Yngwie che vede solo se stesso.Lui suona perché vuole solo ed unicamente arrivare li:cioè al solo sparato a mille.Chiaramente malmsteen, vista la sua natura e il suo talento, decise a suo tempo di intraprendere la carriera solista.Ma purtroppo s’è fregato da solo….pechè?…..perché fare tutto da solo e reggere per degli anni interi è uno sforzo fortissimo.Infatti dopo i primo 4 album Yngwie si spegne e cade nella monotonia spruzzando qua e là qualche brano degno di nota.Solo satriani, anche se anche lui ogni tanto si spegne in cosucce,e vai riescono nel tempo a rinnovarsi pur lavorando ” da soli “.Concludo dicendo che a mio parere chi suona chitarra e ama la tecnica solistica è meglio che metta su un gruppo e condivida con gli altri le scelte dei brani e quindi non si senta unicamente prima donna, ma si armonizzi con gli altri….del resto come hanno fatto i grandi gruppi della storia del rock , hard rock e metal, dove penso il chitarrista solista è sempre stato ricordato come grande chitarrista anche se faceva parte di un gruppo.Questo per dire che non occorre fare la carriera solista per contare nel panorama chitarristico….la carriera solista è per pochi….datemi retta….se avete un gruppo….ritagliatevi ciascuno un proprio ruolo,ne sarete ugualmente soddisfatti….magari si può trovare difficoltà nell’andare d’accordo, ma se il ” gruppo c’è ” tutto si può risolvere, chissà che siate destinati a fare anche voi qualcosa di originale!!!

  146. andrea deluxe…in quello che dici qualcuno potrebbe leggerci un lieve fondo di verità, ma vorrei farti che malmsteen è un chitarrista solista…e quando sei solista, lo dice la parola stessa è naturale che si sente solo lui…petrucci suona nei dream(fantastici dream!!) e sta bene li…ascolta l’album di petrucci solista, fidati che anche lui ti darà la stessa impressione…

  147. Malmsteen è semplicemente patetico…..non è particolarmente tecnico…..troppo egocentrico perché lui naturalmente è il migliore…..ma migliore dove?Sono 20 anni che suona sempre così….una menata!Malmsteen un chitarrista da 5 minuti poi cambi disco se ti vuoi bene.Ammetto che all’inizio era un grande innvatore, però si è tremendamente fermato…..e poi è barocco….con tutti sti passaggi classici….basta per favore….ci sono passato anch’io da Malmsteen, ma adesso basta!!!

  148. Ma infatti,caro andrea,chi lo apprezza fa riferimento a quel periodo tra anni 80 e 90 in cui il vichingo faceva faville.Nessuno ,neanche il fan piu accanito,parla dei suoi ultimi lavori in senso positivo.è oggettivamente constatabile che gli schemi,i riff e i soli su cui Yngwie basa le sue composizioni sono sempre gli stessi,ma ciò non toglie che egli possa essere considerato un grande.Se qualcuno qua se ne esce,come spesso accade:”Yngwie è un Dio”;”è il meglio”;ecc..lo fa riferendosi a ciò che è stato Yngwie nella storia della chitarra elettrica.

  149. Grande Andrea deluxe!! COndivido al 100% riguardo ai gruppi e al solista, perchè è la pura verità. Malmsteen è un grande e non sono d’accordo quando alcuni dicono che è un calzolaio. Lui la chitarra la sa suonare e anche da dio. Il Malmsteen dei primi album è stato stupefacente, ma dopo è sceso molto nella monotonia perchè le sue risorse a livello compositivo iniziavano a scarseggiare. In più aggiungerei che è fastidioso il suo modo di fare. Nel modo in cui suona e si comporta sul palco, VUOLE SEMPRE RIBADIRE CHE LUI E’ IL MIGLIORE E BASTA. Ma un grande chitarrista si vede anche dall’ “apertura mentale” che ha verso altre influenze, altre tecniche, e verso le critiche. Che lui fà il bending preciso anche al metronomo, non può dire che quello degli altri fa schifo, perchè magari in un determinato contesto ci sta meglio quello meno intonato. Alla fin fine anche lui spesso sbaglia dal vivo, ogni tanto toppa qualche nota, e fa la faccia da deficiente per ingannare chi lo ascolta.

  150. Hai scritto un commnento magistrale, per cui condivido in pieno le tue delucidazioni.Forse sono uscito con quel commnento perché rispecchiava la sensazione di quel momento in cui stavo ascoltando le canzoni di Malmsteen e ne avevo le scatole piene, ma fai bene a farmi osservare che quando si dice che Malmsteen è un grande lo si fa perchè ci si riferisce unicamente al primo periodo del vichingo.Anch’io la penso così, ma l’istinto ha prevalso in quel momento e ho partorito così quel commento denigratorio.Grazie e alla prossima!

  151. Basta con sta storia di Petrucci, guardatevi i due G3 se non gli avete visti.

  152. senza offesa per nessuno il g3 satriani,vai,yngwei malmsteen e’ per me in assoluto il piu’ bello..nn si vedono tutti i giorni due capo scuola(satriani malmsteen) ed un alieno(vai)..senza nulla togliere a petrucci che pur essendo un grande chitarrista a questi tre porta le scarpe..smoke on the water del g3 2005 dimostra quanto ho detto…

  153. Malmsteen è un grande artista! Ha contribuito tanto nello sviluppo del suono della chitarra ed influenzato molti chitarristi soprattutto negli anni ’80. Oggi possiamo dire che è molto ripetitivo, quello doveva fare lo ha già fatto, non ha più niente da dire ormai, la pasta è sempre quella, anzi ne mangia anche troppa….ah la madona c’ha na panza adesso!!!!

  154. Oddio no, abbiate pazienza io adoro Malmsteen e mi ha aperto non una porta, ma un portone musicale ma Malmsteen e il blues non centrano nulla…ci ha provato eh ma alla fine finisce sempre tra le sue adorate minori (preciso che il neoclassico è il mio genere quindi non sto difendendo il blues). Piuttosto credo di comprendere perchè si ostini sempre con il neoclassico e non le stesse cose badate bene: le scale minori sono quelle scale tempestate da mille regole (lo scarto è semitonale,c’è poco da fare, e fuori da li non vai) e quindi è lo stesso neoclassico ad essere “limitato”, gira tutto inevitabilmente attorno ad un unico tema. Le scale che predilige sono minori ma gli ho sentito usare anche delle maggiori e persino scale napoletane, forse è stato proprio lui ad insegnarci che la sfruttabilità del manico è praticamente infinita. Quindi Malmsteen non fa sempre le stesse cose, fa un genere solo e credo di capire la mentalità di chi è ossessionato dalla musica classica; e non fa cose a caso come ho sentito dire a qualcuno, ed è uno dei pochi chitarristi che quando tira su un bending, la nota è quella, non va fuori nemmeno per disgrazia (Steve Vai, che io adoro, sbaglia i bend dannazione, ma fortunatamente si para il culo perchè ha un gran vibrato)

  155. dopo hendrix blackmore page frehley eddie van halen holdsworth…malmsteen è quello che ha influenzato milioni di chitarristi e di appassionati del rock.uno di quelli che ha lasciato il segno.se devo dare un giudizio tecnico sullo svedese…come tocco e pulizia non ha rivali al mondo,la velocità di esecuzione non conta una ceppa di c****.ma anche se oggi può risultare un pò ripetitivo,credetemi che malmsteen è in grado di suonare tutto quello che vuole.è un genio della 6 corde.bye bye.

  156. Premesso che a me piacciono altri tipi di chitarristi…ma come si fa a dire che su yuotube molti uguagliano Malmsteen?? Non diciamo ca****e…Se mi dite che molti suonano veloci come lui sono d’accordo ma nessuno ha tutte le sue qualità (vibrato unico..bending ultrapreciso…tocco eccezionale), l’unica sua pecca è che non riesce a comporre buona musica…probabilmente se fosse un compositore come lo era Jimi Hendrix o come Mark Knofler o come lo stesso Blackmore ora non avrebbe rivali. Per quanto riguarda la sua performance al G3 di Denver penso che sia stato quello che ha tirato di più rendendo questo G3 il più bello in assoluto, niente a che vedere con quelli con Petrucci che addormentano….

  157. Cosa serve essere esperto in un miliardo di tecniche diverse se queste si utilizzano per suonare canzoni rompiballe?? Malmsteen secondo me ha la tecnica che serve per suonare tutto, è pulitissimo, ha un ottimo tocco e un vibrato da fare invidia…perciò non può essere considerato peggio di altri perchè questi conoscono più tecniche. Anche Jimi Hendrix aveva una tecnica che rapportata ad oggi è limitata ma gli ha permesso di suonare canzoni che tuttora non hanno eguali. Ed in quanto a doti compositive non è peggio di Petrucci, o Vai o altri simili….Malmsteen è un gran “suonatore” ed è molto piacevole ascoltarlo mentre fa cover di altri artisti o riarrangia pezzi di autori classici che a differenza sua riuscivano anche a scrivere musica buona.

  158. Yngwie fa buona musica ma se l’ascoltate una volta sola fa schifo come holy thunderforce dei rhapsody ascoltata una volta sola.cmq anche Herman Li che tutti dovrebbereo conoscere è un chitarrista forse più bravo e veloce di malmsteen però c’e una differenza Herman Li supna in un gruppo e malmsteen è solista e quest li differenzia

  159. MAlmstenn sei un folle grazie per aver acquisito le tue tecnike mi hai reso + potente

  160. Non direi, Herman Le sa fare solo e unicamente il suo genere: stessi riff, stesse scale e stessi fraseggi, per non parlare della pulizia del suono e della “cognizione” nell’uso del vibrato…

  161. fonte d’ispirazione per generazioni!Ha inventato un genere che molti hanno imitato!!Uno stile e una tecnica di suonare la chitarra che sono diventate un simbolo(il suonare alla malmsteen!)Un tocco e un suono unico che lo si riconosce dalla prima nota!!..e che dire dell’uomo;una forza di volontà che ben pochi hanno, di fronte a certe sventure a cui la vita ci sottopone!!!Un esempio per tutti come uomo e come artista!Inimitabile..ovviamente uno dei miei preferiti in assoluto!!!

  162. Bla bla bla bla… dovreste parlare di gente come malmsteen avendo le idee chiare, non per sentito dire… ascoltate di più i dischi invece di parlare tanto… intanto potreste cercare di avere un suono che si avvicini un poco al suo prima di scrivere tante fregnacce.

  163. yngwie è un grande,mi ha ispirato a scrivere dei brani impossibili(per me al momento)ma la sua tecnica è impareggiabile nessuno e dico nessuno credetemi vi farà provare tanta gioia e tante emozioni ascoltatelo e godetevelo finchè ci sarà xkè quando morirà sarà lutto mondiale dico ke ki l’ha incontrato ha potuto assistore ai suoi concerti poter ricevere il suo autografo o la sua kitarra(durante il concerto a tokyo e altri)deve essere contento e onorato xkè anzi di più lui è uno dei pochi ke diciamo ha fatto rinascere il rock e mi ha fatto capire ancora di più come si dovrebbe suonare la kitarra e non ascoltare musica spazzatura(rap o house…)ho sentito milti ke kritikavano yngwie ma loro non sapevano chi fosse ne da dove venisse quindi auguro a tutti coloro a cui piace yngwie di assistere a un suo concerto e spero ke faccia un tour qua in italia voi ke ne dite se yngwie facesse un tour qua?

  164. Chiunque può diventare bravo come malmsteen credetemi..tutti hanno le dita…suonando 4/5 ore al giorno si può!!!!!!!!!!!!1

  165. L’ho “scoperto” da poco e mi ha fatto innamorare… E’ un grande, grandissimo… Qualcosa di assolutamente fantastico

  166. Allora posso solo dire che Malmsteen è un eccellente musicista,non è proprio il mio preferito,però la prima volta che ho ascoltato BLACK STAR sono rimasta diciamo allibita.

  167. Black crow ripigliati…..riciapet come si dice dalle mie parti!Anche a me Malmsteen ha fatto lo stesso effetto, ma ti accorgerai che è troppo palloso e limitato anche se riconosco che abbia una tecnica invidiabile, ma la usa male e poi pensa di essere solo lui bravo…..troppo egocentrico…..ha fatto faville, ma adesso il vikingo s’è spento….comunque ascoltalo pure,ma se hai buon gusto fra un po’ lo molli….comunque ammetto che era un grande, ma grande davvero,ma adesso è meglio che vada a vendere saponette camay……ciao Yngwie…..comuqnue ti amo lo stesso!

  168. come puoi definire palloso yngwie vabbè ke ha fatto cover e riarrangiato brani ma cosa mi dici di black star rising force e far beyond the sun non giudicarlo per quello ke ha fatto ascoltalo e basta

  169. Il più rivoluzionario chitarrista rock degli ultimi 40 anni insieme ad Hendrix e Van Halen!!!!

  170. Yngwie possiede (quasi) tutto: tecnica, velocità, espressività, aggressività e può insegnare a molti come stare sul palco: non come tanti chitarristi fighetti (vedi Petrucci) che suonano le loro cose in modo freddo, tutti concentrati a non sbagliare nota (senza peraltro trasmettere niente all’ascoltatore).

  171. Malmsteen è bravissimo,ha un gusto sopraffino se poi lo sentite blueseggiare è una favola,ha solo il “vizietto” di non andare al di sotto dei 200 bpm in sestine di 13esimi!

  172. Ma io vorrei sapere cosa provate dopo avere sentito questo borsone fare scale a velocita supersonica? se vi piacciono cosi tanto andatevi a sentire Michael Angelo o il gran premio del giappone di formula 1

  173. La chitarra del Vichingo è tutt’uno con lui, quello che ne esce è magia pura……

  174. “Arpeggios from hell”, “Black Star”, “Far beyond the sun”, “I am a viking”, “Flamenco diablo” e potrei continuare ancora…….. Se non è grande e geniale lui!!!!!!!!!………. Lunga vita a Yngwie Malmsteen!!!

  175. Per me è davvero il migliore perchè oltre al fatto che ha una tecnica davvero raffinata e minuziosa ha voluto far congiungere lu stile classico con la chitarra elettrica…cosa da pochi…

  176. Guarda che Yngwie padroneggia pienamente della tecnica del tapping, anche se non ci fà ricorso troppo spesso. Inoltre il motivo della sua scarsa collaborazione con altri musicisti è da imputare all’ immenso alone di invidia che lo sovrasta fin dall’inizio della sua carriera, e un pò anche dal suo esasperato purismo e il carattere non troppo pacifico. Inoltre egli non teme alcuna collaborazione con i pochi che non si strappano i capelli al solo sentirlo nominare, porto l’esempio del memorabile G3 del 2003 con Joe Satriani e Steve Vai dove si nota il forzato tentativo di autolimitarsi da parte di Yngwie per non far fuggire in lacrime i due compari che pur non sono dei pivellini, ma esperti e provetti chitarristi e nonostante ciò, si nota il vistoso imbarazzo di Vai e Satriani nel momento della Jam a tre chitarre. Citato quest’ esempio, posso dire che Yngwie non ha nemmeno bisogno della collaborazione di altri chitarristi e risulterbbe alquanto inutile farlo, in quanto Yngwie rappresenta la perfezione e nessun chitarrista sarebbe in grado di sostenere il peso di un confronto con lui, se pur collaborativo, e Yngwie questo lo sa…

  177. ma quale michael angelo????!!chi è un clown??!!malmsteen è tecnico ed espressivo allo stesso tempo cioè in una parola,COMPLETO.

  178. ahahaha…ehi yngwie vacci piano!però non hai tutti i torti..cmq quel g3 è stato un po umiliante per vai e satriani questo è vero!

  179. Malmsteen è molto bravo, ma non esageriamo!!! Al G3 di Denver è quello che dà più spettacolo sul palco ma tutti i suoi assoli sono uguali!! Steve Vai è più estroso e tenta di ricercare suoni più raffinati, per me Steve Vai e Satriani erano imbarazzati perchè Malmsteen era troppo monotono!!!

  180. ascoltate dark side of the moon dei pink floyd.questa è la musica che ha cambiato il mondo

  181. Davvero credete che Malmsteen fosse una spanna avanti a Satriani e Vai al G3? Io veramente vedo due chitarristi che suonano con classe e uno che si stacca e suona sempre la stessa cosa per tutto il concerto…é vero che Malmsteen ha i suoi meriti e bisogna darglieli, ma è anche vero che sono 20 anni che si crogiola nei suoi “arpeggios from hell”, scale minori armoniche e arpeggini diminuiti, è fin troppo ripetitivo e solo perchè al G3 non faceva altro che tirare stragi di picking e arpeggi non vuol dire che fosse una spanna sopra gli altri due…se poi vogliamo giudicare un chitarrista in base a quanto shred fa vedere dal vivo, allora ne possiamo trovare un centinaio che danno fuoco sia a Malmsteen che a Satriani e Vai. La tecnica di Malmsteen è indiscutibile, ma se voi credete di poter innalzare un chitarrista per la sua tecnica vi sbagliate secondo me, quanti se ne trovano che hanno quel bagaglio tecnico?…a bizzeffe! Giudichiamo un chitarrista in base all’inventiva, alla fantasia, alla versatilità (cosa che Malmsteen non possiede, perchè qualunque genere suoni, lo suona sempre allo stesso modo), alla capacità di sapersi espreimere anche con una singola nota (e qui sia Vai, sia Satriani superano il collega), alla capacità di sperimentazione di suoni e sonalità…Malmsteen ha fatto una sola cosa geniale nella sua vita, dopodichè si è fermato là, gli altri invece sono cresciuti e dopo avergli detto grazie (perchè tutti riconoscono i suoi meriti, e se lo odiano non è per invidia, ma perchè è un buffone), gli hanno fatto ciao ciao con la manina…vi ricordo che un certo Jason Becker, che si ispirava molto a Malmsteen, già a sedici anni l’aveva superato in tecnica, in fantasia, in composizione e nel cuore che ci metteva: questo perchè i musicisti crescono, ma se si credono degli dei come Yngwie rimarranno sempre lì.

  182. caro aurelio….è proprio questo il bello di malmsteen:è sempre coerente ha un suo stile e lo sa fare anche bene,i suoi come tu dici “arpeggios from hell”li fa e li farà sempre.è molto diverso dai due chitarristi con cui ha lavorato nel G3..loro variano molto nel loro genere,cosa che il vichingo fa ma molto meno drasticamente.E allora?se a uno piace il suo stile e il suo genere perchè deve per forza cambiarlo se fa parte del suo cuore,se è fuso nelle sue mani?se ti annoi sei sempre libero di non ascoltarlo…

  183. Condivido pienamente Aurelio, Malmsteen possiede delle doti eccezionali (è molto veloce, ha un bellissimo vibrato e anche un bel tocco poi è molto pulito) e ha contribuito secondo me a realizzare uno dei G3 più belli ma dire che Satriani e Vai erano imbarazzati è ridicolo, questi cercavano almeno di variare, di metterci un po’ di inventiva (anche correndo il rischio di fare assoli più difficili da apprezzare subito). Per mettere in imbarazzo Vai e Satriani forse ci sarebbe voluto uno Stevie Ray Vaughan non certo Malmsteen!!

  184. Mary, capisco che a uno possa piacere lo stile di malmsteen, ma quando per esempio si sta suonando un blues, si suona un blues non una suite neoclassica…è anche vero che se lui vuole suonare così faccia pure quello che vuole, ma di sicuro apprezzo più quelli che suonano little wing come deve essere suonata che quelli che me la trasformano in un pezzo neoclassico o la riempono di picking che non ci sta un cazzo…e dire che malmsteen era sopra gli altri due che, bene o male, si rendono conto di ciò, è ingiusto secondo me. La classe e lo stile proprio di ogni chitarrista non bisogna sentirlo nel suo genere…malmsteen è un grande in quello che fa, ma solo in quello, perchè lui non è che se fa un altro genere lo suona nel suo stile, ma suona lo stesso genere di sempre, solo che su una base diversa…chi invece riesce a interpretare a modo suo le solite 5 note di una scala pentatonica minore in un blues, scala usata e riusata fino allo sfinimento, chi riesce a interpretare a modo suo quella, allora quello è un chitarrista che “ha il suo stile”. Ripeto, Malmsteen è un grande, ha grandi qualità, ma non ha mai messo in imbarazzo nessuno, non al G3 almeno.

  185. Aurelio le idee che hai espresso nascono dal tuo nobile punto di vista legato non tanto alla definizione di Malmsteen ma a quella della parola “chitarrista”.Io però vorrei aggiungere che Malmsteen è molto diverso da un semplice chitarrista:la musica classica fa parte di lui,se esegue un brano blueseggiante non ti farà mai il blues puro,ma il blues alla Malmsteen ovvero con influssi noclassici.La sua voglia di personalizzare ogni brano che non sia suo è un segno positivissimo perchè significa stabilità;si puo dire tutto del Maestro ma non che sia anonimo.

  186. Il giovane vichingo,colui che ha cambiato la chitarra elettrica trasformandola in un essere così elevato…così indefinibile.

  187. no, anonimo no, su questo siamo daccordo…anonimo è colui che si nasconde dietro gli stili degli altri, non certo malmsteen, visto che essendo stato il primo a suonare neoclassico sono solo gli altri che possono nascondersi dietro di lui…diciamo ripetitivo e a volte fuori luogo (secondo me)…ma siamo anche daccordo sul fatto che è e rimane un grande chitarrista 🙂

  188. Quando ho detto, con un pò di provocazione, che “Ingo” Malmsteen al G3 era una spanna sopra Satriani ma soprattutto a sopra a Vai é perché mi sono reso conto che quest’ultimo specialmente in fase improvvisativa non riusciva ad essere così incisivo come Yngwie. Lo stesso Satriani mi é parso più convincente rispetto a Vai.

  189. Vai, Satriani e Malmsteen sono tutti e tre dei grandissimi chitarristi… Ognuno ha il suo stile che può più o meno piacere, ma resta il fatto che, almeno secondo me, non si può dire chi sia più bravo. Io preferisco Yngwie, ma si tratta di un puro gusto personale. E la stessa cosa vale per tutti quelli che preferiscono o Vai o Satriani. L’assoluto non esiste………….

  190. Cosa ne pensate di “Concerto Suite”? Io penso che sia una trovata fantastica… Oddio, in alcune parti non sarà perfetto, ma nel complesso non posso che lodare il lavoro svolto dal Vichingo più famoso del Mondo!!! Favolosa la prima, “Icarus Dream Fanfare”, molto carina anche “Cavalino rampante” (rigorosamente con una “l”!!!)….

