I magnifici 7 del 2016

I magnifici 7 che più hanno colpito nel corso del 2016. Come sempre non una classifica ma un contributo alla scoperta o alla riscoperta di qualche bravo chitarrista o Album.

Riflessione per il 2017: gli album chitarristici sono davvero tantissimi, io stesso sono in arretrato con molte recensioni. Alcune arriveranno nelle prossima settimane…in generale gli Album suonano tutti molto bene, bei suoni e belle ambientazioni, ma la sensazione è quella di un generale appiattimento musicale e chitarristico, salvo alcuni casi di maggiore originalità e creatività. Un segnale di saturazione? Mancanza di stimoli artistici?

Vedremo cosa porterà con sè il 2017….intanto godiamoci i magnifici 7 del 2016!! E buon 2017 a tutti voi!!!

Nick Johnston
L’avete visto spesso su queste pagine. Nick Jonhston è una bellissima realtà nel panorama chitarristico internazionale. Gusto, tecnica sopraffina, uno stile innovativo e ottime composizioni, ovvero un super chitarrista destinato solo a crescere e migliorare. Andate a sentire l’ultimo Album “Remarkably
Human”

John Scofield
Accanto ad un giovane emergente, quest’anno una menzione la merita il “decano” John Scofield. Con il suo “Country for old men” lascia un segno molto profondo nell’evoluzione sua personale e della chitarra. Stile, linguaggio, groove, playing, suono ai massimi livelli. Per i più giovani: imparate, imparate, imparate!!

Gianni Rojatti/Daniele Gottardo
Due già celebri axemen italiani, in perenne crescita ed evoluzione. Il primo ha sorpreso tutti con il nuovo Album “Arriver” dei Dolcetti. Una bordata di creatività, originalità, stile e tecnica da fare invidia a tanti tanti colleghi! Il secondo l’abbiamo visto quasi tutto l’anno impegnato negli States (scusate se è poco!), in tour con Gretchen Menn e coinvolto in nuovi progetti musicali, tra i quali l’album “Giant Nuts”. Rojatti e Gottardo sono già stati nel mio best. Nel 2016 ci tornano perchè, a mio avviso, in questo momento in Italia non hanno uguali.

Salvatore Russo
Conosco Salvatore da più di 10 anni e ho seguito con attenzione la sua evoluzione chitarristica, da super-shredder prima e da straordinario chitarrista Gypsy Jazz in seguito. Il suo quarto Album “Gypsy Jazz Trio” è un’autentica perla e nel 2016 ha visto la luce “Cadenze di Arpeggi”, ovvero una delle più ricche e complete pubblicazioni didattiche mai scritte in Italia.

Gretchen Menn
Attiva da anni come solista e con le Zepperella (cover band dei Led Zeppelin), ha rilasciato a dicembre 2016 un eccellente Concept Album, titolo “Abandon All Hope”, ispirato all’inferno di Dante, sul quale fa capolino anche il nostro Daniele Gottardo.

Irma Mirtilla
Tra le chitarriste italiane il 2016 è stato l’anno di Irma Mirtilla. Tra la musica (con Black Mamba) e l’attività sui social – vogliamo parlare di quello scatto incredibile di Angelo Murri? – Irma dimostra di essere una musicista molto brava ed assolutamente al passo con i tempi. Ho come la sensazione che di lei sentiremo parlare sempre di più!