Andy Timmons

Andy Timmons è quello che si potrebbe definire un “virtuoso completo”.

Ho sentito uscire dalle sue dita molti stili e generi in cui rimane sempre a livelli incredibili. A tratti ricorda Satriani e Lukather, ma suona ad altissimi livelli anche sul registro neoclassico e come “shredder”. Forse il chitarrista che ogni chitarrista vorrebbe essere, adatto ad ogni situazione, pur mantenendo un buon livello di originalit?nel tocco e nel suono.

Andy Timmons ha suonato dalla seconda metà degli anni 90 ad oggi con i Kiss, Paul Stanley, Olivia Newton- John, i Beach Boys e molti altri, tra i quali il grande batterista Simon Phillips, con il quale ha lavorato sul disco “Another Lifetime” del 1997

Dei molti brani che ho sentito mi hanno particolarmente colpito “Spoken and the Uspoken” e “Farmer Sez” , “Super 70” ed il lavoro fatto con Simon Phillips.

Dell’ultimo disco pubblicato “Resolution 2006” segnaliano il brano Gone, dedicato alla tragedia dell’11/09 e veramente toccante ed emozionante


TIMMONS TONE
(inseriti da Donatello Bittondo- 06/04/2007)

ibanez andy timmons AT300
 – Mesa Boogie Lonestar
– Mesa Boogie Stiletto
 tc electronic G force
 bb preamp >> stomp pedalboards >> gcx ground control >> casse mesa 4×12 vintage 30 1 >> cassa mesa 2×12 vintage recto
 esistono due version in commercio della ibanez AT Model, AT300 e la versione più economica AT200

 

 

 

 

51 thoughts to “Andy Timmons”

  1. Anonimo ha detto:

    Me ne sono accorto solo ora… vorrei far notare alla Redazione che la maggiorparte della discografia di Timmons è con i Danger Danger, che non sono menzionati nella descrizione!!! E sono convinto che bisognerebbe menzionarli, perchè se Andy suona così è perchè è un chitarrista degli anni 80, ed il suo “tiro” deriva dal fatto che ha suonato Hard Rock!!! Secondo me è stata un’esperienza di vitale importanza per Timmons!!!! ed è riuscito a mantenere quel tiro nonostante suoni diversi “generi”, e in pochissimi ci riescono!!!

  2. Anonimo ha detto:

    Andy qua e slash secondo. Quanta ignoranza !!!è un grande , un genio, un chitarrista vero!

  3. Anonimo ha detto:

    grandissimo chitarrista, velocissimo e capace come tanti altri di suonare tutto meno che se stessi.Ma quel che più mi dà fastidio è quando si cimentano a fare il verso a la stevie ray vaughan, magari anche più veloce, molto più veloce, ma che c’entra con la musice vera e propria?

  4. Anonimo ha detto:

    Credi di commentare un chitarrista che si commenta da solo:basta ascoltare il suo bel tocco, la splendida scelta di note che ha in ogni suo fraseggio, il suo suono curato, un chitarrista pulito e preciso! Ha una tecnica altissima ma non fine a se stessa! Vero professionista.

  5. Anonimo ha detto:

    ciao sono paolo…penso che andy sia un chitarrista di bellezza introspettiva tra il mistico e il seducente…..avessi avuto le sue dita………………

  6. Anonimo ha detto:

    Sentito oggi dal vivo alla Fiera di Milano, davvero bravo. Pochi caxxi, da pelle d’oca. Davvero bravo.

