Bireli Lagrene è da più di 20 anni uno dei più grandi virtuosi del nostro strumento.
Di origini gitane, nato in Alsazia (Francia) si impose all’attenzione della scena musicale internazionale a soli 13 anni, età in cui suonava già come Django Reinhardt, altro gitano e sicuramente “padre spirituale” di tutti i chitarristi manouche.

Emerso nei primi anni 80, nel 86 stringe un sodalizio artistico musicale con il grande e compianto Jaco Pastorius, con il quale forma un trio dalle robuste venature jazz-rock e fusion.

Dall’esperienza del trio in poi Bireli Lagrene si è orientato maggiormente verso il jazz (su tutti il disco Standards del 1992) e, talvolta verso momenti acustici molto intensi (uno su tutti il duetto con Sylvian Luc del 2000, assolutamente da ascoltare e quello con il “nostro” Giuseppe Continenza).

Le ultime fatiche discografiche lo vedono impegnato nello stile definito manouche e reso celebre da Django Reinhardt e da tantissimi chitarristi autentici “mostri” in questo genere.

Per una panoramica sul genere e sui chitarristi che vi si sono dedicati consigliamo l’ottimo sito http://www.gypsyjazzguitar.com.