  191. è vero che il manico incavato da un po’ di difficoltà nel tapping e nei legati, però facilita molto nella pulizia, soprattutto negli arpeggi (infatti tutti sappiamo che la pulizia è una cosa che malmsteen cura molto).Riguardo alle ibanez che faciliterebbero il compito, tutti dovreste sapere che il “difficile” di suonare un legato, ma soprattutto un arpeggio, sta prorpio nel produrre un suono pulito, quindi non crediate che l’action basso renda le cose semplici, agevola il picking e in generale la comodità delle dita sulla tastiera…ma sinceramente non credo che Malmsteen prendendo in mano una Ibanez suonerebbe meglio…potrebbe essere più veloce forse, ma perderebbe quelle che sono le sue caratteristiche principali…dal mio punto di vista poi (che sono molto per Steve Vai) credo che lui abbia decisamente il controllo della tastiera, il suo stile è di sicuro meno diretto degli altri due, è più “stravagante”, forse per questo fa più fatica a raggiungere il pubblico…ma allo stesso tempo è anche il più geniale…riguardo alle chitarre classiche e acustiche malmsteen non ha fatto nulla di nuovo, ben prima di lui c’erano chitarristi veloci e precisi su di esse, e che magari neanche usavano il plettro, e comunque che sia una qualità che ha in più degli altri non si può dire finche non si sente anche gli altri con un acustica…dal canto mio ho assistito a un concerto di Steve Vai in cui ha presentato un set acustico per parte dello spettacolo, e non ha nulla da invidiare a nessuno, e nemmeno Macalpine che gli stava accanto…chitarristi come Al DiMeola suonavano perfettamente e veloci sull’acustica ben prima che Malmsteen diventasse “il maestro”. (poi sinceramente al G3 l’assolo acustico di Yngwie è bello, ma c’è quella parte pseudo funky che non sta nè in cielo nè in terra…lodevole invece l’esibizione con la filarmonica giapponese, anche se devo dire che preferisco malmsteen su un palco di un suo concerto rock).

  192. Ma certo aurelio!Le cose che dici anche se magari io non le condivido almeno hanno un nobile senso e un nobile motivo!:)

  193. Il caro vichingo resta sempre un grande….. Suona splendidamente e live non è da meno: bravissimo, assolutamente inarrivabile….

  194. creativo e fantasioso sulle scale minori armoniche corre sfrenato verso le vie incantate della musica classica riprendendo antiche tecniche compositive(contrappunto) e miscelando quest’ultime alla maestosita’ dela metal rendendo la sua musica stravagante ed allo stesso tempo sublime.

  195. creativo e fantasioso sulle scale minori armoniche corre sfrenato verso le vie incantate della musica classica riprendendo antiche tecniche compositive(contrappunto) e miscelando quest’ultime alla maestosita’ dela metal rendendo la sua musica stravagante ed allo stesso tempo sublime.

  196. Su questo sito ho letto molti commenti riguardo a chitarristi ipertecnici (i cosiddetti shredders), chitarristi che prediligono la velocità e la tecnica a tutto il resto.

  197. C’é stato negli anni ’80 un altro chitarrista veramente fenomenale che avrebbe potuto dare filo da torcere a Malmsteen: il suo nome é Jason Becker!!

  198. Penso che ci sia troppa gente che si faccia abbagliare facilmente da chitarristi dalla facile tecnica: fare scale veloci e anonime è troppo semplice, ormai anche youtube è pieno di ?pischielli? che imitano i brani degli shredders più famosi. Se così fosse allora il mondo sarebbe pieno di guitar heroes, e invece no, belli miei, perché per essere dei grandi chitarristi ci vuole ben altro: grande tecnica sicuramente, ma anche un sound ben definito e personale, contro-palle quando si suona dal vivo, espressività, inventiva e versatilità!!

  199. MESSAGGIO PER ALE!!! HAI SCRITTO UN LUNGO COMMENTO E SI CAPISCE BENISSIMO CHE NON TI INTENDI ASSOLUTAMENTE DI CHITARRA ANZI NON LA SUONI PROPRIO QUINDI TU SEI UN MUSICISTA DA QUATTRO SOLDI QUALORA TU LO FOSSI!!! DEVI SAPERE CHE UN CHITARRISTA SI GIUDICA PRINCIPALMENTE DALLA MANO DESTRA PERCHè è LA PLETTRATA CHE DA LA VELOCITà AD UN CHITARRISTA!!! PUNTO PRIMO MA COME FAI A PARAGONARE MALMSTEEN A MICHAEL ANGELO???PUNTO SECONDO CONFRONTA LA PLETTRATA DI MALMSTEEN CON QUELLA DI MICHAL ANGELO!! PUNTO 3 MALMSTEEN LE FA LE SCALE CON LA MANO SOPRA IL MANICO???? PUNTO QUARTO PAGLIACCIO DA CIRCO LO è SEMPRE STATO MALMSTEEN!!! PUNTO QUINTO MICHAEL ANGELO E STATO ELETTO DALLA RIVISTA GUITAR-ONE COME IL CHITARRISTA PIù TECNICO DEL MONDO!!! PUNTO SESTO PRIMA DI PARLARE GUARDATI I VIDEO DI MICHAEL ANGELO SOPRATUTTO STAR-LIKS!!!PUNTO SETTIMO MICHAEL ANGELO SUONA CON 4 MANICI CONTEMPORANEAMENTE MENTRE MALMSTEN NE SUONA UNO A MALA PENA!!!PUNTO OTTAVO UN PEZZO DI MICHAEL DAL NOME TIME TRAVEL MALMSTEEN NON RIUSCIREBBE A FARLO NEMMENO CON 67 SOVRAINCISIONI!!!! POTREI ANDARE AVANTI ALL’INFINITO MA VEDRAI CHE PIANO PIANO LO CAPIRAI ANCHE TU CHI è VERAMENTE MICHAEL AGELO BATIO………………………………………………………………………UN ALIENOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!

  200. CHE DIRE…UN GENIO,TOCCO E PULIZIA INEGUAGLIABILE.SE SI PENSA A QUELLA PIPPA DI ANGELO.CONOSCETE POCO LO STRUMENTO ALLORA,E LE SUE RADICI…ALLAN HOLDSWORTH E STEVE VAI POI NON NE PARLIAMO.LA COPPIA DEI MAIDEN,STEVE ROTHERY DEI MARILLION,STEVE HACKETT DEI GENESIS,DAVID GILMORE DEI FLOYD,POTREI CONTINUARE ALL’INFINITO. A ME SEMBRA CHE LA MAGGIOR PARTE DEI COMMENTI SIANO SCRITTI PER LO PIU DA INCOMPETENTI MOCCIOSI,E SIN TROPPO FACILE CAPIRLO LEGGENDONE ALCUNI.IHIHIHIHIHIHI.BASTA LEGGERE CHE SO PETRUCCI,ANGELO ECC.

  201. Parlare sempre di Michael Angelo è inutile perchè si darebbe importanza a un uomo che importanza non ne ha…tanto meno accostandolo al glorioso nome del DIO dei chitarristi. Lasciamolo idolatrare da quei pochi fanatici che gli vanno dietro…

  202. Hey, amici Malmsteeniani, avete ascoltato l?album del Maestro dei Maestri ?Concerto Suite for Electric Guitar and Orchestra in E Flat Minor Op. 1?, o la versione live presente anche su youtube?

  203. Per piacere…stiamo parlando del Maestro ..vi prego gentilmente a commentare il Maestro senza mettere di mezzo pagliacci e qualsiasi altro fenomeno da baraccone…non scambiamo l’ambiente musicale col circo,e non scambiamo i pagliacci con i musicisti

  204. un chitarrista inutile come tutti gli attuali(vai-satriani-petrucci ecc),sono veloci e loro puntano sulla facile impressionabiltà della maggior parte del pubblico,che appena vede un chitarrista che suona 10 note in 2 secondi rimane sbalordito,e dimentica che la musica(quella vera)è emozioni,sentimenti e non velocità.ascoltate musica vera che trasmette senzazioni come il blues e il jazz

  205. RISPOSTA URGENTE PER VITO: non so chi tu sia, non so se suoni o no la chitarra, però da quello che scrivi mi rendo conto che non ne capisci un granché, perché hai una visione parziale e ottusa del chitarrismo, quindi non ti permettere di mettere in dubbio la mia conoscenza musicale e chitarristica, dato che conosco bene la teoria musicale, né di giudicare la mia abilità sullo strumento, dato che suono la chitarra classica ed elettrica da 13 anni ad un buon livello e ascolto i generi chitarristici più disparati da una vita: dal rock all?heavy metal, dal jazz alla fusion, dal funky al blues, ecc?.

  206. MESSAGGIO PER MARY: caro/a Mary, lo so che questo non é un sito di incontri on-line, ma vorrei tanto sapere se sei un uomo o una donna….non che la cosa sia importantissima, ma mi farebbe piacere, qualora fossi una ragazza, in quanto forse sono poche le donne che si interessano di chitarre e chitarristi!! Vorrei inoltre sapere quali sono i tuoi brani preferiti di Malmsteen e cosa ne pensi di Rusty Cooley.

  207. Ma non vedete che è sempre la stessa persona?che prima era valerio poi è diventato vito…è pure sciocco perchè lo stile di scrittura è sempre quello…e soprattutto dice le solite noiose e scontate cose…ahahahahahahahah

  208. ciao ale io sono una donna..se proprio vogliamo scambiarci opinioni facciamolo su msn..riguardo alle canzoni del Maestro io amo black star,evel eye..insomma tutto rising force

  209. Ci sono molte cose da considerare per criticare o lodare gli artisti… cose che molti non stanno a guardare perchè nessuno le conosce… premetto che non sono un chitarrista, e che considero Malmsteen l’artista più completo, sia come bagaglio tecnico (per quel poco che me ne intendoXD), per la sua espressività, la sua unicità, le sue composizioni (che a differenza di altri costruisce tutte da solo [chitarre, basso, batteria, tastiere, parti vocali e testi] essendo un polistrumentista), ma soprattutto la sua persona… e intendo che oltre a saper suonare, Yngwie è un GRANDE UOMO, perchè a differenza dei molti chitarristi citati, lui non ha problemi a dire quello che pensa e soprattutto è uno che non si fa controllare da nessuno se non da se stesso, visto che quando la sua prima casa discografica ha iniziato a fare pressioni dicendogli quello che doveva suonare, gli ha piantati e nonostante approdanto a Label Indipendenti ha sempre avuto il successo che aveva negli 80s con la Major… mentre i pivelli che suonano adesso e vengono fatti credere chissà cosa sono solo dei burattini che vengono sfruttati dalle Major… qualcuno potrebbe dire che anche ora Malmsteen è di nuovo sotto una Major, ma la differenza è che Yngwie è anche il produttore di se stesso, e solo la distrubuzione è curata dalla Major… se non ve ne siete accorti, il Metal sta diventando più commerciale di quello degli 80s, solo che la gente non lo capisce… E ALLORA LASCIAMO CHE SI ACCONTENTINO DI POCO… P.S.: l’ultima parte del discorso la condivido con Malmsteen… vi consiglio di leggere le sue innumerevoli interviste, per capire più a fondo l’YNGWIE, anche perchè un chitarrista è sempre condizionato da se stesso (o almeno dovrebbe;-))

  210. Sono d?accordo con Melaz quando dice che Yngwie è un grande uomo, in quanto dice sempre quello che pensa senza falsità e ipocrisie e non si è fatto e non si fa controllare da nessuno.

  211. Hey guys, ho letto sul sito del Maestro che il suo nuovo album uscirà probabilmente a fine anno, qualcuno di voi mi sa dire di più? Spero ci siano un bel pò di brani strumentali!

  212. è interessante leggere i commenti a proposito di Michael Angelo perchè in realtà sentire e vederlo in azione serve a rivalutare ampiamente yngwie e le assurde polemiche che spesso ci sono state intorno alla sua figura. di colpo Yngwie non è più solo velocità e tecnica , ma ci si accorge di tanti altri aspetti ARTISTICI che il buon michelino può scordarsi. chi loda michael angelo aspira ad ascoltare un frullatore e dirne meraviglie , time travel ne è un buon esempio, peccato che anche in quel caso batio non è stato un innovatore infatti la struttura del brano ricorda molto i pezzi di george bellas,che ha quindi un pizzico di originalità in più di lui. il suo modo di suonare ricorda la caricatura che si fa del metallaro in scuola di polizia o nel film di verdone maledetto il giorno che ti ho incontrato , quiando suona richard benson…il fatto di giudicarlo il più tecnico dipende dai parametri di valutazione ,si considera la versatilità? e l’acustica? e il finger picking? ecc.ecc. del resto la musica in quanto arte non è una gara, i più grandi hanno la loro tecnica e sono riconoscibili per quella:per esempio come si potrebbe superare la tecnica di van gogh?…

  213. Ascoltatevi il brano strumentale di Yngwie “Asylum” dell’album Alchemy, perfetto connubio di tecnica e melodicità, altro che time travel di M.Angelo!

  214. ale piccolo e dolce ale..stai calmo!lo sai che stai parlando da solo da 4 giorni?se vuoi parlare con me te l’ho già detto prendi la mia e mail..ahahah

  215. RAGAZZI MA SU QUESTO SITO SI GIUDICACANO CHITARRISTI O UOMINI??? VI PREGO FINITELA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  216. Dear Mr. Marlon: Siccome i chitarristi sono anche degli Uomini, e sono loro che suonano la chitarra, di certo non sono gli strumenti che si suonano da soli, quindi la tua affermazione mi sembra alquanto inutile

  217. Carissima, dolcissima e piccolissima Mary, é chiaro che parlo da solo da quattro giorni…. non mi risponde nessuno!!! E dai pigroni, scrivete sul forum del Maestro!!!!

  218. Si….il Petrucci mi piace.Grazie per l’attributo di buon gustaia ale stammi bene 🙂

  219. ciao volevo dirvi che yngwie malmsteen è un grandissimo musicista, capace di abbinare tecnica alla melodia,al contrario di quel burattino di batio che tanti definiscono miglior chitarrista perche il piu veloce… come fanno tanti ragazzi a dire che batio è superiore a malmsteen? ma io dico siete impazziti? volevo vedere io batio suonare al posto dello svedese in mezzo ad una orchestra e inoltre scrivere pezzi per violini flauti ecc.nn sopporto la gente che giudica in mal modo yngwie dicendo che è freddo che è troopo tecnico.. questo per me vuol dire n capire niente di musica. posso accettare chi dice che nn mi piace il suo genere ma nn che fa schifo insultandolo.ciao yngwie malmsteen forever continua cosi ps:sapete se capitera a suonare di nuovo in italia lo shredder svedese magariiiiiiiiii.

  220. Il Vichingo è davvero un grandissimo chitarrista… Non parlo di “Black Star” o “Far Beyond the Sun” (davvero belle), ma mi soffermerei soprattutto su “Flamenco Diablo”………… Ragazzi, è qualcosa di fenomenale!!! 3 minuti e 13 indemoniati, altro che fuoco nelle dita!!!

  221. Ma é mai possibile che il numero di commenti sul forum dedicato a quel pirla di Michael Angelo é salito a 236?? Mah, non c’é più religione…

  222. manuel sono d’accordo con te.. a batio nn lo sopporto +!! anche se sn un ragazzo di 17 anni, sn arrivato ad odiarlo.. yngwie può essere meno veloce, ma le sue canzoni sono molto + belle..

  223. Caro ale..la spiegazione è molto semplice:ci sono persone che cambiano il nome ed inviano messaggi più o meno dello stesso contenuto.Il Maestro non ha bisogno di questa cosa ovviamente quindi è come se quell’errante angelo non esistesse dalla classifica

  224. Non dite che parlo sempre di ?Pagliaccio Michael Angelo?, ma a chi si ostina ancora a lodare le sue doti e a chi crede nella sua presunta superiorità rispetto al ?Maestro? voglio far notare alcune cose: ma ve lo immaginate suonare un blues o con un’orchestra con la sua quad-guitar, con quella freddezza, con quella espressività da chitarrista principiante e con quel sound da radiolina anni ?60?

  225. Credo che al di la della strepitosa tecnica di Yngwie, ci sia da sottolineare il fatto che nei suoi dischi manca l’apporto corale della sua band.

  226. Per Logan… se tu facessi un dipinto perfetto e qualcuno viene e inizia a zaffarci col pennello… non ti arrabbieresti?… ma il problema non è quello… è che Malmsteen ha sempre portato in tour sopratutto Turnisti, e da contratto devono seguire determinati punti… evidentemente il povero Clif non lo ha fatto ed è stato licenziato…

  227. Per Giacomo: sono d’accordo con te quando dici che Allan Holdsworth é un grande, tecnicamente (specie per quanto riguarda la tecnica del legato e le soluzioni ardite che riesce a proporre nei suoi fraseggi) é un alieno e un punto di riferimento per molti!

  228. Messaggio per Mary: (mi scuso con la redazione se utilizzo il forum per rispondere a Mary, ma ho problemi con la posta elettronica)Mary, ti ho scritto due mail, la prima il 29 settembre e l’ultima oggi 6 ottobre. Evidentemente non le hai ricevute, devo avere dei problemi con la posta elettronica. Se non ti sono arrivate fammelo sapere in qualche modo…

  229. Ale non preoccuparti…abbiamo l’msn ed usiamo quello(mi scuso con la redazione ancora per lo scopo del mio messaggio).statemi tutti bene

  230. Aahhh… stanotte ho sognato un G3 con Satriani, Malmsteen e Van Halen, semplicemente STRATOSFERICOOOOOOOOOO!!!!!!!

  231. Satriani è molto diverso dagli altri due..io metterei al suo posto il buon zio john,che concerto stratosferico!

  232. salve ragazzi cerco materiale bootleg video e audio di malmsteen.. sia aquisti che scambi..chi vuole aiutarmi mi scriva. grazie aticipatamente

  233. Visto che fantastichiamo, sarebbe bello vedere insieme Malmsteen, Blackmoore & Gilbert

  234. Beh… sì Mary, in effetti Joe ha uno stile differente rispetto ad Yngwie ed Eddie, però non riesco ad immaginarmi un G3 senza Satrianuccio nostro, perché é stato lui a idearlo e a portarlo avanti.

  235. ALLAN HOLDSWORTH E L’UNICO VERO DIO.ANDATE A CERCARE IL FILMATO DEL CONCERTO DEL 1984 TOKYO DREAM.IHIHIHIH,E POI DITEMI.

  236. Insomma…il primo sarebbe sempre al centro dell’attenzione..meglio il mio M3 con col Maestro,lo zio john e eddie!

  237. Ottima idea, Melaz, sarebbe una lotta all’ultimo sangue specialmente tra Malmsteen e Gilbert, che io considero insieme a Petrucci come i più grandi plettratori in circolazione!!!

  238. Hey amici chitarrofili (Malmsteeniani e non), ho visto per caso su youtube alcuni video di un chitarrista chiamato Adam Fulara. Peraltro anche Guitarlist tempo fa lo aveva segnalato. Posso solo dirvi che ha una tecnica strepitosa, veramente rivoluzionaria, suona con due mani contemporaneamente su una chitarra con due tastiere ravvicinate (!!!!)…. una specie di Stanley Jordan, ma ancora più estremo e tecnico, guardatevi qualche video e poi mi dite!!! Finalmente un vero innovatore, sicuramente tra qualche tempo ne sentiremo parlare? da tenere d?occhio!!

  239. Ma perché parlando di chitarristi tecnici nessuno cita mai George Bellas? E’ un chitarrista molto ma molto tecnico, con uno stile molto simile a quello di Yngwie Malmsteen, anche se spesso é un pò palloso… il più delle volte quando suona sembra voler dire a tutti: hey guardate quanto sono veloce, quanto sono figo…. (comunque sempre meglio di M. Angelo!)

  240. Ale…ti prego..non abbassarti cosi nel parlare di quel pallone gonfiato,quel coso senza collo,per piacere.ahahah stammi bene ale

  241. Bei signori, potremmo evitare almeno in questo spazio di nominare sempre quella mazza di scopa? Questo è lo spazio riservato ai commenti e le osservazioni sul Maestro e non di quell’ entità fisica non ancora identificata…

  242. Sicuramente si riferiva all’innominabile, a quel coso con una scopa al posto dei capelli, a quel robot spara-note, a colui che si crede superfigo perché suona una chitarra a quattro manici e perché é diventato velocissimo, esercitandosi giorno e notte su pallosissime scale e scale!! Insomma si riferiva a….. (il cognome inizia con la A e termina con la O) chi indovina vince una chitarra “Dean” e tutta la sua discografia completa.. sai che culo…

  243. ciao a tutti, premetto di essere nato e cresciuto a pane e van halen, ma devo ammettere che l’unico chitarrista sino ad adesso che mi ha fulminato alla..van halen è stato proprio malmteen agli inizi degli anni 80, peccato che poi non si è ripetuto, è forse.. troppo egocentrico

  244. Si il Maestro è egocentrico.Lo si puo condannare per questo ma lo si puo anche apprezzare:da un lato è irascibile e a volte troppo impulsivo e appunto,egocentrico;dall’altro il suo egocentrismo lo distingue dagli altri chitarristi e gli permette di contare al massimo su se stesso,concentrandosi sul suo “io”.Sul fatto che non si sia ripetuto mi sembra al quanto normale e comprensibile.L’aspetto del Maestro che apprezzo di piu è il fatto che è rimasto smepre coerente al suo stile,è rimasto sempre fedele a suo “io”.

  245. ADAM FULARA può piacere o no, ma é indubbio che sia in possesso di una tecnica innovativa, mai vista prima.

  246. ho provato ad inserire questo chitarrista nei Profili, ma ancora non lo vedo… cmq, se avete voglia di dare un’occhiata su youtube, al “clone” Giapponese del Maestro, cercate Norifumi Shima o Concerto Moon… a differenza della maggiorparte dei cloni di Yngwie, Shima è autodidatta (notare infatti l’impostazione della mano sinistra), e suona con passione… quella vera!!!

  247. scusami ale non volevo offenderti, ma mi devi spiegare come vedi tu la chitarra elettrica, e se vuoi anche cosa intendi per una ventata di freschezza, se parliamo di assenza di adrenalina potrei essere daccordo, ma io per rilassarmi ascolto erupsion

  248. Ho letto tutte le 32 pagine di commenti su Yngwie, e secondo me solo in 4-5 hanno capito chi è veramente Malmsteen… sbagliano tutti a criticarlo in quel modo quanto altri lo idolatrano… e quest’ultimo fatto ha portato cattiva luce su di lui (intendo sul fatto che si crede il migliore), certo non solo grazie a questo sito, ma da quando è nato come artista…

  249. i due chitarristi ke mi fanno provare + emozioni sn jason becker e yngwie malmsteen mi piace tnt…soprattutto black star e far beyond the sun…ha una tecnika impressionante mi ha fatto innamorare insieme a becker del metal neoclassico

  250. sono daccordo sia con mary che con melaz, il mio commento precedente era solo una mia sensazione, devo ammettere però che malmteen è il secondo mio preferito, ma è vicinissimo al primo

  251. lui è il numero uno,nn esiste NESSUNO alla sua altezza..anche se han cercato di copiarlo,il suo stile è inconfondibile….il bello ke poi lo criticano e poi lo imitano!io l’ho visto dal vivo a milano 4 anni fa nel tour di “attack” ed è stato IMPECCABILE,massima stima ed ammirazione per un’artista completo nel suo genere

  252. Malmsteen maestro??? Ma della porketta non della chitarra credo!!!! Losanno anche i morti chi è il chitarrista più tecnico del mondo……….M.A.B.

  253. Ma è meglio non rispondergli neanche, inutile perdere tempo con gli invasati o con i folli adulatori con i paraorecchie…

  254. melaz, non rivinarti il fegato, malmteen è grandissimo e anche dal vivo basta e avanza, ogni tanto capita che in una pagina si inserisca un comico (franz)

  255. Tecnicamente è bravo, però non fa una canzone senza andare a 2000..troppo monotono, anche se è piacevole da ascoltare.

