Allan Holdsworth – Metal Fatigue (1985)

Disco ottimo, la naturale evoluzione dell’iniziale IOU, dopo la parentesi non brillante di Road Games. Superbo il lavoro di AH alle chitarre elettriche, di Gary Willis al basso e dei due batteristi Husband/Wakermann. Alcuni brani, come ad.es. l’iniziale Metal Fatigue, aono assolutamente micidiali per complessit?ritmica e difficolt?di esecuzione. Le due autentiche perle del disco sono la delicata “home”, in cui AH si supera alla chitarra acustica e “the un-merry-go-round”.

ANNO DI PUBBLICAZIONE:1985

Lascia un commento