un disco intenso, non facile, ma indubbiamente uno dei migliori lavori di AH. In questo disco spicca per bravura un bassista di nome Skuli Sverrisson, un fenomeno.
Ottimo i brani “Low Levels, High Stakes” e “Tullio”

ANNO DI PUBBLICAZIONE:1994