  256. io odio questo uomo…pero’ evil eye e’ fantastica…gli assoli fanno schifo! gia’, la musica non e’ andare su e giu’ dalle penta

  257. Gwydion… mi ricordi franz (qualche commento precedente)… non parlare se non conosci!!!

  258. Eh Melaz…predichi bene ma razzoli male…!!è vero che malmsteen usa poco le pentatoniche(a parte nei pezzi blues che esegue dal vivo)ma nemmeno le scale”cromatiche”: infatti ciò che dona particolarità al suo stile è l’uso totalmente improvvisato di scale minori armoniche, scale modali di frigio dominante e tantissimi arpeggi..!ciao

  259. qualcuno ha detto che malmsteen usa pentatoniche? ahahah sono scale minori. qua siamo a livello che non si capisce ciò che si ascolta, e si vorrebbe lancire pure dei giudizi??? a studiare….via

  260. malmsteen è un pagliaccio ke ha rovinato canzoni storike di jimi hendrix cm LITTLE WING e VOODOO CHILD.paragonato a STEVIE RAY(ke ne ha fatto di cover fantastike di jimi) farebbe la fine di satriani:LETTERALMENTE POLVERIZZATO

  261. infatti cris io tra parentesi ho scritto anche “per quanto ne capisco”… essendo che io non suono la chitarra, e quello che ho imparato è tutto ad orecchio… cmq lo so che usa scale minori armoniche, arpeggi ecc… ma quello che mi fa impazzire di Yngwie sono gli Sweeeeeeeeeep!!!!

  262. edo ti ho già dato una risposta sui miei errori ortografici…adesso ti rispondo in merito al tuo gusto musicale: tu non suoni e non ascolti,

  263. giannino il tuo discorso sulle autostrade mi è incomprensibile.i tuoi errori ortografici nn sn le K.io sono uno ke suona e ke ascolta rock jazz e blues e ke detesta pagliacci cm malmsteen

  264. un’ultima cosa gianni,gli errori te li facevo notare sl perchè volevo risparmiarti figure di m…a nn per provocarti(cs me ne frega manco ti conosco),ma se a te nn importa….almeno nm prendertela

  265. edino: io non sono giannino(potrei essere anche una donna per quanto mi conosci) se non hai capito il discorso sulle autostrade… vuol dire che non le conosci, comunque senza polemica: non avevo dubbi sul fatto che sei un buon intenditore, però apriti un attimino, sono daccordo snche sul fatto che non te ne frega niente su come suono, allora spiegami il perchè del tuo interesse su come scrivo, guitarlist non mi sembra proprio un sito di poeti e non preccuparti per le mie figure ortografiche, mica sei tu che scrivi

  266. Gianni,non ho capito il tuo commento…perchè dovrei ascoltarlo meglio? se non sono minori armoniche quelle…

  267. per cris: si cris la maggiorparte(stragrande) sono scale minori armoniche, me per chi lo ha scoperto(parlo dell’inizio) non è stata qualla la novità, e per quello che ti dicevo di ascoltarlo completamente, io ero rimasto impressionato dalle sue scale in posizione(manico) centrale, in quel periodo il migliore era van halen, ma lui era riuscito a farci “spaventare” ancora di più, dopo (purtroppo) ha usato solo le scale che hai citato, poi l’ho visto dal vivo(parlo dell’anno 84-85) e ti posso assicurare che non era il malmsteen attuale.

  268. Volevo evitare di fare commenti su Malmsteen, perchè diciamo che non è il mio tipo di chitarrista ideale ma c’è melaz che invita tutti, dappertutto, a scrivere su Malmsteen perciò Melaz questa è la mia opinione:

  269. Hey, ma ’sto benedetto nuovo album di Yngwie quando cavolo esce??? …dai, che c’ho già le crisi d’astinenza!!!

  270. Ma ciao Brian… io non è che invito tutti, d’appertutto, visto che è sul profilo di Jimmi che sono nate determinate situazioni e tu ti sei “coalizzato” con fausto, e nessuno dei due parlava di Malmsteen (nonostante fausto continuava a dirlo), allora vi ho invitato…

  271. per me malmsteen rimane un riferimento. è stato il mio inizio, vero inizio. nel bene o nel male chi è chitarrista non può prescindere dallo Svedese. Tenete conto che il suo primo album solista è uscito nell’84 all’età di 21 anni…ditemi chi è che suonava in quel modo allora. Ripetitivo è vero, lo è stato nel tempo, preso più dalle donne e dal vino che dallo studio.

  272. ma come fate a dire pagliaccio a malmsteen…no dico… steve ray v., hendrix, ma di che parlate. come si fa a parlar male di malmsteen? una volta ho parlato con Salvatore Russo, gli chiesi cosa pensava di malmsteen, e mi disse che era un grande.

  273. for dream…… ti ricordo che è un sito libero e se uno non ha conoscebìnze musicali tali da laciarti contento bè… allora cerca di comunicare con gente alla tua portata o grande maestro…..

  274. Tutti che parlano del Maestro solo citando la sua tecnica,ma io dico!A me emoziona tantissimo anche tramite essa,ma soprattutto è l’INSIEME la composizione,il gusto che ne fanno la particolarità di Lui.Per non parlare,Melaz,del suo approccio istintivo durante i live,mai una canzone uguale a come è sul disco ma molto meglio!(creativamente parlando);è qui che sta la sua grandezza,è vario,ha mille sfumature,è pittoresco!:-D

  275. Scusa Francesco , ma non te la passo. Io non voglio fare il colto, ma se tu mi giudichi male malmsteen e poi dimostri d non capirne io te lo dico. perche non puoi criticare uno dei migliori al mondo e toppare cosi .

  276. Infatti Mary io l’ho menzionato nei miei comment, non solo quì, che dal vivo Malmsteen mi fa impazzire, sia per la tecnica, anzì per come usa la tecnica, e per le movenze e facce sul palco…

  277. e si malmsteen è una mosca bianca, istintivo, creativo e… egocentrico, ma nel suo caso il termine egocentrico è un complimento: non ha guardato in faccia nessuno ha proseguito con l’istinto e giustamente(non era facile) ha salutato “tutti” se avessero tutti questo pregio la musica rock sarebbe sicuramente migliore

  278. ma se fa le stesse cose da 20 anni…voglia di aggiornarsi zero……. sempre scale minori armoniche ultraveloci che non hanno mai senso, sempre veloce… nel g3 con satriani e vai fa delle figuraccie tremende… lui improvvisa ultraveloce sempre, poi arriva Steve Vai che lo mette a tacere con molte meno note e con un gusto notevolmente superiore……mah!

  279. Robadamatti, anche i computer si aggiornano, ma i 2 migliori sistemi operativi sono Win98 e Win2000PRO, che hanno circa 10 anni tutti e due ahahaha!!!

  280. Senti tu.. come ti chiami?. robadamatti… se c’é uno che nel G3 fa quasi una figura di merda contro Malmsteen é proprio Steve Vai, che durante la jam session non sa proprio che pesci pigliare contro Yngwie. Infatti se guardi attentamente il DVD, mentre Malmsteen improvvisa alla grande eseguendo fraseggi al fulmicotone e soprattutto ARPEGGI-SWEEP PULITISSIMI E COME DIO COMANDA, Steve molto imbarazzato non sa che c?? fare e lo interrompe un paio di volte facendo cazzatelle come legati e giochini con la leva che ormai hanno rotto un pò troppo!!!!

  281. che credi, che non sia anch’io un chitarrista? Che credi, che io non conosca Malmsteen e Vai?

  282. Bravo ale, ottimo commento di risposta…stavo per fare io stesso la medesima cosa. Purtroppo non tutti possono capire la superiorità del Maestro, preferendo invece, le inutili e stancanti sperimentazioni di Vai…ma è questione di gusti. Inoltre un musicista, nel corso degli anni, è sempre destinato a ricevere critiche in ogni caso: se rimane fedele a se stesso, si dirà che è monotono, se al contrario avrà un’ evoluzione, si dirà che si è venduto e non è più lo stesso.

  283. esatto ragazzi molti sostengono che malmsteen abbia fatto una figuraccia nel g3, ma è esattamente il contrario.Li distrugge, per pulizia ,fraseggio. Il vecchio malmsteen si dimostra superiore. E mentre lui fa improvvisazione vera gli altri due si mettono a fare cose inutili, fanno giochetti con la leva e cretinate varie perche il confronto non lo reggono.

  284. Caro ?robadamatti?, innanzitutto non è affatto vero che Malmsteen esegue solo arpeggi diminuiti o scale minori armoniche, (eseguite comunque con infinite varianti e cromatismi), perché esegue spesso anche scale minori doriche, utilizza spesso il modo frigio o eolio, e scale minori napoletane.

  285. Il punto che Malmsteen può essere tecnicamente mostruoso quanto vuoi, stra preparato, ma purtroppo ANNOIA!Non dico che quello che fa è facile, ma stanca e quindi si finisce col dire che lo zio Yngwie faccia cagare.A parte che Malmsteen è superato e non è poi cosi veloce; e poi a mio parere non è particolarmente tecnico.Il fatto poi che al g3 di denver si comporti meglio è perchè è un chitarrista impulsivo e quindi ha grande forza di improvvisazione che invece manca agli altri due, in particolar modo a vai che è troppo studiato a tavolino.Io comunque seppure nella critica a malmsteen lo apprezzo lo stesso perché a suo tempo era veramente geniale.

  286. Yngwie..scontatamente la penso esattamente e identicamente come te.Un sorriso 😉

  287. ammazza, io ho fatto solo l’esempio delle scale che utilizza molto, non dovevo per forza dirle tutte!!! So che nella sua musica utilizza anche dorico, e soprattutto frigio (soprattutto quello definito “volgarmente” frigio di dominante, sull’armonica).

  288. allora, a parte FLEXABLE… che è di una… va be una schifezza, mi dovete spiegare come fate a fare confronti tra VAI e MAlMSTEEN è come paragonare rimanendo in italia, battaglia a pino daniele ma come vengono fuori questi paragoni e poi al g3 sarebbe fuori posto anche HENDRIX…

  289. Un consiglio:lasciamo “robadamatti” in coerenza al suo nome.Un saluto a tutti!

  290. ma mannaggia la pupazza?..robadamatti?.. ma te lo vuoi mettere nella capoccia che il Maestro è IL CAPOSCUOLA del genere neoclassico e io direi anche più in generale della chitarra shred?!!

  291. Lo so Mary, forse hai ragione tu, ma “robadamatti” mi provoca… vuole smontare un pilastro della chitarra moderna come Malmsteen…. ma ti sembra giusto?

  292. o madonna! Allora lo stesso discorso vale per Kirk Hammett! I suoi soli erano per molti impossibili negli anni ’80 (e sono di una facilità esagerata), eppure è defi nito eroe della chitarra da moltissimi, lo loda anche Joe Satriani! O meglio, lodava, perchè poi tutti gli diciamo di cotte e di crude!

  293. malmteen è unico!! qualche anno fa si sono “inventati” un cd tributo ad eddie van halen tra i vari chitarristi c’èra malmsteen, bene …è stato l’unico a non copiare l’assolo come lo fa eddie: ha fatto un SUO assolo in un pezzo dei van halen.. e qualcuno dice che è monotono….ogni tanto sono le orecchie ad essere monotone

  294. Hanno ragione tutti e due: robadamatti e ale.L’ultimo è più ferrato sul metro di giudizio di malmsteen, ma robadamatti ha ragione quando dice che malmsteen è ripetitivo.Sarà stato un capo scuola,ma l’ironia della sorte ha voluto che molti lo uguagliassero e addirittura lo superassero.La verità è che Malmsteen ha dato tanto, ma si è anche fermato tanto.Per favore abbandonate quest’uomo ( malmsteen )alla sua boria su 4 cazzate tecniche.Sembrerò un eretico, ma lo zio Yngwie tanto amato da me tempo fa adesso per me può prendere la via del reglusorio.

  295. roba… è facile dire che Malmsteen non suona con gusto… che suona sempre veloce, che fa sempre le stesse cose…

  296. Robadamatti..sei fin troppo gentile!Ti offri pure per consigliarmi della musica seria?ah..non scomodarti,la musica seria io già l’ascolto e non ho bisogno di nessun consiglio.;-)

  297. “Ma ve lo togliete o no dalla testa che la musica non è una gara, dove si supera ecc…?”

  298. Eh!! Roba… Prima cosa, Malmsteen si è conquistato le antipatie per quel motivo grazie ai mass media, perchè anche lui nelle interviste non ha mai parlato di velocità!!! Questo è un luogo comune che hanno tutti quelli che sanno solo criticare, come del resto che fa sempre le stesse cose… Se ti riferissi agli ultimi 2 album allora ti darei pienamente ragione, ma mi sa che quello che si deve lavare le orecchie sei tu!!! Apri la tua valigia, butta un po’ di pregiudizi del cavolo prima di ascoltare la musica, e poi vedrai che ti stai sbagliando 😉

  299. robadamatti… st. luois… elenca qualche nome importante così capiamo meglio e magari scrivo pure per la disinformazione che hai in materia, adesso permettetemi e scusatemi: ma che cazzo centrano greg howe o eric johnson… ma hai capito chi è malmteen?(capelli lunghi…strato, un fenomeno ecc.)forse hai sbagliato pagina.

  300. dimenticavo…cerca di essere più chiaro e ricordati bene ( ma molto bene)se vuoi veramente tastare il livello dei chitarristi “girati” un po di locali e vediamo se ti viene fuori un malmteen… si magari ipertecnici velocissimi però con un difettuccio: tutti fuori tempo…….

  301. vabbé…. é inutile parlare ai sordi, non apprezzi Malmsteen….ce ne faremo una ragione…ah ah

  302. sempre per robadamatti: tu parli sempre di una scuola: ricordati che con il senso del tempo purtroppo si nasce, sono sicuro che in qualsiasi scuola MONDIALE ci siano dei fenomeni

  303. ahahaha me li giro tutti i locali, peccato che ne trovo 3000000 chitarristi meglio che uno sbruffone che è ormai superato… vabbè, facciamo na cosa? Continuatevi a sentire Malmsteen fino al 2030, io cerco di trovare cose un tantino diverse ghgh

  304. Ragazzi lasciate stare chi non apprezza perche fa del male solo a se stesso secondo me. Invece vi volevo dire una cosa….avete ascoltato malmsteen con gli alcatrazz?

  305. Beh roba non ha mica tutti i torti..io ci sono stato un anno al st.louis e devo dire ke è unascuola troppo figa!solo vedere chi ci insegna come chitarristi ti fa venire i brividi… William Stravato, Lello Panico, Giacomo anselmi, nico stufano e tanti altri come dario la penna nel jazz..e sono musicisti che sanno suonare tutto… non credo che Malmsteen sia in grado di suonare fusion..e poi ragà, siamo seri..non è molto falsa la cosa che il maestro si ripeta un bel pò ogni disco che fa..e c’è anche da dire che non è più un chitarr che fa cose straordinarie, ormai è parecchio superato…….ragà, serietà e non vi scaldate tanto

  306. robadamatti, premesso che non è personale: ma che locali frequenti…si chitarristi esagerati…ma appena c’è un inconveniente vanno tutti in depressione, voglio dire che sono tutti dei cloni della loro tecnica basta una variante che li vedi improvvisare come principianti… l’orecchio ed il senso del tempo non danno questi problemi “collaterali”

  307. Uhm Francesco, serietà inanzitutto (per me) è non dire che è stato superato, perchè non è una gara, se ancora non si è capito… secondo, si continua a dire che fa sempre le stesse cose, e ho già risposto a questo fatto…

  308. spesso nei vari commenti sui chitarristi si è fatto riferimento al mondo dell’arte. a tal proposito tutte le discussioni sulla tecnica chitarristica assumono un tono completamente inopportuno, perchè non sempre la tecnica è sinonimo di arte.

  309. Finalmente qualcuno che non ragiona solo con i gusti personali!!! Bravo Leon!!!!

  310. Melaz a me bonnet non fa cosi schifo! Malmsteen gli avra rotto la strato in testa, impellitteri l avra lasciato dopo due dischi, steve vai anche meno, ma alla fine con lui hanno suonato tutti e qundi piu che scarso mi viene da pensare che magari ha un brutto carattere!

  311. Cmq questo è lo spazio di malmsteen e siamo cmq d accordo entrambi che è un grandissimo, uno che ha fatto storia e che ancora adesso ha pochi rivali!

  312. certo Dream, e chi ha detto il contrario… io dico il contrario su Bonnet mica su Malmsteen 😉

  313. Caro Dream concordo con te,il Maestro è proprio un grandissimo della musica,ovviamente chi non lo capisce lo critica.Dopotutto è sempre la stessa lagnosa storia:se si è molto abili tecnicamente ma allo stesso tempo anche molto abili artisticamente gli INVIDIOSI cercheranno sempre di trovare qualche difetto(che nel caso di Malmsteen non trovo)parlando di “EMOZIONI”,”MELODIA” ecc(ahahah)…prendendo ogni scusa per trovare un deficit musicale a chi deficit non possiede.Un saluto a tutti!

  314. Grande si ma allora,…..adesso fa voglia di vomitare….lo trovo patecico e superato….sempre smargiasso….non sa fare musica…..altro che capire musica….siete voi che siete invasati di un buffone….malmsteen….ti ho amato, ma adesso puoi andare al circo!

  315. Difetti non ne ha? Ne sei proprio sicura? Nei concerti a volte impasta il suono, a volte è un po’ impreciso… ok, è un grandissimo chitarrista, ma fare le solite cose da quasi 20 anni ha reso un po’ le cose “monotone”, sai com’è…

  316. Per il Buon Intenditore raffo: quello che hai appena spiegato significa persona che ascolta musica commerciale, ossia colui che lo ascolta quando va di moda un certo genere (ad esempio) e poi lo lascia per ascoltare altro (di solito quello di moda nel nuovo periodo), questo l’ho capito dalla tua frase “andare veloce non emoziona più…”

  317. Si caro raffo,secondo me di difetti non ne ha,sul piano musicale.Riguardo alla tua affermazione sul fatto che “ci sia un botto di gente che dice che non c?è ne melodia ne emozione nella sua musica “posso ricambiare dicendo che il “botto” di persone che dicono così,o almeno la maggior parte,è perchè non arriva per niente a capire la musica malmsteeniana e al primo ascolto la trova troppo “intricata” e complicata quindi preferisce optare su chitarristi più consoni alle loro esigenze:qui si denota l’esigenza di un ascoltatore.Se personalmente non ti piacesse posso capire ma non per questo bisogna affermare che sia freddo solo perchè il “botto” di persone lo afferma…è verissimo che musicista non significa”sfoggio di velocità” ma è altretttanto vero che velocità è troppo spesso associato a freddezza:a me il Maestro non sembra per niente freddo,e per lo più,non vedo tutto questo eccesso di velocità nella sua musica;sa anche essere lento quando il brano necessita lentezza.A parte la volgarità lessicale eclatante del tuo commento,ti consiglio di rivalutare il buon Malmsteen guardandolo dal TUO punto di vista e non del “botto di gente”.

  318. Per raffo: mi spiace, ma NON HAI CAPITO PROPRIO CHI E’ MALMSTEEN, e poi sappi che ci sono “un botto” di persone in tutto il mondo che lo adorano come un DIO. Inoltre non é affatto vero che suona sempre veloce, perché ti assicuro che quelle volte che suona lentamente (é vero, non é molto frequente), lo fa con un’intensità e un’espressività maggiore di un chitarrista che suona sempre lento (ascolta Black Star, Amberdawn, Cryng, Brothers, Marching out….)!!!

  319. musica modaiola? Io? Io ascolto tutto, perchè voglio diventare un chitarrista professionista, e ascoltare tutto fa molto bene. Ma non per questo sento musica modaiola. Il mio era un pensiero, che seppur non condivisibile, denota le cose che penso. Malmsteen l’ho sentito fin troppo nella mia vita, e una volta arrivati tanti altri chitarristi ho preferito darmi a qualcosa che mi facesse emozionare, venire i brividi. EMOZIONARE NON E’ UGUALE A MUSICA MODAIOLA. A me la fusion fa emozionare, se è modaiola quella! (ho fatto un esempio).

  320. Caro raffo..”Volgarità lessicale”è caldamente riferito all’insieme lessicale non alla parola che hai precedentemente citato te;ti faccio un esempio semplice e comprensibile:prendere a pomodori in faccia un artista significa dimostare una villanità senza limiti,anche solo se lo pensi o,peggio,lo scrivi.Non è bello neanche per chi legge certe infantili e tribali angherie verso gli artisti che ama;non ho ancora capito,dopo vari mesi che commento guitarlist,che gusto ci sia a scrivere certe stupidaggini.Sarà un personale e filosofico mistero(anche se di filosofia ce n’è poca)…

  321. Non sempre ascoltare tutta la musica è sintomo di essere veramente appassionato, o di voler raggiungere lo scopo di diventare un chitarrista professionista… raffo, può essere inteso come una superficialità anche, nel senso che si ascolta di tutto senza un senso critico… dimostrami che così non è nel tuo caso…

  322. ogni tanto sento parlare di circo(spesso) in questa pagina… andate al circo se non vi piace malmteen ma andateci proprio..almeno li i pomodoripotreste tirarli anche a vostra moglie.. sono troppo volgare? no, andate al circo!!!!

  323. Era una battuta, possibile che non si capisca? Si, adesso vado a un concerto di un’artista portandomi la cassa di pomodori e buttandogliela addosso… ma scherziamo? ahahah oddio…

  324. per raffo: un chitarrisat che si ripete non è detto che sia monotono….magari chi lo ascolta è annoiato..ci sono chitarristi che cambiano continuamente…ma alla fine diventano.. il nulla…dispersi…

  325. Se la critica fosse soggettiva, tutti sarebbero bravi a fare i critici… E’ vero che uno deve carpire un po’ da tutti la musica, anche io ascolto fusion, ma quello che voglio intendere e che non sempre è una cosa buona ascoltare tutto… e il tuo concetto… bè allora anche la Trance Music è musica, perchè i tamarri la ascoltano e gli piace 😉

  326. Che centra Steve Vai.. lui sperimenta, e mette ogni tanto qualche effetto, puo’ capitare… non è che la musica fatta al computer sia schifosa eh! Cioè, dico che anche se c’è qualcosa che rende il pezzo piu’ interessante allora ben venga… ovviamente non esagerando, perchè sinceramente di musica elettronica io non voglio saperne poi cosi’ tanto ;). Il fatto della monotonia è sempre e comunque soggettivo… per me Andy Timmons ad esempio è un chitarrista fantastico. Ma l’altro giorno parlavo con un chitarrista e mi dicevo “troppo fotocopia di Satriani, etc. Non mi piace, è monotono”. E’ chiaro che ci siano pareri differenti. E poi bisogna ascoltare, specie per noi musicisti, generi che vale la pena ascoltare. E’ buono ascoltare rock, blues, jazz, fusion, acustica, hard rock & metal, musica classica e quant’altro. Ma non arriviamo a quella musica trance oppure a delle cose schifose quali black satanic shit metal oppure a cose estreme sull’altro senso che veramente raggiungiamo il limite di pazzia… sono gusti anche quelli, ma non per me 😉

  327. be raffo sulla monotonia sono daccordo, sul computer no..fai un pezzo..il cantante(come al solito) ti dice troppo bassa….non c’è problema due secondi e la alziamo….troppo lenta ..dovè il problema un secondo e l’accelleriamo…è musica questa?

