Dodi Battaglia Tommy Emmanuel: Dov’è andata la musica – Recensione

Giorni intensi!! Molti nuovi Album da recensire! Tanta musica, tante chitarre!!
Comincio dall’ultimo lavoro di Dodi Battaglia, il terzo da solista.
Non mi dilungo in presentazioni e convenevoli.
Tutti sappiamo chi è! Tutti i chitarristi italiani hanno un debito con lui, grande o piccolo!
Molti chitarristi hanno iniziato a suonare ascoltando i suoi soli!

Forse non tutti sanno che Dodi e Pierpaolo Adda (Guitar Ranch,ideatore del Guitar Festival di Soave) sono grandi amici di Tommy Emmanuel, il super virtuoso australiano, uno dei 5 C.G.P. (Certified Guitar Player), come voluto da Chet Atkins.

Ebbene Dodi e Tommy decidono di fare un disco insieme, in parte cantato, voce di Dodi più qualche incursione di Tommy, in parte strumentale.
Genere molto vario: pop italiano, rock, latino, qualche eco prog, country, acustico.

Possiamo immaginare il disco come un piccolo affresco musicale autobiografico. Nell’album si ritrova tutto l’universo musicale di Dodi. La sua è una delle voci più importanti dei Pooh e del pop italiano, presente in 50 anni di storia musicale italiana. La sua “voce chitarristica” non è da meno, data l’importanza che la chitarra di Dodi ha da sempre avuto negli arrangiamenti e nelle parti solistiche dei Pooh. Ciò che forse è meno noto è la passione di Dodi per la musica “suonata”, il rock, il prog, il blues.

L’album, 12 tracce di cui 4 strumentali, è un concentrato di tutti questi elementi, con l’aggiunta di…Tomy Emmanuel.
Molto arrangiato, molto suonato!! A’ la Dodi, con grande classe e con qualche digressione chitarristica in più rispetto al suo contesto abituale. Le canzoni cantate sono gradevoli, più facilmente associabili all’universo Pooh ma comunque con una loro identità precisa.

Il lavoro fatto da Dodi dal punto di vista compositivo, sugli arrangiamenti e sui suoni è notevole. Il disco è sufficientemente vario per non annoiare sia il chitarrista che ama il playing di Dodi e può trovare conferme e sorprese, sia il fan di Dodi come contante e chitarrista dei Pooh, che potrà trovare sonorità a lui note, su registri in parte diversi, comunque attualizzati al 2015.

Tommy Emmanuel impreziosisce il lavoro con un due brani propri già pubblicati in precedenti dischi e con il contributo della sua incredibile mano sull’acustica. Non aspettatevi grossi virtuosismi, forse fuori luogo in questo contesto. L’aspirazione del disco è quella di uscire dal confine dei “fruitori chitarristi”. Per molti potenziali ascoltatori potrebbe essere la prima volta che ascoltano Tommy!

L’album è stato registrato tra Acquapendente e Nashville. Mix finale di Maurizio Biancani

Ascolto/Acquisto consigliato!
E’ un disco pop, di qualità, con robuste venature chitarristiche di gran classe e ottimo sound generale!
Di questi tempi non è poco!
TRACKLIST
1. Mediterranean Girl (Strumentale) (Battaglia)
2. Grazie (Battaglia-Battaglia-Gotti)
3. Streghetta (Battaglia-Battaglia-Gotti)
4. Io non so amare a metà (Pride-Battaglia-Adda)
5. The Journey (Strumentale) (Emmanuel-Hirshfelder)
6. Tu resti qui (Battaglia-Ballo-Battaglia-Gotti)
7. Una nuova pagina (Battaglia-Battaglia-Gotti)
8. Il treno della vita (Battaglia-Ballo-Battaglia)
9. Dov’è andata la musica (Dobbins-Battaglia-Gotti)
10. Lewis and Clark (Strumentale) (Emmanuel)
11. Ti lascio andare via (Battaglia-Sala-Castro-Battaglia-Sala)
12. Vale (Strumentale) (Battaglia)

PERSONNEL
Dodi Battaglia: Chitarra e voce
Tommy Emmanuel: Chitarra
Danilo Ballo: Programmazione e Tastiere
Lele Melotti: Batteria
Cesare Chiodo: Basso
Beatrice Ferrantino: Voce in Ti lascio andare via