  7. Anonimo ha detto:

    Tantissimi guitarists più o meno suonano hard rock,country,jazz,ballads melodiche allo stesso tempo..ma quanti di questi “tantissimi” riescono ad infondere bellissime emozioni e melodicità in ogni singolo genere!??!chi ci reisce solo nel country,solo nel blues etc. etc…Bene,credo che Andy sia uno dei pochissimi a regalare le stesse splendide emozioni sia quando suona veloce,lento,e quando suona country,hard-rock etc…non sbaglia mai amio avviso,ogni nota che suona non è mai uscita “per caso” come fanno molti.Cosa fondamentale,non annoia MAI,in questo ha veramente dell’incredibile perchè si contano sulle dita di una mano i chitarristi,seppur spettacolari,che non annoiano mai..andy con me non ci riesce mai!! 🙂 secondo voi è strano che ad Andy io non riesca praticamente a trovare nemmeno un difetto?!?!cioè boh,più lo ascolto per l’ennesima volta più mi rendo conto di quanto sia assurdamente completo quest’uomo!!!Anche quando suona velocissimo,è come se una sua scala veloce fosse come le strabilianti 2-3 note perfette di Gilmour…la sua tecnica acquisisce,rispetto a tutti gli altri virtuosi,un valore espressivo da paura(forse perchè è uno dei pochissimi che usa la tecnica SOLTANTO a scopo funzionale!!!!),certo è che chi riesce a non annoiare nemmeno con lo sfoggio di una tecnica sbalorditiva,anzi,a darle addirittura un senso espressivo nel pezzo,è da considerare un qualcosa fuori da ogni comune ragione!!!!!Non gli manca NULLA!!!!!!!voglio esser chiaro,credo che non è esistito,non esiste e non esisterà mai il “miglior chitarrista”,ma Cristo..a questo punto con lui devo seriamente rivedere st’affermazione….!!! 🙂

  8. Anonimo ha detto:

    Andy è davvero un grande, uno dei chitarristi più completi e versatili del momento. Tecnica, velocità, ma soprattutto espressività e cuore. La grande differenza tra lui e gli altri e che lui sa stupire anche nelle cose semplici, o addirittura nella singola nota.

  9. Anonimo ha detto:

    ho avuto l’onore di sentirlo suonare pochi giorni fa a marina di modica(RG),,,ke dire? fantastico tocco perfetto in tutto….grandissim…

  10. Anonimo ha detto:

    Signori…in questo preciso momento sto ascoltando il bellissimo album “That Was Then, This Is Now” e più lo ascolto più mi rendo conto di quanto Andy Timmons sia eccelso…le canzoni che più mi piacciono e consiglio sono naturalmente Cry For You e A Night To Remember, ma anche Electric Gipsy, é bellissima, e trovo molto bella anche I Remember Stevie e come rivisita quella parte di Scuttle Buttin’…non a caso vengono entrambi dal Texas “every guitar player from texas could burn”…è il loro caso. E’ veramente un grande..tutto l’ album è comunque meraviglioso…e per quanto riguarda il 90° dell’ Ibanez…penso che in quell’assolo suonato su powerhead abbia letteralmente umiliato vai, che personalmente considero un grande…ma forse era sottotono sul serio perchè anche nella canzone finale non ha brillato…comunque non andrebbero fatti confronti e bisogna prendere solo il meglio che ogni musicista ha da offrire…come il suono e la musica di Andy..che a me trasmette grandi emozioni…Keep On Rockin’!!!

  11. Anonimo ha detto:

    ragazzi secondo me nell’anniversario dell’ibanez ha fatto la figura migliore affermando la sua supremazia soprattutto nel confronto con steve vai e paul gilbert durante le improvvisazioni….paul gilbert era come al solito troppo legato ai licks mentre il mitico steve era un po sottotono rispetto al solito…

  12. Anonimo ha detto:

    Grande chitarrista..tocco,improvvisazione,fraseggio,e uno stile compositivo che spazia dal rock -blues,all’ hard rock-heavy..

  13. Anonimo ha detto:

    Cry for you è semplicemente straordinaria.Andy è un grandissimo chitarrista dotato di un tocco magico ed è un chitarrista che si può definire completo.

  14. Anonimo ha detto:

    hey andy è il piu grande in assoluto per me.La differenaza che c’è tra lui e gli altri riguarda principalmente l’improvvisazione.Un vero chitarrista lo si ascolta quando improvvisa.Ascoltate l’anniversario dell’ibanez.

  15. Anonimo ha detto:

    ha una versatilita’ mostruosa..a mio giudizio…un grande chitarrista !!!tocco,tecnica,velocita’,ed espressione…ma che volete di piu!!!

  16. Anonimo ha detto:

    ragazzi….oltre che un musicista con la “m” maiuscola, è anche una persona squisita!!!non se la tira per nulla…ho avuto la fortuna di farmi autografare la mia strato…sono veramente contento….questo si che è un chitarrista che suona col cuore…usa il virtuosismo al momento giusto..fa bending che levano il respiro..ha uno stile frizzante..è creativo…e chi più ne ha più ne metta…GRANDE ANDY!!!!!

Lascia un commento