  328. scusa, ma che centra la fase di mixaggio e mastering con il pezzo in se? Ogni gruppo fa cosi’ in studio, difatti un’artista bravo quanto possa essere live non dimostra al 100% quello del disco… ma è anche ovvio, ti trovi in tour, non puoi fare rising forse sempre alla stessa maniera, si cambia, e si ricambia!

  329. yngwie malmsteen e’ il miglior chitarrista di tutti i tempi…lo hanno copiato tutti..ho visto satriani dal vivo…che palle basta con sto’ tapping …copiato da van halen ..steve vai vai a vendere le fragole…i suoi dischi mi fanno ricordare star trek…senza effetti non esisterebbe nemmeno..non avete ancora capito niente di chitarra..

  330. scusa raff. il mixaggio ed il mastering infatti non c’entrano proprio..il cantante una volta voleve il pezzo più alto oppure più veloce? il gruppo si alzava e velocizzava naturalmenta(compreso malmteen) non confondere i pezzi live da quelli incisi…. li si c’è un’elaborazione : correzione e arrangiamento!!stop: una volta….adesso tutti fenomeni..

  331. Bè, vedi Raffo… hai idea di quanto possa cambiare un suono in fase di mixaggio?

  332. sorpresa! i musicisti già negli anni 60 usavano velocizzare o rallentare un inciso,anche suonarlo al contrario.ad ogni modo,sia che il pezzo venga molto modificato o che nasca alla prima,penso che sia il risultato finale quello che conta(o no?).certo se poi in live si fanno figuracce,è meglio incidere soltanto e ti saluto.

  333. Si Fausto, ma io preferisco il “naturale”, gli effetti, la velocizzazione (e non velocità) ecc, sono per me delle cose che compensano una carenza dell’artista… se poi non dimostra determinate cose.

  334. tutto è partito da steve vai… e infatti quello che crea e che registra su disco lo fa live… anzi, live li fa molto meglio, decisamente!

  335. Il Maestro nei live rende ancora meglio che in studio;qundi direi proprio che non nasconde niente poichè non ne ha bisogno.Molto spesso esegue un pezzo o un assolo liberamente e seguendo l’istinto d’improvvisazione rendendo il tutto ancora più gradevole all’udito.

  336. Sicuramente un maestro della sei corde, riesce a combinare tecnica,sentimento,melodia,raffinatezza, precisione e velocità molto bene. Grande compositore (guardatevi il Concerto Suite For Electric Guitar ecc.ecc. con l’orchestra filarmonica giapponese) Innovatore nel suo genere,fantastici gli effetti e i giochi che usa (guardatevi i suoi Hot Licks e roba varia). L’unica cosa che forse gli si può rimproverare è di non essersi evoluto molto negli anni,di esser rimasto un pò chiuso nel suo genere e troppo legato alla chitarra neoclassica. Perfetto per il resto, avrei voluto vederlo insieme a Jason Becker…

  337. va bene,ma bisogna ammettere che ci sono una marea di “musici” che,con tutti gli effetti possibili,non sanno fare musica.per me è il risultato finale che conta,o al limite il processo;è lì che apprezzo la naturalezza(sopratutto per la fatica della conquista e della relativa crescita);l’aspetto tecnico(carenze tecniche eventuali),il come ci arrivano,questi sono affari loro.ripeto,se poi vai in live…

  338. Infatti Fausto, è quello che sto dicendo anche io, che con gli effetti molti cercano di compensare carenze di qualsiasi tipo: dal gusto, alla velocità o alla tecnica ecc…

  339. io non parlo di chi usa gli effetti come un compensativo,ma di chi ne fa parte integrante,incarnata per così dire,nel suo comporre

  340. è ovvio,Melaz,che l’eccessivo uso d’effetti puo decisamente compromettere la credibilità di un chitarrista e delle sue capacità tecniche ed anche espressive,basti ascoltare ultimamente steve vai per accorgersene:nonostante sia un buon chitarrista,secondo me utilizza troppo l’ipertecnologico e eccede nell’uso della leva del vibrato;quando lo ascolto mi ricorda qualche suono virtuale,qualcosa di meccanico a volte freddo,che si allontana dal suono chitarristico.Molto lontano dall’ondata di struggenza ed emozione che il Maestro esprime nelle sue composizioni.Sono due chitarristi molto diversi tra loro,anche se preferisco di gran lunga l’ultimo.Un saluto a chiunque passi di qui:-)

  341. Si Little,certo,quel che hai affermato è una tua opinione sulla musica di steve vai.Malmsteen utilizza il delay ma non ne fa un uso eccessivo come invece molti fanno relativamente ad altri vari effetti.Riguardo alla tastiera “scalopped” ti posso dire che ha i suoi pro e i suoi contro:da un lato puo sembrare comoda(questo bisogna chiederlo a chi la utilizza costantemente nel tempo)ma dall’altro richiede maestria nel suo utilizzo,poichè comprimendo troppo o troppo poco la corda nei tasti,si rischia di modificare la tonalità del suono e di rischiare orride ed indescrivibili stonature,suoni moribondamente inascoltabili.Un saluto

  342. bene.. malmteen usa il delay…forse mi sono perso un pezzo..ma..chi non lo usa..poi hendrix ed i wha wha…peccato che sia uno dei pochi effetti che copre tutto anche le stecche..senza voler offendere hendrix, il manico scalopped: va benissimo per lui…non è detto per gli altri, ma rimane e rimarrà un vero foriclasse(malmteen)

  343. Il delay si sente, ma non è questo un problema. In fondo, il delay, come il chorus e altri effetti, aiutano ad avere un suono leggermente “campionato”, e quindi di variare. A me piace sia suonare con effetti, sia pulitissimo nel senso distorsioni, overdrive/crunch e pulito senza effetti. Sulla tastiera scalopped non è cosi’, nel senso che quando un chitarrista arriva a una discreta “manegevolezza” sullo strumento la cosa delle “stonature per la troppa pressione” non esistono. Lo so bene perchè l’ho provata una chitarra fatta fare scalopped e non notavo differenze in termini di “difficoltà“, semmai il contrario. Poi non esageriamo, Steve Vai è un pazzoide. A lui piace molto sperimentare, ma non è che ogni canzone sua è fatta di supereffettimegagalattici! Ogni album contiene molti piu’ pezzi fatti in maniera “normale” che supereffettati. E se mettiamo in dubbio la mostruosità di un grandissimo chitarrista come Steve Vai, beh, allora, avete sbagliato mestiere 🙂

  344. melaz…suono la musica di malmsteen da 15 anni…e ti posso dire che i suoi pezzi si possono suonare…

  345. Per Nemo (l’uomo senza nome): allora fai un bel video di te che suoni un pezzo di Malmsteen, mettilo su youtube, e postamelo che sono proprio curioso di sentirti…

  346. Dire “il più grande di tutti” è molto azzardato,secondo me è UNO dei più grandi;ciò non toglie niente alla sua genialità compositiva ed alla sua profondità d’espressione ch’ha pochi eguali.

  347. Io suono la musica d malmsteen, satriani, gilbert, petrucci,vai,gambale,kotzen,morse ecc….tanto da quel che capisco si possono dire tutte le cretinate del mondo….a..dimenticavo anche meglio di loro.ahahahahahaha

  348. caro dream,non vedo l’ora di ascoltare un tuo album vista la tua bravura! ah, ah, ah,

  349. Si infatti dream… si possono dire tutte le cretinate del mondo!!!! Ahahahaha

  350. Ma ragà… che tocca leggere. Prima di scrivere, ragionatele e pensatele completamente le cose.

  351. Ah! dream a sto punto il “Youtube-invito” vale anche per te! 😉

  352. Ehi michelangelo(ahahah)hai proprio un bellisismo nome,il nome di un artista veramente geniale:speriamo che anche tu lo sia anche se hai affermato molto azzardatamente che il Maestro è il migliore dei chitarristi.

  353. come fa ad esserci gente a sto mondo ke preferisce malmsteen a stevie ray vaughan,malmsteen ha fatto una cover di little wing ke è vergongnosa,stevie ray ne ha ftt 1 ke è anke meglio di quella di jimi

  354. Diciamo che gli opinionisti malmsteeniani si dividono in due semplici e scontate categorie:gli “adulatori” che seguono ogni cosa faccia,ogni cosa dica essendo convinti che tutto cio che mette in azione sia giusto:lo idolatrano come se fosse un dio non accrogendosi che è un essere umano come tutti gli altri forse un po scorbutico ed egocentricamente suscettibile e non pensando con la propria testa;ci sono anche coloro che lo odiano,che non lo sopportano poichè non gradiscono il suo personaggio purista.Se devo proprio esprimere la mia più accurata e sincera opinione Melaz affermo che è un ottimo chitarrista e dartista ma qualcosa gli mancherà sempre:l’umiltà.Se il Maestro è quel che è diventato lo deve sì alle sue capacità ma deve ricordarsi che è DEBITORE verso l’ARTE:ogni artista che si rispetti deve essere UMILE anche se è il più famoso,il più bello(oddio..),il più idolatrato del pianeta.Un artista è SERVITORE dell’Arte.Ha tanti pregi ma i pochi difetti che ha sono estremamente pesanti e decisivi

  355. Ho sentito alcune voci di corridoio (sulle news del sito di Malmsteen) che danno come nuovo cantante di Yngwie Tim “Ripper” Owens al posto di Dougie White. Il nuovo album dovrebbe uscire a luglio…cavolo… perché così tardi?

  356. per me è e rimarra la piu grande schifezza mai esistita sulla scena chitarristica mondiale,solo un fenomeno da baraccone,basta sei ore sulla chitarra a fare le solite scale e tutti lo possono superare,ascoltatevi Jimhi Hendrix,e non sto buffone!!!!!!!!

  357. Vedi Mary… c’è gente al mondo che deve dire: “ma no, poverino, infondo… lui è fatto così, bisogna accettarlo, bisogna accettare tutti” e c’è gente come Malmsteen che dice: “Ma non vedete che quello sta sbagliando, come fa a fare questo in questo modo?”… io preferisco la pura realtà ad una bella bugia… il mondo è pieno di ipocrisia… è quelli di sinceri come Yngwie c’è ne sono pochi… le persone così possono anche ferire la gente moralmente, ma vedi… vivere la vita fingendo a se stessi, non è vivere…

  358. Attilio:Hendrix era comunque HENDRIX.Non c’è paragone in ogni senso esistente con il Maestro che,nonostante sia un geniale chitarrista,non potrà mai eguagliare la RIVOLUZIONE di Jimi Hendrix(se sapeste quanto mi dispiace dirlo ed ammetterlo :-D)nella MUSICA.Mi dispiace per Malmsteen ma l’UMILTà è sempre premiata.MELAZ:e chi ti dice che chi è umile è falso?forse pensi così perchè non riesci a concepire l’umiltà di un musicista(che guadagna fama e palate di soldi..)oppure semplicemente non ci credi:al medesimo tempo potrei dirti che Malmsteen si è creato una certa immagine di “uomo diretto e sincero”con la sua superbia(eh si…)ed il suo egocentrismo che lo fanno sembrare “il più vero tra i falsi”:in un’esilarante intervista dichiarò erroneamente che Picasso non sapeva dipingere e quindi per non far vedere che fosse così ipoteticamente scadente si cimentava nell’arte cubista…SBAGLIATO!Il signor Picasso aveva una sublime tecnica(se intandiamo la sfumatura perfetta,la luce reale ecc..)ma il fatto ci sperimentare l’arte cubista era una SCELTA non una condizione;in seguito si definisce purista..SBAGLIATO!I puristi riconoscevano le SCELTE ma ponevano dei LIMITI ACCADEMICI,Malmsteen non riconosce proprio la scelta di Picasso.In fondo a me dispiace moltissimo che un musicista sublime come lui faccia ragionamenti così futili,comuni e per lo più senza documentarsi,facendo una figura meschina nei confronti dell’arte in generale.Quell’intervista m’era stata passata e l’avevo letta divertita concordando parzialmente sulle sue opinioni;in seguito la rilessi più volte e capii che in alcuni punti il Maestro aveva fatto un buco nell’acqua:Picasso,Steve Vai,Satriani(in parte..)e John Petrucci(di cui ha detto pochissimo,criticando la band e non il chitarrista).Non mi garba molto chi ha reagito dicendo “almeno dice quel che pensa…”ah si?siamo sicuri???fecero domande più o meno simili a Steve Vai ma lui si astenne dalle opinini sugli altri chitarristi affermando che non gli interessava nemmeno dare opinioni su di loro(figuriamoci critiche..).Se,caro Melaz,facessimo il tuo ragionamento allora dovrei pensare che Vai è un ipocrita:eppure non lo penso,sai perchè?perchè i fatti parlano da soli.Quando sento il nome di Steve Vai mi viene in mente il chitarrista funambolico e pazzo,fantastico e creativo che parla con la sua chitarra;purtroppo è inevitabile che al sentire del nome malmsteeniano mi venga in mente il PERSONAGGIO egocentrico e irascibile,infelice(ma veramente..)e in seguito il bravissimo chitarrista,l’ottimo esecutore carico di emozioni che purtroppo ahimè si sono spente con la prova del tempo,basti ascoltare i suoi ultimi album(e non lo dico certo fieramente).A chi dice che è una grande schifezza consiglierei l’ascolto di Rising Force e Trilogy due bellissimi album che evidenziano il suo estro barocco.In quegli album non v’era solo “scale in andirivieni” ma vi era anche un forte coinvoglimento artistico.Non so caro Melaz se essere umili significhi fingere a se stessi:vedi…la superbia in fondo è come una sorta di corruzione:è una visione distorta dell’IO,una visione superiore rispetto alla realtà e dunque dimmi:vedendo un miraggio,qualcosa che non esiste,una persona vede la verità o la bugia?Direi inconfutabilmente la seconda.:-D Pensa Melaz!Io non dico nessuna delle due affermazioni che hai citato!Se facessi come hai detto nella prima tesi allora starei di certo nello spazio di michael angelo,mentre se facessi come esponi nella tua seconda tesi snobberei l’arte del novecento.Se si ferisce si vuol ferire:dire che i Nirvana sono delle feci per me è normale,come dire che Eddie van halen è uno dei più grandi chitarristi di ogni era.Chi ferisce non ha alcun criterio di rispetto delle opinioni,seguendo schemi accademici ossessivamente(con questo non voglio dire che chi li segue sbaglia ma chi li emula ed è ossessionato da essi senza imparare a pensare dal proprio punto di vista).Sai perchè Hendrix è considerato il più grande chitarrista di tutti i tempi?Perchè è MUSICISTA LIBERO da ogni vincolo,senza limiti.Un saluto 😀 (comunque eddie van halen è pur sempre il mio preferito anche se ora riconosco l’onore di più grande al selvaggio Hendrix..)

  359. X MalmsteenShit: NON SEI DEGNO NEANCHE DI UNA RISPOSTA!! E’ COME SE TU AVESSI BESTEMMIATO…..

  360. l’umiltà è una cartteristica di un’artista? picasso era umile? e caravaggio? magari c’è stato qualche artista diplomatico, però chi ha con una forte personalità ha espresso le proprie idee (sebbene queste non debbano essere per forza condivise) le dice ad alta voce senza paura di dover accontentare tutti. può essere un limite il voler fare tutto da soli, per cui è più facile ripetersi ecc. ecc. però ci sono meno compromessi. è chiaro che nella sua carriera tanti sono stai i suoi errori ed album sbagliati(anche di picasso o di altri artisti, non mi piacciono tutti i suoi lavori), ma come artista è stato coerente con le sue idee.

  361. Mary, ma come hai fatto a leggere nel mio commento che insinuavo “CHI E’ UMILE E’ FALSO”?… è proprio il contario di quello che ho scritto… e anche da Hendrix ho sempre “esaltato” questo fatto…

  362. hendrix non dice”non è vero assolutamente mi creda”,dice solo “oh no”,e può avere un significato ben diverso:dal tono e dal volto sembra voglia dire solo che è insensato fare queste gare,e che è meglio starsene al proprio posto e continuare a crescere musicalmente e non(come potrebbe sembrare)che ci sono chitarristi più bravi.questa precisazione mi sembra,sul piano del significato umiltà,più completa.ho il video dell’intervista al dick cavett show,ci sono momenti anche esilaranti.saluti a tutti

  363. Ah, Fausto, ma questa è una frase di tua “creazione” o di qualcun altro?…

  364. Yngwie è indubbiamente un chitarrista che la prima volta che lo ascolti ti lascia senza parole…sfortunatamente per lui dopo che lo hai ascoltato anche la seconda volta, continua a non farti esprimere nessuna parola, se non “pagliaccio” La musica e la chitarra sono tutt’altra cosa…parere mio.

  365. i legumi in genere per es.fanno deiscenza…tipico non so,non me ne intendo,mi interessa il senso della parola(compreso il senso medico).la frase sull’umiltà è ovvio che non è mia,visto che ci ho messo tanto di virgolette.saluti

  366. a proposito mel.hendrix si drogava ma non era affatto dipendente.ma anche se lo fosse stato quel che conta è la musica.salute

  367. fausto…non puoi giudiare hendrix in base alla droga…un eroinomane è dipendente..sia si chiami luca oppure jimi..quindi la colpa è sua…mi dispiace, perchè è stato grandissimo

  368. gianni,non mi va di entrare nei particolari:ho avuto amici che saltuariamente l’hanno usata,e non ne sono usciti affatto dipendenti.peraltro hendrix non si è mai bucato(gli a dato giusto qualche fumatina non di più).saluti

  369. riscrivo meglio.giusto per precisare una cosa che sul piano del significato può essere importante nella sfumatura del discorso:l?intervista riportata da te(che io ho riportato pochi commenti fa)fa dire ad hendrix:”non è vero assolutamente mi creda”.in realtà hendrix dice semplicemente:”oh no!” e scuote la testa,prima ridendo e poi gradualmente facendosi serio(ho il video).in questo caso il no può equivalere a dire”no,è insensato fare queste garette,io penso alla mia musica e a crescere sempre”.nell?altro caso(quello che hai riportato,probabilmente leggendolo)invece significa:”ci sono chitarristi molto più bravi,è meglio che me ne sto in questa sedia”.per quel che ne so io hendrix propendeva per togliere di mezzo le gare,tutto qui.mel:comunque il significato di egocentrismo che tu attribuisci a malmsteen è sempre deleterio se significa chiudersi alla diversità.comunque nella sua musica si vede

  370. be melaz ke jimi nn fosse libero di suonare cio ke voleva nn è proprio esatto:nn dimentikiamoci ke poco dopo l’uscita dell’album sgt pepper’s dei beatles,sapete in un live ke cosa ha eseguito il grande jimi:proprio sgt pepper’s.e visto il successo ke i beatles avevano avuto cn quel brano,deve essere stato certo una scelta difficile farlo(sgt pepper) e sicuramente se ci fosse stato uno ke manovrava jimi cm una marionetta nn sarebbe certo successo.è ovvio ke dopo la sua morte è stato strumentalizzato,questo è accaduto anke a tanti altri.basti pensare a cio ke sn divenuti i nirvana in seguito alla morte di kurt kobain,o i doors dopo quella di morrison

  371. fausto jimi era dipendente eccome,è ovvio ke quando lo fermavano all’aereoporto cn dei sakki di eroina diceva,a me quella roba nn piace,era per paul mcartney ecc. anke morrison diceva:gli eroinomani mi fanno skifo,eppure di cosa è morto?sua moglie cs’era?

  372. poi bisogna vedere in che senso si intende la parola umiltà,per quel che ne so io caravaggio mancava di umiltà(fra virgolette)con chi se lo meritava o con chi gli faceva critiche idiote,idem per picasso

  373. Per Edo: Non significa nulla se Hendrix ha suonato un pezzo dei Beatles, e quindi vuol dire che era libero, anzi ti dirò di più… guarda caso, Sgt. Pepper?s è uscito per una casa discografica tedesca che faceva parte dello stessa compagnia della casa discografica di Hendrix… poi sai, Hendrix ha fatto un piacere suonandola, visto che gli ha pagato praticamente i diritti d’autore… o magari no, visto che le edizioni facevano parte sempre della medesima compagnia… L’ho già “raccontato” in altri profili, nella musica c’è anche (purtroppo) il business, e come diceva Leon Hard, “magari qualche artista è stato DIPLOMATICO”… ecco questa è la parola giusta… non sincerità, umiltà ecc…

  374. No no fausto quella è la voglia di difendere le proprie idee dalle critiche accademiche e matematiche,ti faccio un esempio:chi più dell’artista stesso conosce il proprio quadro?Se io sentissi un critico che giudica il mio lavoro andando al di là della propria conoscenza di esso e dicendo cose che non sono vere solo basandosi su criteri accademici,anche io mi arrabbierei perchè in un quadro niente è messo a caso e se,per esempio,lascio un vuoto nero senza riempirlo di soggetti,è solo per equilibrare una parte opposta in orientamento e vicinanza stracolma di paritcolari.A Caravaggio accadeva la stessa cosa:gli veniva criticato il suo eccessivo e crudo realismo,che si scontrava con le idee artistiche che circolavano in quel tempo,egli ribatteva che il vero,il reale erano le basi,i modelli umili da cui prendere spunti artistici:una prostituta affogata,lo sfondo nero da dove emergono le figure,l’ambiente delle locande e persino una mela col buco.Veniva ritenuto pazzo,come mai?semplicemente perchè esistevano ed esistono ancora persone che pensano a senso unico e neanche con la propria testa ma basandosi solo su concetti fin troppo razionali e senza umanità(la Ragione è importantissima ma in Arte l’overdose di questa è fatale,è impersonale),idioti?grandi conoscitori e colti maestri?Il tempo mette alla prova e le opere di Caravaggio sono ancora ammirate da molta gente(e da me soprattutto)tutt’oggi,nonostante siano passati secoli e secoli.Per umiltà caro fausto intendo quella capacità di vedere le cose come stanno senza credersi chissà chi o credersi inferiori:l’umiltà è estremamente realista e spontanea.Umiltà significa dare valore a cio che deve aver valore.Gli artisti sono umili baggianate,leggende quelle storielle sulla competizione fra pittori o scultori,sui flirt di caravaggio(quelle sono menzogne gravissime che distorcono la figura dell’artista e quindi varie imitazioni negative),sugli orientamenti sessuali di leonardo e michelangelo solo perchè mai si sono sposati ecc…L’umiltà la si vede nei loro dipinti,nel fatto che vengano ricordati per i loro capolavori enon per essere degli showmen,dei criticoni(perdonami per l’utilizzo grottesco del termine),dei superbi,degli ipocriti.Mozart viene ricordato prima di tutto per cosa ha composto,stesso per Beethoven,Bach,Vivaldi,Chopin,Schubert,Verdi

  375. dunque,faccio una cosa che mi disgusta:il gossip:hendrix è stato fermato all’aereoporto per un pò di marjuana(o ascisch forse non ricordo).ha fatto uso e abuso di droghe.stando alle cronache non era affatto dipendente.stando alle cronache…ma perchè non parliamo di quel che di meglio ha un musicista…la musica.anche burroghs era drogato ed è arrivato vecchio e senza dipendenza.forse bisogna distinguere tra un uso conoscitivo e uno maniacale(se ti buchi ripetutamente,sedentariamente non c’è dubbio che ci resti invischiato)tutto qui…o no?che ne dite?

