Pedale Donner Morpher Recensione

Recentemente ho avuto modo di imbattermi nei pedali Donner, made in china, caratterizzati da un prezzo molto competitivo (28E circa, spedizione inclusa) e buona qualità complessiva. Mi ha molto colpito il Donner Morpher, pedale distorsore di dimensioni molto contenute, suono molto “pastoso” e dinamico, buone possibilità timbriche e adattabilità grazie a tre diversi livelli di clipping. Viene presentato come clone del Mooer Solo (a sua volta clone del Suhr Riot)

Il pedale viene spedito in un robusto imballo. All’interno troviamo la scatola del pedale e un potenziometro aggiuntivo come eventuale replace del controllo gain. Realizzato in metallo, il pedale sembra solido e utilizzabile anche da piedi “pesanti”.

Controlli: Gain, volume, tone, selettore per i tre livelli di clipping (natural, tight, classic)
Il pedale è true bypass ed è davvero minimo il rumore di fondo una volta attivato l’effetto, viene fornito senza alimentatore e non può essere alimentato a batteria

Nelle varie prove effettuate mi hanno molto colpito il range e la dinamica della distorsione. Appena inserito e con gain a 0 il pedale fa diventare il suono bello cattivo (di più con gli humbuckers). Crescente in modo lineare fino a ore 9 ha una sorta di salto tra ore 9 e fine corsa, trasformandosi in un distorsore high gain vero e proprio.

Interessante la possibilità di giocare con il volume della chitarra. Ad.es tenendo il gain del pedale a ore 9 è possibile essere molto dinamici passando da un quasi pulito ad un molto distorto solo agendo sul potenziometro della chitarra (testato sia con Humbucker che con single coil).

Il controllo di tono funziona bene e consente di adattare al meglio il timbro del pedale al proprio ampli e al tipo di chitarra.

Ecco un breve video in cui sentiamo il morpher all’opera. (Perdonate il rumore di fondo, colpa di un alimentatore sbagliato…)