Andy Summers ?indubbiamente un virtuoso sui generis. Nato musicalmente negli anni 60, esplode con i Police tra la fine degli anni 70 e inizio anni 80. Si distingue da subito per un uso molto “armonico” dello strumento. La musica dei Police, trio senza tastiere, ?sorretta perfettamente dalla chitarra di Summers: ogni brano dei Police si regge su pochi elementi, spientemente dosati da Summers, con i quali si riesce ad eseguire il brano anche live senza quasi nessuna perdita. Straordinario l’utilizzo di chorus, echo, delay e riverberi, straordinario il mix tra ritmicit?e armonia. La carriera di Summers ?poi evoluta verso la fusion e pi?recentemente verso il jazz, spesso con risultati notevoli