  376. sono daccordo mary,è quello che intendevo con “critiche idiote”,mi riferivo proprio agli accademici.appunto,parliamo della libertà dell’arte.per mel:secondo me(a già lo sai e mi sono preso le mie responsabilità motivandomi)sei tu che non vedi la differenza da hendrix,diciamo che secondo me vedi solo alcune cose di hendrix…capita

  377. melaz in una biografia di jimi ke ho letto,c’era scritto ke jimi quella sera sali sul palco e disse a groening a mitchell “facciamo sgt pepper’s”e loro ci rimasero letteralmente di merda.è evidente quindi ke nn era cs premeditata dalle case discografike o pippe del genere

  378. Però Melaz veramente…ci puo essere il paragone tra malmsteen ed Hendrix solo se si fa,non nasce da solo,come invece puo manifestarsi tra una corrente di chitarristi,esempio gli emuli di malmsteen.Un saluto

  379. Mary, certo, se si guardano solo certe cose per mettere a confronto chitarristi, si, ma io non guardo solo la “corrente” a cui fanno parte… in più vorrei precisare che non sono io che faccio paragoni, Fausto ha iniziato a farli, dicendo che non c’era nulla in comune tra di loro… e io ho esposto le comunanze… ripeto se si guarda la musica nel senso stretto si, ma se lo si espande bè… 😉

  380. di moore ho sentito un paio di live,uno di circa un decennio e passa fa e uno più recente.trovo che nelle note liriche,o più tirate ha un bel tocco.secondo me quando fa certi crescendo di note tirate si fa prendere un pò la mano e prima di riprendere un altro bending lascia andare le corde a vuoto in modo rumoroso.un’altra cosa che secondo me lo rovina è il modo che ha di passare dai bending alle alternate veloci;mi pare sempre che ci passi cambiando il tocco in modo troppo brusco,quasi come se improvvisamente stesse suonando un altro chitarrista,il che gli fa perdere di intensità,di armonia nella variazione

  381. Io penso che Gary Moore sia un bravo chitarrista,molto istintivo in genere e possiede un buon tocco.Ritornando a Malmsteen..comunque,tralasciando la parte “comportamentale”del musicista,rimane pur sempre il miglior chitarrista neoclassico.Un saluto a tutti:-)

  382. ba,per me in quel passaggio gratta malamente,le corde sono troppo lasciate,anzi lasciate del tutto;chi lo fa bene fa una mescolanza di glissato e stoppato tra un bending e un’altro.lasciare così le corde suona un lavarsene le mani

  383. dimenticavo,a parte le mie perplessità lo trovo comunque interessantissimo.saluti

  384. Ma Fausto chi lo fa bene, per me è troppo “attento” e tralascia qualcosa di più spirituale… solo legato alla sonorità invece… qui si parla di una “trans” legata al momento… guardalo in faccia Moore quando suona… non è Hendrix in preda alla dose sul palco, ma è Moore in preda a se stesso 😉

  385. a me pare solo un maialetto sudaticcio mel.hendrix in preda ad una dose sul palco?e dove l’hai visto?forse te lo hanno detto,la storiella della dipendenza…sempre biografico eh mel! ps:la mimica di hendrix è molto più varia e raffinata di quel costante faccia contratta di moore.saluti.ps:si,ho visto il live a montraux.ho visto anche una versione schifosa di red house di hendrix,sconsigliatissima

  386. dimenticavo mel,se per te lasciarsi andare e spirituale sono la stessa cosa non hai capito che la spiritualità è fatta di disciplina.di nuovo mel confondi spiritualità e istinto,il kamasutra per es è discipilina e c’è da volare.devi sgrezzarti un pò mel

  387. dimenticavo mel,vedi quel particolare passaggio di more,quel modo di togliere potere alle mani,anche altri chitarristi lo fanno,hendrix,vaughan,anche a clapton l’ho sentito fare,ma la differenza mel è che loro lo fanno episodicamente,appunto come un momento di un discorso aperto…farlo con la scadenza incorporata come moore ogni volta che fa quella progressione diventa uno stereotipo e nulla più.peraltro così facendo diviene estremamente prevedibile e suona essenzialmente contrastato:vale a dire che ad un certo punto le dinamiche vanno a farsi benedire e regna solo una totale differenza tra le corde a vuoto e i bending.una cosa del genere va fatta in momenti necessari e non come un marchietto di fabbrica.ciao a tutti

  388. Fausto continui ad essere accademico, nonostante non vuoi esserlo, secondo me non sono io che devo sgrezzarmi, ma tu che devi scendere dal se non lo fa così non va bene 😉

  389. Ah..Fausto dovresti solo vergognarti di quel che hai detto nel precedente commento”maialetto sudaticcio”,vergognati!A trent’anni questi appellativi non sono ne da ricevere ne da dare.Un saluto e speriamo che possa cambiare atteggiamento;-D

  390. fausto e melaz bastaaa! XD almeno diceste la vostra in un unico commento!! eheh!!cmq mi rivolgo agli ascoltatori di yngwie.. ho sentito e mi piacciono molto due sue ballate: “save our love” e “like an angel”.. me ne sapreste indicare altre? thank you so much!

  391. wow mel,cos’è lavori per l’antidroga?palpebre che sbattono e pupille dilatate!ma tu forse non sai che effetti simili si hanno anche in forti stati di eccitazione…e ad ogni modo,da farsi una dose ogni tanto ad essere dipendente caro mel ce ne vuole,informati!he,he,he non è che hai preso qualcosa tu? guarda poi che io parlo di biografia perchè la tiri sempre fuori tu.solo hendrix?senti caro ti posso fare un elenco notevole di gente che tu nemmeno hai sentito nominare.poi per quel passaggo ho citato anche clapton e vaughan.inoltre parla di ciò che conosci,io non parlo di disciplina per sentito dire mel,io la pratico seriamente.vedi mel,altro che istinto!per giocare,per divertirsi,per essere liberi ci vogliono delle regole.mi ricordi il periodo dell’accademia di belle arti:il 99 per cento li dentro diceva questo,spontaneità,istinto…e le cose che facevano erano solo stereotipi.certo anche la cerebralità ha i suoi ma non è il mio caso mel:io finora ho parlato sempre di istinto e ragione,sei tu che metti i paletti e reifichi l’istinto su tutto.bè,buona continuazione.ps:mary,che posso dirti,capisco la tua indignazione,ma non capisco perchè non ti indigni anche quando un’altro scrive che hendrix suonava in preda ad una dose,questo è molto più offensivo.saluti

  392. sulla disciplina mel,ti ho risposto su hendrix.riguardo al vedere le diversità di moore mel,bè le vedo poche e prevedibili per me.come ti avevo detto per tommy emmanuel questo io lo chiamo essere soltanto sguaiati

  393. Visto che sicuramente batterai sul fatto di questa frase, lo scrivo in ritardo, ma arriveranno insieme credo, questo e il tuo commento di risposta: “per quale motivo uno deve seguire la tua linea “se non fa qualcosa di diverso allora non è un artista” “…

  394. momento!!castle mad of sand e little wing…una forzatura per non fare assomigliare un passaggio tra le due?mel,la musica è molto più della somma delle sue componenti.i due pezzi sono diversissimi,mi domando di quale battuta parli mel,illuminami tu perchè scommetto che se fai un sondaggio riguardo a sta cosa su guitarlist ti ridono in faccia.vedi mel,si potrebbero persino usare anche le stesse note,ma è la composizione che conta,quella ti cambia tutto

  395. dimenticavo! essere stilisticamente distinguibili mel non equivale necessariamente a fare bella musica…è una condizione necessaria ma non sufficiente.inoltre:si ci sono dei marchi di fabbrica,ma il marchio di fabbrica di moore dice:attenzione ascoltatore a un certo punto fa più rumore che musica,problemi di pessima abitudine,difetto di fabbrica.e in certi momenti passa da pezzi lenti a veloci come se dovesse dimostrare qualcosa,senza il benchè minimo senso del crescendo.detto ciò,si impegna,ma il ragazzo può fare di più

  396. ahaha!! Bella melaz!! ovviamente ero ironico in quel commento, anche xkè ci credo che ci vorrebbero 20 pagine!! ahah! cmq grazie x le canzoni.. vedrò di ascoltarle il prima possibile!

  397. Fausto… è proprio questo il problema… accademia… nei tuoi discorsi si “capisce” che l’hai frequentata…

  398. Ah, scusa Fausto… spero che con Buona Continuazione non lo estenda a noi escludendoti, perchè mi dispiacerebbe veramente…

  399. Ah, dimenticavo… Fausto, come dici tu, non sono le note che contano, ma la composizione… quindi non fermarti ai rumori 😉

  400. Ultima cosa Fausto, io non mi riferifo al diverso stilisticamente, ma per altre cose come il tocco, la composizione, non quello che suonano cioè, ma il modo di suonare 😉

  401. Esatto Melaz difatti il caro faustino ha tentato di ribattere con la solita tesina “se non si ha x non vuol dire che non si è y”,poverino..ma fausto perchè non impari a pensare con la TUA testa?Vuoi difendere hendrix anche su questioni dove non è difendibile?(non venirmi a dire che non era dipendente da sostanze stupefacienti che mi metto a ridere ininterottamente e sadicamente),puoi benissimo dirmi che “assumere sostanze non significa essere dipendenti”e io ti posso tranquillamente smontare dicendoti”assumere sostanze CONTINUAMENTE porta alla DIPENDENZA poichè l’assunzione diventa col passar del tempo fuori controllo”;ma se è una gara a chi smonta di più caro fausto che senso ha commentare?perchè non porti una TUA tesi al posto di difendere Hendrix su questoni decisamente inconfutabili?Puoi benissimo non rispondermi,o puoi benissimo rispondermi la scelta è tua;ricordati che se scegli la prima opzione potrei tranquillamnete pensare che tu non SAPPIA rispondermi!Un saluto a Melaz ecc..:-D

  402. mary(teresa di calcutta)sul tuo “poverino” è meglio che taccio altrimenti cado nella tua stessa volgarità.ridi pure ininterrottamente e sadicamente,perchè qui si smonta eccome mary..ma poichè tu ritieni unutile farlo ti consiglio di informarti meglio,io ho conosciuto per anni gente che ha fatto uso ponderato di sostanze senza divenire dipendenti.pare proprio che abbiate vissuto voi la vita di hendrix!amen.volgarissimo gossip.io posso dire ciò che ho letto sui migliori testi,citatemi le vostre fonti o tacete per sempre.peraltro è davvero irrispettoso e sconsiderato ritenere che hendrix facesse musica senza essere se stesso(in preda alla dose),nemmeno charlie parker(che eroinomane era davvero)lo faceva.è la musica comunque a dimostrarlo.passo a mel..sulla discilplina vedi commento su hendrix.poi…quando ho messo a confronto hendrix e i guitarhero l’ho fatto su un piano musicale,altro che biografia..e non per fare un confronto ma per dire che non c’è il minimo confronto mel.poi…la ragione e la disciplina delle ss mel non era disciplina ma malattia mentale(informati).vuoi forse paragonare l’ordine distruttivo del monomaniaco con quello costruttivo dell’arte?naaaa.e non menarla ripetutamente su questioni di libro non libro,pensare con la testa o tramite i libri,rimani inceppato in una contraddizione che non esiste in me mel visto che ti ho scritto che,libro o non libro è al vaglio della prova pratica che tutto deve passare.peraltro si può non pensare con la propria testa anche senza aver letto un libro,i condizionamenti sono miriadi e anche non consapevoli.ripeti sempre questa questione da pseudolibertari mel,ma ciò e solo supposizioncella.io non sarei umile perchè ritengo di avere ragione e mi arrabbio se non me la danno?no mel,io ho le mie idee e le discuto,io mi arrabbio solo quando mi insultano con supponenza e stupidità.se tu non hai seri argomenti per pormi dei dubbi non è certo colpa mia…ci provo a tirartene fuori ma proprio non mi riesce.secondo te il ragionamento si fa su qualcosa che già è stato scritto…bene,lo vedi che sei tu accademico e non io!tralascio del tutto i primi che hanno scritto(su quali scritti si sarebbero basati?)ma poi perchè ragionare non dovrebbe invece attingere all’essenza profonda,alle radici della ragione?è questo che è fonte di armonia,proporzione,ragionar di umane e divine cose..la ragione mel non è altro che ponderare in relazione all’istinto,euritmia.sul rumore poi…una cosa è fare rumore,una cosa è rendere il rumore musicale(vedi john cage,vedi jimi hendrix,vedi umma gumma,zappa etc).in quel passaggio di moore io ci vedo solo contrasto,e per me il contrasto è solo rumoroso,ci vuole invece la fusione nella differenza.tu invece dici che li non sono più le sue mani…bè mel,allora non è più musica,nè rumore in tono…come ti ho detto io di moore ho sentito due live distanti fra loro,questo mi basta mel..si,sono esigente,qualcuno deve pur esserlo,se non si è in condizione di fare un live non lo si fa.io non cerco la performance perfetta io cerco dei musicisti che sappiano uscir fuori dal banale automatismo,che poi facciano degli errori non me ne frega proprio un cavolo(entro certi limiti è ovvio),ma moore non fa errori,fa passaggi che spesso suonano perfettamente automatici.ps:sulla ragione ti consiglio un bel libro dal titolo”la geometria segreta dei pittori”.ciao

  403. come??? mel…diverso nella suddivisione ritmica!diverse le note!persino il tocco…allucinazioni auditive?prescrivo partitura del pezzo,oppure consulta un chitarrista serio.buona pasqua a te e a tutti

  404. fausto…a questo punto devi spiegare a tutti cosa è la musica per te, se è endrix va be ne faremo una ragione..ma il mondo è composto da miliardi di persone…no e..magari l’avevi dimenticato, mi fa piacere aggiornarti…per non parlare della dipendenza da eroina..una vera barzelletta come dice mary;nei tuoi commenti parli riparli straparli sempre di hendrix..e potrebbe anche andare bene visto che da come scrivi sembri un parente stretto, poi cadi in un insulto gratuito: “MAIALE SUDATICCIO” dove sveli probabilmente il tuo vero carattere: non toccatemi hendrix esiste solo lui…la tua descrizione su malmteen sa un po di razzismo intelletuale, e come se io dicessi: quella cotoletta di manzo dopata…tutti(a ragione) mi darebbero del razzista(ed io non lo sono)non si può insultare una persona che non si conosce indipendentemente da chi sia…solo con quella frase hai perso 100000 punti..e poi ti metti anche a scrivere poemi?

  405. Fuasto..aiuto.A me dispiace anche per te,per come ti comporti perchè fai una pessima figura,pessimissima.Ti auguro di essere meno aggressivo;te l’ho detto vergognati e pensa a vergognarti di quel che hai detto su un chitarrista che,anche se non ti piace,non hai alcun diritto di insultare.Mi dispiace io sono così con i miei pregi e difetti,non siamo certamente tutti cocciuti come te:è vero che tu sapendo di esserlo estendi la tua consapevolezza all’altra gente ma(mi dispiace per te)non tutti sono come te e quindi non tutti sono aggressivi.Io sto valutando il TUO comportamento su guitarlist non prenderla come una cosa personale anche se ormai è troppo tardi:-D.Veramente pensaci bene al posto di dare i nomignoli,come solo i bulletti del liceo sanno fare,perchè non impari le buone maniere?Un saluto!ciao!

  406. Certo Fausto… posso citarti tutte le fonti che sono in grado di citare… ma vedi, io a differenza tua, le fonti non le sto nemmeno a guardare 😉

  407. a me parli di buone maniere!tu valuti cara professoressa?guarda che sei tu che per prima te ne sei uscita con paroline orrende come compassione,poverino,licantropo e quant’altro..vatti a rileggere kronologicamente.io cara mary divento aggressivo con chi lo merita,e pare che tu lo sia reiteratamente.gianni,se un’espressione caricaturale diventa per te motivo di definirmi razzista,la cosa è molto grave(per te)..non rispondo nemmeno ad un tale insulto.melaz melaz..ti sembra così impossibile che uno scriva di testa sua e che trovando delle profonde analogie con la propria esperienza ami citare dei concetti ben espressi?capisci che sterile polemica stai facendo?lo dico per te,perchè così facendo metti dei paletti tu,delle contraddizioni sempliciotte,e risulti quindi tu veramente accademico.io l’ho frequentata mel,ma ho anche incontrato persone straordinarie,l’ uno per cento,ma fondamentali.e sai bene perchè ho citato coloro che hanno scritto per prima mel…credi forse mel,che scrivessero su nulla?no,già parlavano..dunque non siamo questi vergini istintivi che tu credi.e ricorda che con la scrittura si riesce a creare sinestesia!le ss…mel,c’è malato mantale e malato mentale…ci sono investimenti paranoici,nevrotici,schizoidi e avari livelli..informati bene,e leggi qualche buon referto psicologico sui criminali nazisti.i condizionamenti mel,ci risiamo!i condizionamenti mel,ci sono già nel liquido amniotico è bene che tu lo sappia..in mezzo alla strada e ovunque..tutto dipende da come ti rapporti ad essi..non è affatto sensato dire che uno che legge un libro è un condizionato e uno che non lo fa è libero.la libertà si conquista mel,non basta far finta di essere secondo natura.leggere un libro è un’esperienza,diventa un condizionamento se ritieni quel che leggi una verità assoluta invece che un problema,una umile interrogzione,un’indagine, un’intuizione.e qui anche io mel parlo per esperienza diretta.quel live di hendrix….hendrix a volte registrava dei live senza perciò volerne la pubblicazione,gli servivano come studio..già,perchè hendrix studiava mel.inoltre quello che si registra è quello che si suona quando non ci sono problemi di elettromagnetismo vulcanico mel..o forse non hai letto bene?mi consigli un libro che si chiama fausto?ce l’ho già mel,ed è in divenire…un fiume sotterraneo unisce gli artisti diversi mel.quando si sa leggere si trovano profonde analogie e con rispettosissimo senso della distanza.saluti.ps:gianni,io non mi metto nei panni di hendrix se gli altri non si ci mettono,altrimenti non mi piace che si parli male della vita altrui…sull’”esiste solo hendrix” ho già risposto.

  408. metto sto’ commento in malmsteen perkè vedo ke ultimamente è il piu frequentato:cosa ne pensate di JOHN MAYER,a mio parere questo giovane kitarrista sta riaprendo il panorama musicale internazionale alla vera kitarra…mi ricorda molto b.b.king e stevie ray e in alcuni pezzi anke clapton….secondo me è molto bravo,davvero un gran tocco,riesce a unire la calma all’aggressività,e anke ha una grande voce.mi piace molto…lo consiglio a tt

  409. dai ragazzi ke discutete a fare sulle droghe di hendrix…..ke senso ha…noi dobbiamo amare hendrix cm musicista prima ke cm persona….seno nn ci sarebbe neanke sto’sito

  410. cmq personalmente gary moore piace….certo nn è un fenomeno,però qualcs di buono ha ftt

  411. allora,mi scoccia infinitamente star qui a far conti gianni,perchè in passato avevo già parlato di altri musicisti.lo faccio una volta per tutte,chi c’è c’è chi non cùè non me ne frega niente.io adoro molti musicisti.vuoi chitarristi che amo?amen,eccoli:jeff beck-eric clapton(con i cream e quando fa acustico)-john scofield.pat metheny-bill frisell-tuck andress-buddy guy-s.r.vaughan-john mc laughlin(quello degli anni 70)-alessio menconi-vernon reid-tolo marton-rory gallagher-nils lofgren-michael hedges-robert johnson-muddy waters-mississippi fred mc dowell-blind lemon jefferson-wes montgomery-dhango reinardth-charlie cristian-mississippi john hurt-frank zappa-john lee hooker-john abercrombie-antonio forcione-maurizio bonini-skip james-gary davis-robert fripp-kenny burrel-jim hall-andrè segovia-john williams-baden powell-charlie patton-big bill broonzy-lonnie johnson-emily remler-nguyen lee-david gilmour-julian bream-franco mussida-steve howe(da non confondere con greg howe)-bè,buon e-mule a tutti.se vuoi gianni alla prossima ti scrivo un pò di non chitarristi.buona pasqua

  412. Fausto nessuno qui ti sta insultando..licantropo?dai era per scherzare su…a me piace divertirmi goldonianamente con un’ironia molto sarcastica e logica se poi tu non comprendi non è colpa mia,lo so è difficile dallo scritto capire il tono emotivo ma ti posso assicurare che era scherzoso.Anche tu mi hai dato dei nomignolini adolescenziali ma me la son presa con filosofia,mica mi sono offesa.Ahahah un saluto a tutti!

  413. Vedi Fausto… si è accademici nel momento in cui quello di cui si parla lo si è prima studiato e poi “provato”, e lo si riporta, quando si argomenta e si cerca di far quadrare tutto nel subito del commento ad esempio, come una teoria, ma facendo così, almeno che non si scriva un commento molto sostanzioso si tralasciano sempre particolari, e alcune cose nelle argomentazioni successive possono andare in “conflitto” con le precedenti… per quello tu molto spesso diventi contraddittorio… tutti i miei interventi sono sempre “aperti” e si “consolidano” con l’andare del tempo… i tuoi, anche parlando dello stesso argomento a volte sono contraddittori invece…

  414. Si edo, Mayer l’ho “conosciuto” con il Crossroads Festival del 2004, ma la sua performance live non mi è piaciuta…

  415. cazzo melaz nn ha nessun tocco particolare!!!!!riesce a unire quello di stevie ray e di b.b.king(tra loro molto diversi)e ci riesce anke molto bene!!!sentiti crossroads cn clapton e senti ke assolo ti spare e dimmi se nn ti ricorda stevie ray(sempre ke tu lo conosca bene s’intende)

  416. L’ho sentita Red House suonata da malmsteen..uhm..meglio l’originale hendrixiana;comunque non è da buttare neanche quella del Maestro.:-DUn saluto

  417. Prima cosa Edo, non ho dato del pagliaccio a Mayer, ti ho solo deto che i fenomeni stanno solo al circo… dare del fenomeno ad un chitarrista non serve a nulla, io lo uso a volte come dispreggiativo anzi… è inutile fare commenti come “è un fenomeno”, “è un alieno” ecc… perchè non servono a nulla…

  418. certo che non ho ribattuto mel,è scontato per me che non si sta solo nei libri come fossero la lanterna della verità.colpa mia ammetto…ho dato per scontato.non ho ben capito il discorso sugli egizi e la scrittura,puoi spiegarmi meglio che intendi?sulla libertà mel,è proprio il tuo “dovrebbe” che rivela che essa va conquistata,o meglio riconquistata…per natura non l’ho mai vista.e non facciamo il paragone con i conquistatori colonialisti etc..non ha nulla a che vedere,c’è conquistare e conquistare..e il conquistare la propria libertà interiore,qualunque cosa essa sia,non è certo indirizzato al male altrui.sul concerto non ho altre informazioni mel,so solo che hendrix non l’avrebbe fatto pubblicare nianco morto.mel,non far il finto tondo,sai bene perchè ho insultato moore,e sai anche che la mia caricatura di moore non è niente a confronto della tua:”non è hendrix in preda alla dose”;io mel se demolisco i guitarhero lo faccio con argomenti musicali,e se mi incavolo lo faccio perchè prima ricevo una cosa che mi fa davvero indignare(come la frase su hendrix o la pseudoironia di mary).che vuoi farci!come vedi neanche tu ti controlli,e lo fai molto peggio di me.la mia era rabbia umana,la tua era rabbia supponente

  419. Su youtube si possono trovare dei pezzi di un concerto di Malmsteen fatto durante le Clinics in Germania se non sbaglio…

  420. ah melaz fai discorsi sensati,se nn ha senso fare commenti cm è un “fenomeno” affermi quindi ke nn si puo esprimere cio ke uno pensa….attento melaz il prox passo lungo ’sta strada è la dittatura…e smettila di dire ke nn argomento ke qui sei te ke spari c..e

  421. Okey, edo hai ragione… se lo credi… sai edo, io non ti leggo solo qui, ma in quasi tutti i profili che tu bazzichi e quello che non argomenta e che ha “insulti facili”, sei proprio tu 😉

  422. Edo,per i Santi Numi…Parli di dittatura e sei il primo ad essere dispotico e maleducato con Melaz,dicendogli”qui sei te ke spari c..e”(manco in italiano corretto..).Argomentare significa esporre una TESI ed una tesi è un’idea:tu qui che hai argomentato?Hai parlato di Malmsteen?Gli hai dato del pagliaccio da quel che vedo,ma non preoccuparti caro edo che i pagliacci sono altri nel mondo musicale.Melaz certo che un timbro alla Halford non lo abbino primariamente alla musica di Malmsteen,direi che era perfetto Soto come cantante:caldo e passionale.Ahahah riguardo all’ipotesi di un imminente licenziamento da parte di Malmsteen,io penso che sia molto ma molto probabile(ahahah).Un saluto a tutti!

