Through the Looking Glass – primo CD per Nili Brosh

Abbiamo avuto il piacere (e forse una buona intuizione) di intervistare Nili Brosh un paio di anni fa, quando si stava facendo conoscere sul Web grazie ad alcune strabilianti esecuzioni di brani molto famosi (e molto difficili) di Guthrie Govan e Andy Timmons.

Abbiamo seguito l’evolversi della sua carriera, dal diploma al Berklee College di Boston, alle numerose gig con la sua band, alle collaborazioni con Guthrie Govan e Andy Timmons, al suo ingresso nella cover band tutta femminile “The Iron Maidens” (nel ruolo di Dave Murray) fino ad arrivare al 2010, in cui scrive, registra e pubblica il suo primo Album solista, intitolato “Through The Looking Glass“.

Il disco, diciamolo subito, ci è piaciuto molto. Già dal primo ascolto si capisce chiaramente che Nili è davvero molto talentuosa e che è cresciuta davvero tanto dalle sue prime apparizioni su Youtube. Molto sicura nelle esecuzioni, ottimi i suoni, il feeling e la tecnica anche nelle parti più impegnative.

Ciò che colpisce ancora di più è la scrittura. I brani sono scritti molto bene (da Nili stessa), hanno buoni arrangiamenti, sono suonati molto bene (spicca su tutti il lavoro alla batteria) e il “suono” complessivo dell’album è molto convincente. Un prodotto da artista maturo, invece è CD di debutto!!

Le composizioni, di matrice heavy rock (giusto per fugare da subito eventuali dubbi, è un disco Rock!!) contengono molte diverse atmosfere sonore, dal rock appunto, al jazz, alla fusion, dimonstrando che lo spessore artistico e musicale di Nili è assolutamente in crescita ed evoluzione.

 

In un brano, traccia 7, Wafer, fa capolino il grande Andy Timmons, “sparando” un ottimo solo su una traccia che ricorda molto alcuni brani di Paul Gilbert e dello stesso Timmons.

Nel disco si alternano momenti molto “energetici” come Typsy Gypsy, Wafer, Never be Enough, High Strung, a momenti più rilassati, che culminano nella a nostro parere bellissime Through the looking glass e Hat Tricks (dove si fa sentire il Berklee). La prima traccia, su pad di tastiere, sembra un omaggio a Vai e Satriani, molto bella e intensa!!

Ci aspettavamo un CD più “scolastico”, invece l’ottima Nili ha tirato fuori un ottima prima release, piena di buona musica e ottime chitarre, che ci sentiamo davvero di consigliarvi  per gli acquisti di Natale.

 

http://www.nilibrosh.com
http://www.youtube.com/NiliWafers
http://www.myspace.com/nilibroshband

TRACKLIST

The House Of Tomorrow (2:10)
Lost In Suburbia (4:59)
Hat Tricks (6:03)
High Strung (5:05)
Through The Looking Glass (5:32)
Placebo (4:23)
Wafer (5:08)
Never Be Enough (4:35)
Typsy Gypsy (4:54)