Disco ottimo, la naturale evoluzione dell’iniziale IOU, dopo la parentesi non brillante di Road Games. Superbo il lavoro di AH alle chitarre elettriche, di Gary Willis al basso e dei due batteristi Husband/Wakermann. Alcuni brani, come ad.es. l’iniziale Metal Fatigue, aono assolutamente micidiali per complessit?ritmica e difficolt?di esecuzione. Le due autentiche perle del disco sono la delicata “home”, in cui AH si supera alla chitarra acustica e “the un-merry-go-round”.

ANNO DI PUBBLICAZIONE:1985