  423. qst sito sta diventando + un luogo di dibattiti che di commenti..su ogni chitarrista ci sn discussioni e dibattiti..andate a rovinare un altro luogo

  424. Caro Chainsaw per fortuna che ci sono dibattiti ed argomentazioni,sai che noia un profilo con commenti dove non si discute di alcun soggetto esplicito..Riguardo ai lavori di Malmsteen ti consiglio vivamente Rising Force e Trilogy,aggiungerei anche Odissey che è sempre un buonissimo lavoro.Un saluto!

  425. mary nn usare termini di cui nn conosci nemmeno il significato tipo dispotico….poi ho dtt ke malmsteen è un pagliaccio sl dopo ke melaz l’ha dato a mayer…a proposito,mary tu 6 intervenuto in una discussione tra me e melaz su mayer ma nn hai argomentato affatto….è come il bue ke dice all’asino cornuto…curioso e anke assurdo

  426. mel,sarò sintetico perchè è facile…ciò che conta è l’intensità del condizionamento,e in questo gli egizi e chiunque altro non scherzavano affatto.vedi mel l’intensità non si può spacciarla per estensione,l’estensione,la quantità viene solo dopo…il nostro mondo attuale ha condizionamenti quasi del tutto estensivi,pieno su pieno,e questo per me(parlo per la mia esperienza mel)è molto poco condizionante,persino il telegiornale non meraviglia quasi più.perchè?perchè manca l’intensità della qualità.io credo al condizionamento come ad una dimensione positiva quando è capace di essere davvero tale,come nelle discipline antiche più profonde:in esse il condizionamento è forte ma gli allievi ottengono lo stesso individualità,libertà.il potere mel,non è solo repressivo,è anche incitante,suscita.mel,sul concerto di hendrix,io non sono un tecnico del suono,mi informerò meglio,ma tu pensi che hendrix avrebbe suonato se gli fosse uscita feccia dagli ampli?certo che no mel,visto che fra l’altro quel concerto doveva far parte di un film(e in effetti alcuni passaggi nei quali il problema tecnico non è stato captato dai registratori sono in quel film…si chiama rainbow bridge).il problema è il cd.saluti

  427. Ancora Edo!!!! te l’ho già detto che io non ho dato del pagliaccio a Mayer, ma leggi bene o no?! 😉

  428. Mi dispiace edo ma non hai compreso bene il mio commento:il fatto di argomentare era inteso riguardo al tuo generale intervento nel profilo di malmsteen,focalizzato esclusivamente sull’utilizzo di insulti.Argomentare significa anche motivare la presa di posizione o comunque l’esposizione di una tesi,io l’ho fatto,anche se in minime parti,nel precedente commento:ho esposto la mia tesi(malmsteen non è un pagliaccio)e l’ho sufficentemente giustificata(i pagliacci sono altri nel mondo musicale).Se non riesci a cogliere queste sfaccettature linguistiche non è certo colpa mia,e se vuoi sfogarti potresti benissimo andare sulle pagine dei tuoi cari bluesmen al posto di porre piede nel profilo di un chitarrista che secondo te è un pagliaccio.Un saluto

  429. dimenticavo mel.son contento che non volessi insultare ma tu così ti sei espresso:tra il dire che si usa la droga a scopo conoscitivo e il dire che la faccia di hendrix esprime l’essere IN PREDA alla droga ce ne passa.una cosa è essere belli e sballati e pure “suonare”,un’altra è conoscere fino a che punto si può studiare l’effetto di una certa dose su di sè,e dopo aver fatto ciò suonare.che poi possa arrivare un brutto trip inprevedibile questo si,ma queste cose possono succedere anche senza droga.poi la tua argomentazione era che moore invece era se stesso a differenza di hendrix che invece era più droga che se stesso(scusate il gioco di parole,la fretta…).saluti

  430. mary…1)certo ke è curioso ke tu dia a me del dispotico(cmq credo ke tu ignori il significato di questo termine),arrogante quando tu 6 la prima a vantarti di una “presunta”(e sottolineo presunta)cultura sull’arte e sulla musica(ma in generale un po’ su tt)e bada ke questa cs nn la penso sl io,ma è descritta anke in altri profili.2)nn sarai certo tu a dirmi dove mettere piede in ’sto sito,altrimenti cadi in contraddizione cn i tuoi precedenti commenti(nei quali dicevi ke è fondamentale in una pagina di commenti una discussione)anke perkè è da 2 mesi ke nelle pag di hendrix e malmsteen ci sn commenti su entrambi(hendrix è un mio caro bluesman)…3)denigrando i miei cari bluesman dimostri ke di musica nn ne capisci un grankè,perkè il blues è….va be nn bastano parole….e poi tu ke parli di arte ke esprime emozioni ti affidi a un genere musicale cm il metal dei guitar hero ke di emozioni nn hanno un bel niente e denigri il blues ke invece è feeling…6 un ossi oro….mi disp dirtelo mary ma ti dai la zappa nei piedi da sola

  431. Vedi Fausto… si è vero che i condizionamente possono essere una cosa buona, se come dici tu sono intensi, ma sta di fatto che sono sempre condizionamenti, e si ritorna sempre sul fatto che dipende da molte cose, ossia il periodo in cui l’individuo si trova ecc (i miei discorsi sui cambiamenti delle persone in certi ambiti ecc.)

  432. va be..parliamo di malmteen..mi sono appena riguardato il g3 del 2004, sembrerebbe il solito g3, SATRIANI suona 4 o 5 pezzi, VAI incomincia con una chitarra a tre manici… poi due tre brani, poi entra MALMTEEN..l’asibizione si trasforma in un concerto..per non parlare della JAM…li si che si vede realmente la differenza: SATRIANI si arrampica sugli specchi, VAI parte con un tapping infinito per tenere il ritmo di MALMTEEN che suona con scale blues e scale(udite) in maggiore, lasciando ampio spazio ai colleghi…alla faccia dell’egocentrismo tanto sbandierato..un vero fuoriclasse, se in tanti pensano sia ripetitivo..ascoltano male

  433. Be Edo forse hai un’idea di guitar hero alquanto distorta,ti posso assicurare che ci sono molti di questi che sono veramente carichi di emozioni,se poi a te non trasmettono non significa che non debbano trasmettere a me..tutt’altro.A me il blues piace moltissimo,è un genere infinitamnete bello:mi piace il blues come gradisco il metal fatto bene(progressive,thrash alla metallica-megadeth e un pochino di power),l’hard-rock,il rock in genere.Comunque se sei interessato a sapere se esista al mondo qualche chitarrista metal che ti possa trasmettere emozioni,io ti consuglierei i primi lavori di malmsteen,quelli dei van halen e quelli dei dream theater(Images&words e awake).Un saluto!PS:Ah..Edo..è ovvio che se io MI tiro la zappa sui piedi mela tiro da sola…..

  434. ehilà mary nn ti facevo cosi sveglia da capire queste sottigliezze

  435. Difatti tu edo hai detto “ti dai la zappa sui piedi da sola”:è ovvio che se utilizzi il “ti”ti stai riferendo al fatto che io compio un’azione su di me,quindi potevi omettere il “da sola”.Edo..non capirò niente di musica ma almeno di logica italiana si(sto scherzando,nel caso l’avessi presa sul serio e avessi pensato che mi vanti).Un saluto!

  436. su mel non buttiamoci a terra,non ci sono solo condizionmenti negativi nel mondo.certo la maggior parte è negativa questo si.riguardo il caso moore – hendrix facci su un’analisi del testo mel.inoltre gli occhi sono centrali in un viso.e continui a dire che più di tanto hendrix non si controllava,mel su…non facciamo i conti in tasca a chi non conosciamo!

  437. Fausto, sei tu che dall’inizio fa i conti in tasca agli altri senza “conoscerli”… ritorno a ripeterlo… secondo te perchè questa conversazione tra noi è iniziata… proprio perchè tu dei Guitar Hero hai, si dall’inizio fatto di tutta l’erba un fascio 😉

  438. basta dai nn c’è bisogno di fare un caso nazionale di ti 6 data…..da sola,a parte ke cmq è corretto dire anke ti sei…da sola

  439. di tutta l’erba un fascio si mel,quando ci vuole ci vuole,e nel caso dei chitarristi che io disprezzo ci vuole

  440. Per fausto: aspettavo la lista di chitarristi che non ti piacciono..nel frattempo ti scrivo quelli che piacciono a ma (in ordine sparso): EDDIE VAN HALEN. MALMTEEN, HENDRIX,PAGE, BLACKMORE,CLAPTON,M.SHENKER,PAUL GILBERT,PETRUCCI,JEFF BECK,, VIVIAN CAMPBELL, STEVE VAI, JASON BECKER,NUNO BETTENCOURT,RANDY RHOADS,ZACK,WYLDE,BRIAN MAY,KIRK HAMMETT, JOE SATRIANI, TED NUGENT,VIVIAN CAMPBELL,GEORGE LYNCH , ECC ECC?.

  441. Si Fausto, ma è facile parlare male di chi disprezzi, quando non lo conosci nemmeno più di tanto 😉

  442. gianni secondo me sei un pò troppo statico…nel senso ke dovresti ascoltare altra musica,nn sl l’hard rock-metal…..ci sn tanti altri kitarristi fantastici…nn sl i soliti 3

  443. uffa co sta storia mel! perchè non la considerò più,al punto che non mi ricordo nemmeno i titoli? ci ho tolto mano da più di 10 anni,ora per merito tuo l’ho ripassata,molte ne ho scaricate e tutte stracancellate,perchè non è cambiato nada! se poi per te bisogna sentire tutto fino alle scorregine.bè mel,non ci troviamo proprio. è come dire che per conoscere picasso che ha dipinto un mare di cose bisogna vedere una mostra con 40000 quadri…no,in questi casi persino l’artista seleziona le cose da mostrare. e francamente stando a sentire qua e là sta selezione in molti musicanti non c’è proprio.non sei daccordo?amen,ma se ne vuoi discutere musicalmente sono qui

  444. Ma dai, Fausto che fai ti offendi come al tuo solito?… Fino alle Scoreggine? Nessuna Selezione?… Mah, meno male che tu una volta dicevi che per comprendere un discorso bisogna cercare di guardarlo da diverse prospettive, ricordi… i piani, le scale ecc…

  445. no,quale offesa mel,è una punta di noia più che altro…ad ogni modo…io non penso che tutto sia arte.esiste una categoria delle scorregine ad arte,è indubbio,ma fa parte di altro che la musica.si,avrà fatto una selezione malm,ma per me fa parte di altro che la musica(senza perciò confonderlo con le scorregge si intende!).saluti

  446. Il Malmsteen degli esordi è veramente il migliore in assoluto,guardatevi il Live At Tokyo del 1985.Assolutamente sopraffino, peccato che poi dagli anni ’90 in poi si sia un pò perso…Grandissimo.

  447. La cosa più divertente che ho sentito dire a Malmsteen per ora:”Mi piace molto l’Italia, perchè quando vengo con la mia Ferrari posso correre quanto voglio e nessuno mi ferma!” (l’unica cosa che dice l’intervistatore: “…ma non è vero…”, e poi cambia discorso) ahahahahahahaha

  448. Era da un po’ che non lo faceva. Solitamente però ne faceva 3-4 di seguito. Invece a Luglio Malmsteen farà 7 date consecutive senza nessun day-off, e per chi suona (veramente) sa cosa vuol dire 😀 Come mi diceva Gianni, se ne ha messe così tante insieme nel mese di Luglio è possibile che sia pieno di date il nuovo Tour.

  449. che bello ho imparato a fare l’ula – hop con la chitarra muahahahah

  450. Oddio yngwie…se ti senti realizzato dopo aver imparato l’ula-hop con la chitarra..Un saluto

  451. e cosa succederebbe se mi sentissi realizzato a fare l’hula hop? no spiegalo sono curioso

  452. Che mostro inraggiungibile!!!!!!Yngwie è forse il chitarrista più veloce sulla piazza(insieme a John Petrucci,Steve Vai ecc…)tecnica assurda,scale di una velocità ineguagliabile,stile e maestria rendono questo chitarrista uno dei miei preferiti.

  453. quello che ha fatto penso rimarrà nella storia.Certo anche io dopo il IV° LP mi sono stancato.Il suo genere è quello:paganiniano, però bisogna riconoscergli che ciò che ha fatto nei primi anni è stato terrificante per tutti i chitarristi.Io mi ascolto sempre i vecchi brani non tutti ma quelli che mi trasmettono qualcosa

  454. parafrasando la famosa frase di deniro che interpreta alcapone mi verrebbe da dire SOLO CHIACCHIERE E DISTINTIVO, ovvero SOLO FUMO NELLE DITA. ma sostanza musicale sotto zero. Un masturbatore di NECK, l’arte è tutt’altra cosa.

  455. Malmsteen?….velocità pazzesca,assoli incredibili,ecc ecc…però mio caro Yngwie..potresti deciderti a suonare qualcosa di tuo! vecchio mio…bach sarà pure bello, leggiadro e incredibilmente figo ma Dio mio…

  456. A me viene quasi da ridere quando cerca di interpretare nel g3 il solo di little wing…parte con il tipico fraseggio di hendrix e poi… ( )…il nulla più assoluto!…x nn parlare di quello di steve vai…invece grande Joe Satriani…quando poi alla fine vanno tutti insieme fanno un macello totale…

  457. io vorrei dire a malmsteen ke non serve fare un assolo di 20 minuti a velocità pazzesca x rendere un assolo magico , certo la velocità è importante ma non serve poi così tanto anke xkè poi uno si stufa e manda tutto all’ aria (spegne lo stereo)cmq è molto bravo ciao

  458. 1.Mago ti sbagli:Malmsteen non cerca di interpretare l’assolo di little wing ma cerca di immedesimarsi in essa.2.Tanya:velocità pazzesca?Non credo,c’è chi è più veloce cronometricamente di malmsteen ma poichè la musica non è equivalente ad una gara olimpica,direi che l’associazione “assoli incredibili” a “velocità pazzesca” non esiste proprio se non nella tua superstizione.Un saluto!

  459. infatti mary tanya nn aveva fatto aluna associazione semplicemente intendeva ke suona a velocita pazzesca e fa assoli incredibili..non ke faceva assoli incredibili a velocita incredibili..

  460. Tanya, dire che Malmsteen non suona niente di suo, mi pare riduttivo nei suoi confronti. 😉 Malmsteen non Baccheggia solo, di certo… Malmsteen è la composizione e l’arrangiamento (i vibrato!!!)… è vero usa qualcosa dei vari classici… ma da quì a dire che fa SOLO quello, non mi sembra proprio. 😉

  461. il nulla più totale Mary…prova ad ascoltarti quello di SRV e nota l’incolmabile differenza!…

  462. caro mago mi sa che io ho visto un g3 diverso forse un g4..perchè li malmteen è fenomenale

  463. ma daiiiiiiii fenomenale!!!…ma xfavore…cogli il suggerimento che ho dato a mary (anke se penso che lo avrete già seguito)…un saluto!

  464. Io non sono un gran fan di Malmsteen però non posso dire male di questo grandissimo chitarrista, non sarà un bravo compositore come i suoi idoli (ha fatto poche canzoni decenti nella sua carriera) ma quando fa le cover è eccezionale. Ha un tocco incredibile, velocità, vibrato profondo e gran pulizia. Il G3 con Malmsteen secondo me è molto + bello di quello con Petrucci e Little Wing non l’ha rovinata per niente, l’ha solo fatta a modo suo, il suo assolo e quello di Vai erano + originali, quello di Satriani forse un po’ più banale. Tra i Guitar Hero che ho nominato sinceramente è il meno che mi annoia.

  465. marco ma ke cavolo vai dicendo!!!!il rock è solo una musica da sempliciotti??!!per favore intanto malmsteen è metal,e sn d’accordo anke io ke faccia skifo…ma per favore nn miskiare malmsteen cn artisti come pink floyd,led zeppelin,king crimson,beatles,jethro tull,frank zappa……..loro non sono per niente musica da sempliciotti….cioè ma hai mai ascoltato dark side of the moon

  466. tra la little wing fatta da SRV e quella fatta da malmsteen c’è la differenza cm tra il giorno e la notte

  467. Edo,ti ricordo che il giorno e la notte fanno sempre parte dello stesso dì.Un saluto!

  468. Per il Mago: io SRV lo conosco benissimo, e lo ascolto molto spesso… mi dispiace, ma fare paragoni di questo genere è assolutamente una cosa inutile. Steve Ray ha fatto cover di Hendrix, ma rimanendo sempre sullo stile di Hendrix, che poi è anche il suo… mentre Malmsteen ha “introdotto” nei pezzi di Jimi, il suo stile personale… a me piaccioni tutti e due come artisti, perchè nel suonare ci mettono del proprio (o non solo un fatto di stile) e lo fanno sentire. 😉

  469. @marco.battigelli, è superficiale definire Malmsteen come un chitarrista che va semplicemente in velocità e non conosce tecnica ne studio della musica, questo è banale e inesatto, mi dispiace ma non ne hai detta una giusta, se non per quei chitarristi

  470. infatti little wing piace anke a me del g3…xò poi quando si arriva agli assoli è noiosissimo tranne quello di joe satriani…che lo ripeto se lui vuole ha espressività…

  471. Su Petrucci sono daccordo Fabio Nardozzi.Riguardo a Malmsteen non ho mai capito chi si ostina a definirlo “solo velocità“.Ho ipotizzato più volte che questa gente non suoni la chitarra e ascolti la musica solo con la testa,oppure che semplicemente lo svedese non rientri nei suoi gusti.Tenendo in considerazione questa ultima tesi allora mi chiedo:ma perchè bisogna andare oltre il semplice “non mi piace Malmsteen”ed aggiungerci sempre un’imposizione propria del gusto?Se a me non garba qualcosa va bene dico “non mi piace” ma non è che vado a mettere in dubbio la sua competenza o il suo virtuosismo:”NON MI PIACE”quanto costa dire così?Sono tre parole e magari anche una motivazione(sempre se non si chiede troppo).”Ho quasi tutti i dischi di Malmsteen”cosa significa in fin dei conti,Marco?Conta più la quantità della roba ascoltata o la qualità dell’ascoltatore§?Quando scrissi le prime volte su guitarlist,ovvero circa un anno e mezzo fa,precisai sempre una cosa su questo amato&dannato discorso:non conta tanto il milione di dischi venduti,ma la gente che li ha acquistati;quindi come nel caso dell’aquisto anche nel caso dell’ascolto vale la medesima questione.Mettendolo all’inizio del commento volevi dire “ehi io conosco bene malmsteen,fidatevi”ne sei sicuro?La teoria…cos’è la teoria?Forse a scuola il professore ti avrà insegnato che “prima viene la teoria e poi la pratica”:si è vero ma non è sempre così.è MOLTO più soddisfacente trarre la teoria dalla pratica stessa,oppure praticare e avere già la teoria nelle dita senza sapere di averla(questa è l’Arte).”Metheny, Bill Frisell, Mike Stern, John Abercrombie, Laurindo Almeida, Joe Pass & co schiacciano 10 a 0 Yngwie”Be,dopo questo ahahahah.Cos’è la musica,una partita di pallanuoto?Ahahah.”Penso che alla fine la tecnica conti poco o niente”uhm…la tecnica conta per la metà dell’arte,è un mezzo,è il corpo mentre la musica che nasce dal cuore è l’anima.Vedi che alla fine l’essere umano è fatto anche di suoni?Lo rivediamo sempre nei quadri,nelle musiche,ogni arte vuole riprodurre ciò che siamo in forme e colori diverse.Suoni la chitarra?Perchè se non la suoni o ti interessa imparare ti consiglio di riflettere sulla questione della tecnica:la tecnica conta,né tanto né poco:conta solo per arrivare a qualcosa di più profondo.Un saluto a tutti,Giannìn e Melaz in particolare(sono impegnata con un concerto e scrivo molto poco ultimamente)

  472. spanish castle magic live, cover di hendrix…dedicata a quelli che lo criticano: pagliaccio, solo veloce, noioso, solo scale minori…purtroppo per voi lui con la chitarra fa tutto quello che vuole..proprio tutto!!

  473. mago… come si fa a paragonare due chitarristi completamente diversi..e poi io nel mio commento parlavo di g3 in generale non solo della cover..nella jam c’è steve vai che fa 10 minuti di tapping per rispondere al pletro di malmteen..e il buon satriani va di pentatonica e legati all’infinito…comunque i “ragazzi” si divertono e non vedo competizione nella faccia di nessuno dei tre anzi..

  474. mi ero perso il commento piu bello ahahahahahahahahahah il rock musica da sempliciotti …….. ma quanti gradi ci sono nella tua città … l’estate fa brutti scherzi

  475. Mary, ho appena finito il settimo di conservatorio e suono jazz da quattro anni. Studio anche sax. Tu? Mi rendo conto che non avrei passato l’esame senza un minimo di tecnica, ma è solo un mezzo per esprimere quello che in realtà ci si sente di comunicare. In un certo senso, facendo un paragone con la pittura, è come se un pittore si vestisse come Yngwie e si mettesse a fare spettacolari acrobazie con tavolozza e pennello, lasciando la tela bianca.

  476. Marco, non posso fare a meno di rispondere… è proprio gente come te che non riesco a capire… tu dici: “Riascolatelo attentamente, e pensate se vale la pena di perdere tempo per uno così.”

