Paul Gilbert – Silence Followed by a Deafening Roar (2008)

 

Il nuovo disco di Paul Gilbert (uscito ad Aprile 2008) inizia già bene a partire dal titolo “Silence Followed by a Deafening Roar”..più o meno Silenzio seguito da un rumore assordante!!

11 tracce strumentali, di cui due cover, “Suite Modale” di Ernest Bloch e “I Still Have That Other Girl” di Burt Bacharach. Solo guardando alle Cover si capisce che PG in questo suo ultimo lavoro abbia deciso di esplorare nuovi terreni e stupire gli ascoltatori e i fan più fedeli.

Infatti, e partiamo proprio dalle cover, i due brani sono veramente molto particolari ed intensi. Suite modale è stata una piacevolissima sorpresa con PG che duetta con la moglie Emi al piano, con un suono veramente perfetto e un uso molto azzeccato dell’e-bow.

Il disco inizia con la possente title track, trascinante e melodica al tempo stesso. A seguire Eudaimonia Overture con continui richiami a Bach e un intro assolutamente al fulmicotone.

“The Rhino” di nuovo sul registro veloce e molto shred, così come “Norwegian Cowbell”. In ambedue i brani colpisce davvero la scelta dei suoni di PG sempre “suoi” ma piacevolmente variati nelle ritmiche e nei soli.

Arriviamo a “I Cannot Tell a Lie“, che considero il brano che vale il prezzo dell’intero CD. Mai come in questo brano avevo sentito un PG così ispirato e melodico, con bending possenti suonati sempre nel punto giusto al momento giusto per dare il massimo risalto all’espressività ed alla melodia del brano. Davvero una perla, una nuova prospettiva dalla quale ammirare lo straordinario talento e la “maturità” artistica di Paul Gilbert.

Ottimo anche The Gargoyle, davvero incalzante, così come “Bultaco Saturno” e la divertente “Paul Vs. Godzilla” (altri due titoli di rara creatività) nel finale.

In questo lavoro di PG mi ha davvero impressionato la ritrovata e rinnovata vena creativa e la capacità di mettersi in gioco con brani di altre “estrazioni” così come mi ha davvero colpito la capacità di essere sempre presente (una vera roccia nel Mix) con un suono costruito in modo molto semplice (ampli + pochi effetti di ambiente).

Segno che davvero il suono è nelle mani, nella testa e nel cuore di ogni chitarrista, soprattuto di Mr. Paul Gilbert .

Castalia78

TRACKLIST
1. Silence Followed by a Deafening Roar
2. Eudaimonia Overture
3. The Rhino
4. Norwegian Cowbell
5. I Cannot Tell a Lie
6. Bronx 1971
7. Suite Modale
8. The Gargoyle
9. I Still Have That Other Girl
10. Bultaco Saturno
11. Paul Vs. Godzilla 

LINEUP
Jeff Bowders drums
Mike Szuter on bass
Emi Gilbert  B3 & piano su “Suite Modale”

VIDEOS
http://www.youtube.com/v/GmJscVYM7kk&hl=it&fs=1
http://www.youtube.com/v/Gv-kaVEMiZw&hl=it&fs=1
http://www.youtube.com/v/GmJscVYM7kk&hl=it&fs=1