  477. Certo Marco,credo che forse tu abbia estremizzato il mio pensiero:non ho detto che la tecnica sia il perno della musica ma un mezzo fondamentale per esprimere quello che è più importante,la creatività e anche la fantasia.Io non sono una grande fan di Malmsteen,ma apprezzo molto Rising force e trilogy.Riguardo al fatto di andare al di là(credo che sia di tuo grandimento il fatto che un artista cambi)non puoi pretenderlo in Malmsteen…lui è così:molti dicono “fa sempre le stesse cose da 20 anni”,sono pronta a scommetere che se avesse cambiato stile o approccio molti avrebbero detto “si è venduto”.Come la mettiamo?Ahahahahah.Riguardo al conservatorio sinceramemente non significa nulla per me,non è un diploma che dimostra l’affidabilità di un’opinione(senza offesa a chi studia musica).Io suono la chitarra da circa 3 anni,l’elettrica da 2 ovviamente non sono autodidatta ho un maestro che mi dà le giuste basi di aprendimento.Un saluto e ricordati che non è una gara,e Malmsteen non lo si deve apprezzarlo per l’esecuzione veloce o altre caratteristiche..se lo si apprezza veramente è per la scelta melodica.Un saluto ancora

  478. A proposito di pittura, vorrei scrivere due commenti, visto che un pò me ne intendo… innanzitutto concordo con il voler associare la musica all’arte figurativa, tuttavia vorrei precisare che la pittura già da un pò di tempo va oltre il puro tecnicismo. leggendo i vari commenti risulta chiaro che alcuni giudicano male lo svedese perchè troppo tecnico altri lo criticano perchè non lo e affatto, ciò dimostra una contraddizione di fondo e soprattutto non si considera che yngwie ha più volte ribadito che a lui la tecnica fine a se stessa non interessa. in altre interviste precisava che ha provato ad utilizzare nella “sua” musica scale differenti dalle solite, ma perdeva in immediatezza, cosa che lui preferiva facendo musica rock. la sua competenza musicale è indubbia così come è oggettivo il fatto che lui nel bene o nel male fa parte della storia del rock e della chitarra. mi vien da ridere pensando a chi nel criticare un musicista di tale livello, dichiari le proprie competenze musicali tipo: io suono da tanti anni, ho fatto il conservatorio ecc. ecc., sarebbe diverso se scrivesse: “salve sono steve vai e non concordo col modo di suonare di malmsteen…” oppure “il mio nuovo disco è pubblicato, ascoltatelo e poi ditemi se non sono meglio di malmsteen”. insomma prima fate dischi, live e poi scrivete… io credo che in ogni caso la musica se intesa come arte non è una gara (è meglio caravaggio o picasso?), però visto l’andazzo dei commenti…

  479. Perdere tempo? Malmsteen ha inventato un genere, consegnato canzoni memorabili alla storia e sarebbe tempo perso? Vaglielo a dire che ti mangia!!! Ok sarà pur ripetitivo e a volte scontato ma il SUO genere è fatto così apposta e a lui piace e pure a me. Ti ricordo che non ha studiato musica come stai facendo tu ma ha lasciato le dita sulla sua strato per diventare così.

  480. basta…per piacere…ogni volta che entro in questo sito vedo commenti che trattano ormai di una disputa personale tra i commentatori e non sull’artista del quale si dovrebbe scrivere…per favore…scannatevi da un’ altra parte…

  481. Per Mary: sul fatto dell’avrebbero detto ahahahaha, concordo con te. 😀 Idem per il conservatorio…

  482. Sul nuovo sito di Malmsteen si possono trovare cose interessanti come questa ad esempio ahahahah:

  483. Vi lascio un link di una ridicolissima pagina su Yngwie Malmsteen. Andatelo a guardare e commentate. Grazie!

  484. Si Marco, lo avevo già letto, fa troppo scassare ahahaha, ma c’è ne sono anche su altri artisti… per farsi due risate va bene ahahaha

  485. Per chi ama Malmsteen, ma soprattutto per chi dice che è freddo, che è solo tecnica, che non sa comporre ecc… buon ascolto: “Concerto Suite For Electric Guitar And Orchestra In E Flat Minor, Opus 1” se volete, disponibile anche in live. 😉

  486. malmteen dice parlando di velocità: “io non sono veloce e non mi interessa esserlo, ci sono centinaia di chitarristi più veloci di me al mondo… in realtà però non c’è nessuno che suona con la stessa velocita e nitidezza, in questo sono unico”

  487. Hey guys, il 14 ottobre uscirà il nuovo album di Yngwie: “PERPETUAL FLAME”. Lui dice che sarà una vera “bomba” e lo credo fermamente anch’io, basti pensare solo alla voce di Ripper Owens!!!!!!!

  488. Si Ale, l’ho letto… e in più presenterà anche la nuova Signature… però mi pare che l’uscita ufficiale sia il 13 ottobre…

  489. Ognuno suona il blues a modo proprio… è stupido dire che una persona non sa suonare blues solo perchè esce ed entra nel blues, “trasformandolo” in qualcosa di più del solo blues, come è stupido dire che non ha capito niente di quello che voleva dire Hendrix con sta canzone, come se chi lo dice crede di averlo capito veramente (:D): http://www.youtube.com/watch?v=a4l1Jk3ZCb4

  490. Avete visto la copertina del nuovo album di Malmsteeno? Non la smettera mai di fare il cretino ahahahah, ma è quello che mi piace di lui. 😀

  491. Quando ho saputo dell’imminente uscita del nuovo album di Malmsteen “Fiamma perpetua” mi sono chiesto: chissà se questa volta ci sarà di nuovo lui in bella mostra in una delle sue pose plastiche da Re Artù o sceglierà una volta tanto di non apparire in copertina, creando così qualcosa di diverso, di insolito?

  492. Ale,ho capito che ti piace ma non è mica Dio…”tirati un po’ insieme”come si dice dalle mie parti,ovviamente in senso ironico.Ahahahah,”sguardo penetrante”ma dai ahahahah mica voleva sedurre qualche donzella ahahahahah!Un saluto

  493. “Tirati un po’ insieme”??? Che vuol dire Mary?? Comunque sì, é vero, ho un veramente un debole per Malmsteen, e questo a volte non mi fa vedere le cose in modo imparziale, ponderato.

  494. “Tirati un po’ insieme”significa “ripigliati” dalle mie parti.Ahahah..no,Petrucci proprio no,ti sbagli.Io per esempio sono una grande fan di Hammett(sono un po’ ossessionata da hammett,lo ammetto ahahah!)Però guarda…di sovraumano proprio non ci vedo nulla,anzi se mai di molto umano(è forse brutto essere umani?).Ahahah!Si,un po’ fanatico lo sei però,ahah!Un saluto

  495. Più che “un’Atomic Bomb”, mi pare una bomba a mano della prima guerra mondiale… ascoltate Perpetual Flame e dite la vostra. 😉

  496. Sapevate che Santana ha dichiarato Malmsteen il miglior chitarrista al mondo? 😀

  497. X Melaz: perché sostieni che PERPETUAL FLAME sia una bomba a mano della prima guerra mondiale? Io non ho ancora comprato l’album, ma ho ascoltato alcuni brani su Internet e non la penso affatto come te.

  498. X Ale: Io è da quasi una settimana che lo ascolto, ti faccio il punto della situazione, il mio punto della situazione anzi: tutte le canzoni cantate non mi piacciono perchè Owen non è adatto secondo me a cantare ne quelle nuove menchè meno quelle vecchie (in live inascoltabili). E’ troppo forzato nel cantare i pezzi di Malmsteen… tu dici che è molto efficace, per me il contrario, è proprio lui che rende piatte le canzoni. Una cosa da notare nell’album è che Malmsteen non suona come sempre, ma è peggiorato, non come velocità, ma più che altro come scioltezza nel suonare… A mio parere le migliori sono Red Devil, come dicevi anche tu ha un bel riff e tutta la canzone è accattivante veramente; i 3 strumentali: Caprice…, Lament e Heavy Heart. Mentre la migliore in assoluto, sempre secondo me, dove si sente che Malmsteen suona come è solito fare (e dove canta anche) è Magic City. Piccolo appunto su Caprice: non suona molto bene, ma la composizione della song è bella (e si ricollega a Lament). Tutto il resto è la solita solfa dei due album precedenti. Un’altra “cosa” bella è l’Intro di Live To Fight (Another Day), che però si trasforma poi in qualcosa che non ci azzecca niente. Adesso si è messo davvero a copiare i suoi pezzi: c’è ne è uno che assomiglia in tutto a I’m A Viking, e un altra che ricorda qualche altra canzone di Unleash o Attack!

  499. ’sta volta mi vedo proprio costretto a dare ragione a mago e torto marcio a santana…ma stiamo scherzando….malmsteen il migliore al mondo??!!!!

  500. Qui non si scheza questo ha inventato tecniche nuove quando gli americani si spezzavano le dita x alternare le plettrate……

  501. Ho preso perpetual flame sabato pomeriggio e lo ho ascoltato attentamente 6 7 volte, premetto che adoro malmsteen ed ho per lui un amore incondizionato tuttavia sono molto critico quando fa un nuovo disco. Chi ama malmsteen sa a scatola chiusa quello che troverò quando esce un nuovo album perchè lui suona sempre allo stesso modo, ma in quel modo sa farlo solo lui. sinceramente devo dire che questo perpetual flame rappresenta ciò che è malmsteen da diversi anni,il nuovo cantante tim ripper owen non è assolutamente male e lo si sente subito dalla prima traccia death dealer tiratissima come tutte le opening di malmsteen, owen mi ricorda a tratti mike vescera e il primo jeff scott soto pero’ rimane in ombra per tutto l’album. tra i pezzi migliori magic city con qualche passaggio almeno diverso dal suo solito stile e glia rchi che pero’ dovevano sentirsi a mio parere di piu’, l’intro fantastico di live to fight another day (dove pero’ devo concordare con un’altra vostra recensione e cioe’ che sfocia in un pezzo che poi non è gran che),red devil e secondo me l’ottima priest of the unholy. per gli strumentali siamo sempre alla solita roba di malmsteen, stupende melodie per lament ed heavy heartma sempre le stesse nulla di nuovo e poi capricci di diablo che sinceramente non mi prende molto pur essendo tecnicamente complicatissima.

  502. Prima di scrivere una mia opinione su ?perpetual flame?, vorrei ribadire una considerazione che a molti sfugge: nel corso della storia del rock ci sono stati gruppi grandiosi che hanno toccato vette incredibili: Deep Purple, Pink Floyd, Metallica, ecc. però nel corso della loro carriera ci sono state anche cadute rovinose. Altri gruppi addirittura sono praticamente scomparsi, e sto parlando di gruppi cioè dell?unione di più forze e menti (in alcuni casi eccezionali, vedi Led Zeppelin, Deep , Pink?), perciò è ancora più eccezionale in questa ottica la longevità artistica di Yngwie, basti pensare a quanti dei suoi ?rivali? siano scomparsi come solisti. È innegabile che secondo me Yngwie ha fatto il suo capolavoro col primo album, tant?è che lui stesso non ha voluto ?intaccarlo? ripetendolo. Anche Trilogy è un esempio di equilibrio tra tecnica,melodia forse mai più toccata. Io sono cresciuto con quegli album e visti i miei interessi musicali successivi, che si allontanavano sempre più dal metal, avrei forse preferito che Malmsteen si fosse orientato nel tempo ad una ricerca chitarristica meno tecnica e più espressiva (che è nelle sue ?corde? come ha dimostrato in più occasioni), invece lui ha preso una direzione diversa inaspettata e inconsueta vista la storia di altri mostri della chitarra (vedi blackmore) e forse per questo da rispettare maggiormente. Se si confronta l?ultimo album con i primi si sente un chitarrista notevolmente più veloce , i virtuosismi si moltiplicano, i brani sono più potenti. Dire che fa sempre la stessa cosa significa non averlo ascoltato attentamente, lui sta facendo un percorso che può piacere o no, ma alla base di questo c?è qualità e passione. Perpetual, quindi, si riaggancia molto ad Unleashed, cambia il cantante, e Tim essendo più grintoso interpreta meglio il repertorio, inoltre la qualità dei brani è leggermente superiore ad UTF ( lì infatti ce ne sono tre-quattro troppo scopiazzati al suo vecchio repertorio senza migliorare niente, anzi?), certo nessun capolavoro, ma tutti brani ben concepiti, con una buona struttura melodica (il vero punto di forza, secondo me di yngwie, laddove i suoi emuli troppo tecnici si disperdono) e poi lui suona in maniera inconfondibile, troppo veloce in alcuni momenti secondo me, però i vari Joe stump?s reign of terror, Impellitteri, Dragonforce, Symphony X, Stratovarious ecc. sono decisamente di qualità inferiore.

  503. la notizia di santana che dice che malmsteen è il migliore al mondo è falsa. messa in giro da un’opinionista solitario della domenica. guardate qui http://www.ciao.it/Malmsteen__Opinione_819057 è l’unico posto dove si può leggere questa bufala. ovunque nel web non c’è traccia di questa dichiarazione nemmeno nelle interviste inglese.e per l’importanza della dichiarazione dovrebbe esserci.sono una fan di santana da anni e il grande santana ha altri gusti per fortuna,invece di questo tamarro svedese delle sei corde

  504. Ragazzi ho già lasciato la mia recensione ma devo aggiungere che continuo ad ascoltarlo ed è più forte di me, questo album mi prende da morire!! più lo ascolto e più mi viene voglia di gridare al capolavoro, non riesco a toglierlo dal cd in macchina e ho le corse di death dealer che mi ronzano in testa tutto il giorno!! forse non riesco ad essere obiettivo visto il mio amore per Yngwie ma voi che impressioni avete?

  505. cara/o..luna e così Santana non si azzerderebbe mai a dire: Malmteen è il migliore al mondo..probabilmente è vero…perchè Santana ha altri gusti..ahahah..senti sempre che non ti dispiaccia..fammelo conoscere così magari glielo chiedo e ci togliamo il dubbio… ma stai scherzando? non si riesce neanche a capire che gusti ha (veri)il tuo miglio amico e tu affermi di conoscere quelli di Santana, SEI UN MITO/A!!!

  506. Si, Luna, lo sospettavo anche io, perchè in giro non ho trovato nient’altro, però vedo che è servito, visto che c’è sempre qualcuno che per buttare m…a su qualcun’altro, si venderebbe sua madre ahahahaha

  507. X Luna: hey ciccia, come ti permetti di dare a Malmsteen del “tamarro della sei corde”? Ricorda che senza quest’uomo probabilmente non sarebbe mai nato il genere neoclassico e forse neanche lo shred!! Quindi prima di nominare Malmsteen sciacquati la bocca o lucida la tastiera del computer!! Intesi???

  508. allora melaz cosa ti devo dire…eric clapton ha detto ke il migliore kitarrista vivente è buddy guy….hai piu esperienza di clapton?

  509. Un’ultima cosa Leon hard, mi piacerebbe sapere su quali altri generi ti sei portato. 😀

  510. …rispondo a melaz: forse mi sono espresso male, ma a proposito di tim volevo dire che in perpetual canta discretamente e che confrontandolo con il lavoro fatto da dougie in UTF (album che è impostato in maniera simile a perpetual) lo preferisco in quanto più grintoso. non ho sentito tim interpretare i vecchi pezzi di yngwie, lo farò…

  511. Capito Leon hard… si, anche io lo trovo meglio di Unleash, anche se ci sono bei pezzi anche su questo tipo “The Bogeyman” mi viene in mente. Sinceramente non mi piace ne Owen ne White.

  512. solo perchè ho smascherato una bugia.intanto non sono trans ma donna,e con la buccia.e siccome sei cafone non te lo dico che gusti ha santana,cerca nelle interviste,oppure nel web associa il suo nome ai chitarristi che vuoi sulla lista dei commenti,e lo vedi da solo.di sicuro malmsteen non lo trovi.e tu ale,io dico quello che mi pare e malmsteen non ha inventato il neoclassic,l’ha inventato un certo emerson.ma è un forum di pazzi? spero di non incontrarvi in altri posti

  513. Capito Leon hard… si, anche io lo trovo meglio di Unleash, anche se ci sono bei pezzi anche su questo tipo “The Bogeyman” mi viene in mente. Sinceramente non mi piace ne Owen ne White.

  514. Luna, mi dispiace dirlo, ma se avessi letto il mio commento con tanto di link e “riporto”, avresti letto che Santana cita Malmsteen tra i suoi preferiti, in un’intervista. 😉

  515. Ah Luna, se ti riferisti agli Emerson Lake And Palmer, loro facevano ai tempi Progrock e Symphonic Rock (Art Rock)… il Neoclassic è tutta un’altra cosa e non come pensano in molti, solo scale classiche in ambito rock 😉

  516. Cara luna, bello ed educatissimo il tuo commento? non mi pare il caso però di coinvolgere tutti quelli che scrivono in Guitarlist? CAFONE mancava alla mia collezione , ti ringrazio per avermela aggiornata, in ogni caso scusa per A/O .. ma vedi per me è identico..tu potresti essere uomo, donna ,trans, bisessuale ecc ecc. ma io avrei scritto le stesse cose, perché questo è un sito musicale non una scuola di sesso..e io non faccio distinzioni neanche nella vita privata ? ma tornando a Santana, tu dici che dovrei farmi un giro nel web per conoscerlo, ma tu parlavi di gusti..e purtroppo per te (fattene una ragione) in Guitarlist non li conosce nessuno ? sarebbe troppo facile..comunque una domanda mi sorge spontanea: quanti anni hai donna con la buccia? Non è un invito a cena?ma visto il tuo commento non vorrei correre il rischio di polemizzare con una bambina!!

  517. ciao melaz, ovviamente suono (icchio) la chitarra, ma ahimè, con risultati molto lontani da quelli che mi piacerebbe raggiungere. in effetti sono diversi anni che mi dedico poco alla chitarra, il lavoro (sempre in ambito artistico) mi assorbe ormai completamente. a presto

  518. melaz,su internt gira di tutto, nonc’è da fidarsi di un trafiletto su una pagina.e comunque io dico che se ami tanto davvero un musicista ne parli,e di malmsten santana non ha mai parlato. c’è piacere e piacere.una cosa son i musicisti che ti fanno impazzire e una cosa sono quelli che ti piacciono. santana esce fuori di testa per jimy hendrix,bob marley,coltrane e miles davis,e anche wayne shorter.e infatti ne ha parlato come guide spirituali. gli altri li menziona,gli piacciono,chi per una cosa chi per un’altra ma non ne ha parlato con questa passione. cercate,cercate pure.questo vuol dire che in confronto a questi musicisti malmsteew è al di sotto.emerson metteva pezzi classici nel rock e questo è neoclassic,se no cos’è per te il neoclassic? gianni anche se ti dico la mia età(27)che vuol dire,mi devi rispettare oltre questa cosa.

  519. Cazzo cosa mi ha fatto venire in mente questa! comunque il TAMARRO SVEDESE potevi risparmiartelo cara LUNA.. e poi vuoi rispetto quando sei la prima a non mostrarlo? pazzesco, qui ogni tanto saltano fuori nuovi personaggi dal nulla con trovate ASSURDE! un saluto a tutti

  520. Sai qual è il problema Luna… purtroppo non sei l’unica in cui riscontro questa cosa… e sinceramente mi dispiace che la gente la pensi in questo modo. Ora mi spiego: non significa nulla che Santana parli di certi artisti targandoli come guide spirituali, e invece quelli che menziona nel trafiletto allora sono al di sotto. Questa cosa fa veramente ridere sentito dire da una persona che parla di passione. Ma quello che dovrebbe preoccupare, almeno a me preoccupa, è il fatto di dire “è al di sotto”… al di sotto di cosa? Ognuno ha il suo modo di suonare comporre, sentire, esprimere, amare ecc… c’è un “al di sotto” solo quando ci si impone un limite massimo e uno minimo. Se tu ascolti la musica in questo modo, credo non sarai mai in grado di analizzarla oggettivamente… questo è un mio parere, chi mi conosce sa come la penso… ci ho fatto discussioni intere, ed è per quello che mi dispiace ancora sentire queste cose. Se ci fosse un migliore gli altri nemmeno ci proverebbero, se tu suoni e ti vengono a dire che fai schifo cosa faresti? Molleresti il tuo sogno solo perchè uno ti dice che non sai suonare?… Nella musica, anzi, nell’arte non c’è mai, o meglio non dovrebbe mai esserci il migliore. Le classifiche lasciamole alle Major che pagano gli artisti in base al numero a cui arriva il singolo. L’arte non deve (dovrebbe) essere una gara.

  521. E certo, basta che ti piace. guarda per me malsteen è l?equivalente di una mitraglietta,e certo a qualcuno piace il casino che fa una mitraglia. E vedi che gli altri ci provano proprio perché ci sono i migliori che danno l?esempio. E comunque,se ti piace un me ne po? fregà de meno. Però tu che dai lezioni di oggettività e eguaglianza è proprio forte! giusto te che hai messo in giro la strufola senza darti la pena di smentirla,visto che non c?è in nessun sito questa affermazione così enorme. E avevi anche detto che ti documentavi . Sono servita io per smentirla sennò figurati. A 20 anni! Cresci un po? e razzola come predichi. Gigi d?alessio siiiiii,ma vedi tu che mi tocca sentire,ora capisco. E tu mi devi spiegare cosa è il neoclassic! Ho capito bene? Vuoi chiedere a santana? Buono,gli faccio anche io la domanda,a modo mio. Chi è che nella musica comunica una spiritualità quasi divina? Malmsteen o quegli altri? Ci rivediamo alla risposta “. intanto ti lascio con santana : ?vivo lo spirito di Bob Marley, Robert Johnson, John Coltrane, Jimi Hendrix e Miles Davis: la loro musica, la loro arte, la loro creatività sono una costante fonte di ispirazione?. E se cerchi su internet ne trovi in tutte le salse di queste dichiarazioni eppure di meglio

  522. Ehehe Luna, vedo che continui ad avere l’atteggiamento verso la musica che hanno in molti in questo sito, ma non solo. Ti rispondo tranquillamente a differenza tua che ti saltano i nervi se qualcuno la pensa diversamente da te. 😉 Per prima cosa che Malmsteen sia una mitraglia, lo è anche Santana in alcune parti, ed è per quello che mi piace. Per l’esempio: bè, appunto perchè bisogna pensare di essere migliori (basta solo un attimo nella propria vita anche) di chi tu dici di essere migliore per prendere la decisione di fare, affrontare una certa cosa.

  523. intanto….viva obamaaaaaaaaaaaaaaa.Alterata? Ma se mi sto divertendo un sacco. Va bene l?importante che hai imparato che non si dicono le bugie.

  524. Che chitarrista ragazzi!!!!!!!è dotato di una grandissima tacnica e precisione.Per non parlare della sua velocità di esecuzione,paurosa, di sicuro uno dei più veloci al mondo(è 3 nella classifica dei migliori shredder)una leggenda di velocità e stile.

  525. Ti starai anche divertendo un sacco Luna, anche io mi diverto, ma a differenza mia tu rispondi in modo alterato e scontroso. 😉 Io non ho detto una bugia tanto per incominciare, ma ho riportato una notizia dicendo che avrei fatto delle ricerche. Vedi, riportare una notizia significa stimolare oltre te stesso anche le altre persone alla ricerca. Infatti il mio intento è arrivato al punto in questione proprio da te. Tu sei stata stimolata e quindi hai risposto di conseguenza,e come ho detto in precedenza ti ringrazio per questo. 😉

  526. Un’ultima cosa: ehehe Luna “Viva Obamaaaaaaaa” e poi non sai accettare nemmeno le differenze degli altri, addirittura le insulti. Mi sa che Obama non sarebbe tanto d’accordo. 😉

  527. Scusate per i messaggi multipli, ma mi vengono in mente delle cose… una persona come Santana, che parla di profondità della musica ecc e poi si mette a suonare pezzi commerciali da MTV Videoclips. Una domanda da porsi c’è evidentemente. 😀

  528. Luna,che Malmasteen non ti piaccia lo abbiamo capito tutti,soprattutto abbiamo capito che questo alto e crinieroso musicista svedese ti infastidisce.Non dire di no,perchè se lo facessi risulteresti tu quella che dice le bugie.Il motivo della mancanza di umiltà per la questione di Gigi D’Alessio te lo sei trovata da sola,la risposta te la sei già data proprio dopo esserti posta il quesito:”Io d?alessio va bene per chi ha piacere di sentire lamenti pietosi”,oltre all’oscena sintassi e all’uso masochista dei verbi,il problema principale è il contenuto:tu non solo dici che non ti piace ma lo imponi anche sugli altri,considerandoli negativi perchè ascoltano il cantautore partenopeo;è questo che ti frega.Riguardo al gay pride anche lì…ti contraddici in una maniera che purtroppo ti si ritorce come un boomerang a mò di “insulto ma non voglio insultare”,ed è palese purtroppo per te.Tu dici chenon te ne frega neinte dei gusti di melaz riguardo a malmsteen:a casa mia una persona che è indifferente ad un argomento evita di trattarlo proprio perchè non rientra nei suoi interessi,tu invece è da 3 commenti che continui a parlare di malmsteen in modo negativo,solo perchè ti infastidisce(magari nemmeno sai il perchè di questo fastidio).Riguardo all’affermazione presunta di santana su Malmsteen,ancora continui ad impuntarti..ma anche se l’avesse detto,che male c’è?Anche se fosse una bufala…alla fine cosa puo fare un’opinione di una persona riguardo ad un artista?Forse tu te la prendi perchè ti potrebbe condizionare e quindi ti potrebbe far cadere dei castelli che ti eri costruita.Quegli artisti avranno preso spunto dalla musica classica ma lo stile neoclassico prende non solo le note e le scale(la musica non è solo quelloa),ma anche la scelta dei ritmi,del tipo di composizione e perchè no anche dello scopo della musica,i richiami alla natura più primordiale.Cosa significa quel “visto?”?Significa “vedi che ho ragione”?Perchè se è così mi chiedo se questi tue risposte siano ai fini di parlare di un argomento oppure di dimostrare che sei dalla parte della ragione.Un saluto!

  529. Cara luna adesso ho capito l?origine del tuo username..tu sei di un altro pianeta, forse è meglio se scendi un?attimo tra noi mortali..smettendola di dire con incompetenza un sacco di stronzate musicali e fuori contesto..cercavi la polemica? Eccola:

  530. cari ragazi, aprofito di cuesto spazio per chiarire mia opinione su yngwie malmsteen: io penso che lui è il più grande chitarista neoclasico, veloce e melodico, se avesi avuto un’impostazione delle mano destra come la sua e avesi imparato a tenere meglio il plettro mi sarebbe piaciuoto suonare qualche scala un pò più veloce. lo ammetto qualche volta quando tento di andare veloce sembro un frulatore e le note non sono tropo nitide. mi sono concentrato sulla melodia e ho avuto in ciò il mio pezzo forte (oltre al ritmo…) purtroppo non ho il coragio di yngwiee e qualche volta mi sono fato condizionare daLa musica comerciale…(anche ramazzotti). spero che questa mia dichiarazione in italiano (squsate gli erori) chiuda la polemica inutile , del resto malmsteen ha avuto tanti segnali e dati oggettivi che testimoniano il suo ruolo nel mondo della musica e sopratutto della chitarra…

  531. x Luna: nel tuo video Clapton per me devasta Santana.2° Anche se sono due chitarristi che non amo tanto,parlo di Santana e di Malmsteen, non si possono paragonare, Malmsteen è di un altro pianeta. Molta più tecnica, conoscenza musicale e melodia in Malmsteen, Santana in compenso vende solo più cd ( grazie alle canzoni da MTV!)

  532. in conseguenza della citazione su commenti hendrix spero che avrete capito che santana apprezza altro che il cotonato,senò a questo punto veramente i vostri neuroni sventolano bandiera bianca!!! ahahahah

  533. il cafone e l’imbroglione..Allora cari,io posso essere un antidoto per le bufale non per le cretinate che dite,per quelle lì ci vuole il miracolo,ahahah. malmsteen non se lo gode un assolo,ha fretta di “venire” subito ahahahah, Santana suona ogni tanto come una mitraglia! ma famme il piacere,suonare veloce non vuol dire suonare come una mitraglia. e melaz siccome non sei daccordo con la frase di santana che ho scritto su commenti hendrix,allora vuol dire che tu hai più esperienza di santana? E lo hai rimproverato a edo in un commento prima! Mò torni indietro? ahahah. ciccini il prog ha preso a gogò dalla classica,quello che dite voi è METAL,e ha preso solo qualche scala quà e là non le ritmiche etc. ma fatevi un corso accellerato!!Purtroppo non suono ma conosco un pò,a volte è meglio di suonare a vanvera

  534. Se uno dovesse citare tutti quelli che apprezza ogni volta che parla, soprattutto con un’esperienza lunga alle spalle, ci vorrebbero solo 2 pagine di intervista o altro.

  535. Dimenticavo: Luna, cosa significa per te “suonare a mitraglia”? Sono proprio curioso ehehe 😀

  536. Vedi Dario, troppe cose nella vita le lasciamo perdere… l’Italia è così perchè abbiamo lasciato troppo perdere… il mondo è così perchè abbiamo lasciato troppo perdere… l’universo per ora si è salvato, speriamo ancora che per molto rimarrà così. Ti ringrazio lo stesso del tuo consiglio. 😉

  537. va beh fai come vuoi.. secondo me dovresti proprio ignorare certi commenti idioti di gente che non sa cosa fare durante la giornata! poi se la tua è un’operazione a fin di bene allora hai tutto il mio appoggio 😉 ciao

  538. dario ma chi ti ha considerato? secondo me santana si è divertito,tutto qui,e poi lui ha avuto un periodo buio se non lo sai. Anche sting ha fatto qualche commercial ma è sempre sting. Ogni tanto ci si diverte.chè,il profg non si trasforma? ma senti Lizard e poi ne parliamo!!!! il prog ha preso proprio il cambiamento di tono che nella classica è la regola. Santana che vuole farsi prete,oh saranno cazzi suoi,o no? e poi ha detto che non molla la chitarra. ciao ciao ciao

  539. Un’altra cosa: nei periodi buoi ci si dovrebbe tirare su non tirare giù ehehehehe

  540. Sentite che tiro ha Malmsteen anche senza tutti gli “aiuti” che puo’ dare l’elettrificazione. Da queste cose si vede chi è chitarrista e chi è elettronico del suono ahahahaha:

  541. Un’altra cosa Luna: parli di cambiamento di tono. Se non lo sapessi, Malmsteen molto spesso cambia tonalità all’interno di una canzone. L’ho sentito Lizard dei King Crimson, se a quello ti riferivi. E già dalla prima canzone si sente altro che trasformazioni. Il problema sai qual è? E’ la batteria che frega. Sono gli stacchi della batteria che fanno venire meno quella trasformazione. E poi un’altra cosa nella musica classica è più facile trovare un abbassamento delle dinamiche con un sottofondo molto basso di alcuni strumenti, mentre in alcuni pezzi dell’album da te raccomandato, c’è un silenzio che equivale ad uno stacco-cambio, tipo come passare ad un’altra canzone. Prendiamo Beethoven: lui nelle sue composizioni amava non portare alla fine un atto e poi cominciarne un altro, ma li faceva entrare l’uno nell’altro. Nel rock è la batteria che frega, perchè è una costante e come costante nel variare non varia più di tanto, infatti a volte “preferisce sparire” per poi tornare dopo riprendendo quello che stava facendo prima. Per poi non parlare della batteria sempre uguale, con le solite rullatine sul rullante… 😉

  542. tocco,volevo dire tocco melaz,ho sbagliato a scrivere,è il tocco che malmsten è pessimo. La batteria non c’entra che è continua,allora il bolero di ravel non sarebbe musica classica,ahahah. Lizard ha tutto quel che sereve per essere classica

  543. Ciao a tutti. Molti lo odiano, molti(superficiali) lo descrivono come un supertecnico freddo come tanti. Innanzitutto un qualsiasi chitarrista diciamo proveniente dalla didattica “moderna” della chitarra elettrica, studiando le sue partiture si sarà sicuramente accorto che ha degli schemi tutti suoi, forse violinistici, difficilmente eseguibili tali e quali. E poi si vede subito che è uno innamorato perso x la classica, tanti fanno i neoclassici secondo me solo x darsi un’immagine “colta”…poi è assolutamente SEMPRE COERENTE col suo stile, anche a me annoia ogni tanto, ma ha un tocco fantastico e un suono tipicamente fender suo caratteristico, i primi album sono unici…ciao!

  544. Ehehehe Luna Malmsteen ha un tocco pessimo? Ceeeertooo!!!! Mi sto chiedendo se tu lo abbia ascoltato, sai perchè per dire che Malmsteen ha un tocco pessimo, con tutti i vari vibrato che dalla alle note… forse dovresti ascoltarlo un po’ meglio al posto di sparare a zero. 😀

  545. cosa dire del tocco di Malmteen…ALLUCINANTE..come lo era quello di Hendrix o Van Halen..o anche Santana..certo suonare un pezzo di Malmteen è tutto un programma, sembrano scale preconfezionate e poi ti accorgi che invece vanno dalla parte opposta..anche i soli che sembrano e ripeto sembrano uguali..sono completamente diversi..per non parlare del vibrato..forse l’unico chitarrista del pianeta che suona una fender e si è inventato un floyd rose personale(lE SUE MANI!!) assolutamente incopiabile, ho visto su you tube una “esercitazione” di Paul Gilbert(un fenomeno) poi ne ho vista una di Malmteen seduto con la sua fender davanti ad un caffè..ecco: Gilbert è superconcentrato.. Malmteen stà giocando a golf..inutile discutere..è nato con la chitarra in mano.

  546. dimentivavo Robert Fripp..troppo “atonale” per i miei gusti..e troppo tecnologico..come tocco siamo lontanucci…

  547. a me i vibrati di malmsteen sembrano tutti uguali con quegli urletti mi pare che si è fatto la formula per suonare,hendrix o van halen hanno molti più vibrati in arsenale. E la storia degli stacchi che vanno contro la trasformazione la trovo insensata,anche in una sinfonia ci sono stacchi improvvisi,a voglia!!! e no solo tra un movimento e l’altro.Tutto il prog anni 70 è fatto di queste cose

  548. Tanto per incominciare gli urletti non fanno parte dei vibrato, ma sono bending… anche se Malmsteen spesso nei bending usa anche i vibrato… Se pensi che sia una formula per suonare, ti ha già risposto Gianni, mi pare… come ho detto più volte, non sempre ciò che si sente è come se lo immagina e non è colpa di chi suona ma di chi ascolta. Gianni è una persona competente. Se credi alle riviste, puoi credere tranquillamente anche a lui ehehehehe. 😉

  549. Se vuoi poi Luna possiamo parlare del Mi cantino di Santana visto che stai parlando di cose uguali. 😀

  550. ahahah,il prog migliore è pieno di contrappunti.E poi prima nan ti fidi delle riviste e poi vai appresso ai critici.Secondo me per sentire varietà solistica in malmsteen bisogna avere le allucinazioni,e mi sa che è il vostro caso.Il mi cantino santana lo suona con ritmiche diverse,quando lo proilunga lo fa per dare valore al gruppo.Nota bene,eheheeh

  551. e caso mai la batteria più che a spezzare tende ad accentare,senti come accenta il batterista di santana

  552. Bella versione di Europa Luna. 😀 E’ bella anche quella che fa in Live in Mexico. Cmq anche in questa va veloce Santana con qualche scaletta. 😉

  553. Certo che il prog fa uso smodato (forse troppo) di contrappunti eheheh (anche Malmsteen fa uso di contrappunti, non so se te ne sei mai accorta ehehehe)… io ho detto che la dinamica batteristica, essendo uno strumento tibrico, a differenza degli strumenti utilizzati in classica che rimangono più presenti durante l’esecuzione, fa effetto di “spezzare”.

  554. Si, davvero un bel concerto… in quegli anni Malmsteen veniva sicuramente più apprezzato perchè era un novizio che ha tirato fuori un modo di suonare che prima non si era mai sentito… adesso purtroppo la gente legge solo quello che scrivono gli altri e non ascoltano.

  555. Però Vito mi pare scadente il paragone con Vai e Satriani:se hai bisogno di paragonare Malmsteen continuamente alle loro performance,per esprimere il tuo gusto non mi sembra proprio il metodo più

  556. Si potrà parlare anche del vecchio Malmsteen, però ci si perderanno tante cose…

  557. Mentre rileggevo i commenti vecchi di Malmsteen quando all’epoca non conoscevo Guitarlist, ho trovato delle cose interessanti dette da un utente, paganino, come questa, che sapevo anche io e che fa capire veramente che quello che suona Malmsteen non ha niente di impacchettato: “a me risulta che blackmore , a proposito di yngwie abbia detto che si tratta veramente di uno dei migliori chitarristi in circolazione, che è falso che il suo modo di suonare è fatto di fraseggi standard avendo lui assistito ad un concerto dove allo svedese sono saltate tre corde e lui ha continuato a suonare come se niente fosse…” (il mio amico fa la stessa cosa ahahaha)

  558. :DSi,Melaz ma il problema è che io ho la scuola e sono occupatadecisamente,sai è il quinto anno.;)

  559. Una volta parlando con Mary, mi disse che di Malmsteen gli piaceva il fatto che riuscisse a far “urlare” la chitarra…

  560. Ah veramente?In effetti l’urlo è come un’impennata della voce..un bending.Un saluto melaz:)

  561. Volevo augurarvi un felicissimo Natale!Alla redazione e a tutti i viandanti che passano per guitarlist.Un saluto!Buon Natale ancora specialmente a Melaz,Gianni e Dario;)

  562. Dall’Official Website le date di un Yngwie Malmsteen/ Deep Purple show in alcune città del giappone…

  563. Sono proprio curioso di vedere sullo stesso palco Yngwie Malmsteen e Steve Morse!! Sicuramente sarà un grande show! WOW!!!! Sono due chitarristi diversi stilisticamente, ma ugualmente grandi entrambi!

  564. Già ale, andare in Giappone sarà difficile, almeno per me… quindi spero che mettano qualche video amatoriale su youtube che sia di buona qualità;D

  565. tutti in piedi a osannare il più grande chitarrista elettrico di tutti i tempi… innovatore come un altro alieno… ovviamente sto parlando di jimi hendrix…

  566. Hey Malmsteenofili, il 10 marzo uscirà un nuovo album di Yngwie intitolato “Angels of Love”. Sarà completamente acustico e conterrà sette ballads riarrangiate con chitarra acustica (appunto), tastiere, archi e cori!!

  567. ragazzi domani sera a cermenate (co) al pub black horse si terranno i concerti di uli jon roth e kee marcello correte numerosi …… uli è un mito per malmsteen

  568. Comprate assolutamente Angels Of Love perchè merita!!!! Grande Malmsteen!!!!

  569. quando ho letto la notizia dell’uscita di un album acustico di yngwie mi è subito venuta in mente un’intervista di qualche anno fa dello svedese a cui gli si chiedeva se mai avrebbe realizzato un album completamente acustico, lui rispondeva che non gli interessavano operazioni di quel tipo perchè commerciali…

  570. Non sono d’accordo Leon Hard, secondo me sta volta la produzione è molto buona. Il fatto è che Malmsteen utilizza altre tecniche per la registrazione audio, e si sa che è dal sorgente che viene il tutto. I suoni sono molto nitidi secondo me, anzi, proprio oggi ho cambiato le casse del sistema Hi-Fi e l’ho testato subito con quest’album e suona molto bene. Ho letto su internet chi diceva che era registrato male, ma secondo me non è affatto vero. Hai ragione sul fatto degli arrangiamenti. Ad esempio come ho scritto il passaggio di Forever One, e mi piace molto la nuova Memories con il coro sotto. Tu che ne dici? 😀

  571. adoro yngwie,Angels of love è sicuramente un buon disco ma con l’acustica il buon y.j.m. non è piu il primo della classe. secondo me poteva evitare questa operazione commerciale.

  572. non credo che malmsteen sia mai stato il numero uno con l’acustica, semplicemente la suona alla sua maniera è questo è bene.

  573. Si LeonHard, l’ho scritto perchè per curiosita’ sono andato a vedere su Wiki ENG (dove almeno c’è qualche informazione in più)… e lì specifica proprio Cello e Synth… mi piacerebbe trovare un sito serio con un database per tutti i generi musicali, dove trovare info… mi sa che non esiste ehehehehe

  574. Leon, il violoncello non è sintetizzato, lo suona lui come ha fatto in altri album. 😉

  575. …effettivamente è vero, lo sapevo benissimo! mentre scrivevo del violoncello ho pensato allo sbaglio ,ma mi son detto : vabbè poi correggo…

  576. Sicuramente sarete tutti d’accordo con me che quella di questo video è la formazione migliore che Malmsteeno abbia mai avuto e la canzone è formidabile!!!!!!!!!!!!

  577. Che bel video che hai tirato fuori vecchio…ma pensa un po dove finisce a suonare sto qua…sara tipo un quiz televisivo o un programma del genere…pensa che figata accendere la tv e trovarti sti personaggi ospiti nelle orchestre rai ecc…cmq immenso malmsteen ovunque sia SEMPRE vibrati da pelle d’oca e i suoi fraseggi inconfondibili!!!!!!!!Buona musica a tutti

  578. WE, ma nessuno più scrivbe proprio in questo Bellissimo sito… dove siete finiti tutti quanti?

  579. E’ vero, da un po’ di tempo pochi commenti…confidiamo nei vostri!!!

  580. Aspettando il nuovo tour di yngwie(e sperando in diverse tappe in Italia), ho riascoltato il mitico primo album di malmsteen rimasterizzato. i famosi assoli super veloci del 1983 non ci sono più , quanti chitarristi ormai suonano a velocità quasi doppie rispetto a ciò che esibiva yngwie in quell’album, lo stesso svedese oggi suona molto più velocemente. anche con gli sweep l’evoluzione tecnica si fa sentire. eppure “rising force” per me rimane un capolavoro assoluto e insuperato del chitarrismo metal (avvicinato solo da “perpetual burn” di jason becker).le note suonate sono quelle “giuste” nè una di meno nè una di più. si sente l’attacco del plettro sulle note tirate da yngwie e i vibrati sono sempre potenti e carichi di pathos. i brani, poi, sono perfetti : black star, far beyond the sun sono giustamente da sempre dei cavalli di battaglia di malmsteen in chiave live. ma io ho un debole per now ships are burned un brano che risulta originalissimo ancora oggi, mi piacerebbe se lo svedese riprendesse in chiave compositiva quella tipologia di brano che invece era usuale per lui se si ascoltano i suoi demo precedenti. evil eye è un altro capolavoro e icarus dream, con la sua struttura progressive davvero coinvolgente. as above so below risulta forse il brano più datato anche se cantato alla grande e con un assolo da antologia. little savage è un altro pezzo che mi fa impazzire e le sue prime versioni live erano ancora migliori (procuratevi le registrazioni dei live del 1985…). a quanto pare per quell’album yngwie fece un tour da supporto agli ac/dc da qualche registrazione che ho sentito: spettacolare! chissà se un giorno seguendo una moda che si sta diffondendo il buon yngwie ce lo riproporrà in un nuovo tour mondiale…

  581. Ciao a tutti! siamo perfettamente daccordo sull’esordio di yngwie, BELLISSIMO. Sapete io ormai da un po nn apprezzo tantissimo i megavirtuosismi neoclassici, pero per me quel disco è immortale, il suono, il suo tocco, i pezzi travolgenti…x me li c’è il modo più originale in assoluto di reinterpretare la musica classica con il rock, secondo me nn è stato più superato. Spero di vederlo un giorno cazz…CIAO BUONA MUSICA

  582. Devo dire che Rising Force è considerato universalmente il miglior disco di Malmsteen… potrei essere d’accordo però quando qualcuno non ne sminuisce gli altri… molti lo fanno… e a volte mi chiedo se li abbiano sentiti veramente bene come Rising Force. Io ogni volta che metto su qualche disco di Malm trovo sempre qualcosina, sia a livello compositivo, o di produzione, o di esecuzione, che mi colpisce sempre o che non avevo sentito prima. Spero di vederlo anche io quest’anno eccheccavolo 😀 (anche se spero vivamente non con quel cantante che si ritrova ahahah)

  583. Ciao a tutti, chi ci dà una mano per mettere online la [b]Monografia dell’amato Yngwie J. Malmsteen[/b]. Sarebbe davvero una bella occasione in vista della sua presenza in Italia…Magari riusciamo anche a fargliela avere…

  584. anche io mi propongo per info (in passato, tra le pag 57-54 circa,col nickname di biografo ho tracciato un breve percorso malmsteeniano, seppur rapportato anche ad altri guitarheroes…).

  585. 👿 Hey, chitarrofili, ricordo di aver realizzato anch’io una biografia su Malmsteen (ricordo che c’era quella della redazione e la mia). Ma successivamente al rinnovamento grafico del sito la mia biografia é SPARITA! PERCHEEEEEE?? ❓

  586. [b][/b][size=large][/size] B) yngwie ! Un grande mito !! Sono cresciuto con la sua musica lo adoro È unico e inimitabile ! ! É uno dei pochi che riesce a suonare a quella velocitá con estrema pulizia!! É un Grande non cé niente da Dire !

  587. La versione di Malmsteen di Beat It è veramente fantastica, peccato che ci sia un cane a cantarla…

  588. Ciao a tutti ragassuoli!!!!! Malmsteen Live Clinic Castel Brando Italia!!!! Se riesco vado a vedermelo!!! Suona per la prima volta per la MMI il 18 Maggio 2010!!! La location e’ una f**ata!!! Si sentira’ a casa in sto castello medievale 😀

  589. Axe to grind con la sua ritmica vagamente alla Zakk Wild, riporta energia e velocità nel finale dell’album. Grande assolo, bravo owens.
    In “Blinded” la linea vocale riprende quella di “iron clad” da “attack”, però questa volta c’è un netto miglioramento rispetto al passato e il risultato è molto buono.
    Cross to bear è lo strumentale che chiude degnamente l’album ( a parte la bonus track con la versione “youtube” di arpeggios from hell). Yngwie dimostra ancora una volta di essere un chitarrista dotato di feeling a dispetto di quanto dicano i suoi detrattori.
    In conclusione direi che “relentless” segna un passo avanti rispetto al pur buon “perpetual flame” e conferma le buone capacità compositive di malmsteen, secondo me il suo vero valore aggiunto rispetto ad altri virtuosi della chitarra.
    Caro yngwie, ti aspetto per il relentless-tour!