carlos santana

il grande chitarrista esordito sul palco di woodstock,di origine messicana,fonde i ritmi latini al blues e al rock,un tocco molto personale ne fanno un chitarrista unico,ps non prendete in considerazione gli album recenti,io consiglio caravanserai del ’73

Carlos Santana setup attuale:

Amplificatori(Mesa Boogie Mark1-Alexander Dumble Overdrive[ultimi lavori]Fender Cyber Twin).

Effettistica:Big Muff,TS-9 Power Screamer(utilizza l’integrato presente nei primi 808)-Jim Dunlop Cry Baby 535Q multi wah(prima usava un mutron)T-Rex Replica delay(prima usava un ibanez modulation delay pdm1)-Selettore Dunlop 4 uscite 1 imput.

Chitarre:PRS Santana 1 orange con pickup santana 1 con cover al manico e dragons 2 modificato secondo sue specifiche al ponte,chitarra di backup Santana 2(varie finiture) con pickup santana 3 manico e ponte.

Alcuni settaggi:
Mesa boogie: Volume 1e2 8 Master7 Treble7 Bass3,5 Middle9 sul retro Presenc 6,5 Reverb3
TS-9: level 4,5 drive 5 ntone 4
T-rex: Level 8 Echo 2 Repeat 1,5 Tempo 1
Wah: Volume control +16dB Variable Q Low Wah range 6(tutto giù)
il segnale dalla chitarra entra nel TS-9,Big Muff,Cry Baby 535Q,T-Rex,selettore dunlop che smista su: Uscita1-Mark1, Uscita2-Dumble, Uscita3-Fender, Uscita4-Accordatoe.
Per ottenere le sue note lunghissime Santana sfrutta il posto sul palco dove la chitarra entra in feedback
….inserito da Manuel Polverino

SANTANA’s TONE (inseriti da Attilio Frau – 04/14/2007)

The Red Guitar: PRS Carlos Santana Model (Santana1) (PRS : Paul Red Smith – guitars) The blue guitar: PRS Santana 2 Model PRS Santana SE Model Acoustic guitar: ALVEREZ A-YAIRI CY 127 CE
 BOOGIE CABINET with MARK 1 amlifier original 1973 MESA BOOGIE Nomad 100 BROWN cabinet MARSHALL 4×2 slant cabinet 2 Celestion Vintage 30’s (12″ speaker) 2 Celestion Greenback (12″ speaker) FENDER CYBER TWYN (for studio) 2 Speakers Celestion 12″ DUMBLE Overdrive Reverb OD 100 WR (original Alexander Dumble 1970) Overdrive Special by DUMBLE OD – 100 W
 Pedal Board: MU-TRON Wah-Wah (1970) Foot Pedals: Jim Dunlop Amp Switcher IBANEZ Tube Screamer TS9 IBANEZ modulation Delay
  
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

95 thoughts to “carlos santana”

  1. Anonimo ha detto:

    la “chitarra” di santana si riconosce fra mille! fra i migliori in assoluto!

  2. Anonimo ha detto:

    caravanserai: stupenda chitarra di santana, stupenda batteria di shrieve…disco favoloso!!!

  3. Anonimo ha detto:

    Edo… leggiti tutti i miei interventi tra me e Fausto da Hendrix… riportarli nuovamente qui equivale a riscrivere di nuovo un libro… il concetto non è uno solo, ma ci sono tante sfaccettature… se vuoi, hai la possibilità di leggerlo… ma non sei obbligato 😉

  4. Anonimo ha detto:

    Carlos Santana è in realtà uno strumentista assolutamente schizofrenico, due artisti in uno. Da una parte il Santana hendrixiano, quello di Lotus, con l’echoplex al massimo, psichedelico come Randy California e Latino come Gabor Szabo; dall’altra l’emulo di Santo & Johnny, esecutore di lagne incredibili tipo “I Love You Much Too Much” (l’ennesima fotocopia di Samba Pa Ti, dopo Europa e Flor D’Luna), che inspiegabilmente hanno avuto grande successo. Ad unire le due anime di Santana è un sustain leggendario, un vero e proprio marchio di fabbrica; una bella tecnica, tutta pennata nelle accelerazioni ed elegantemente legata nei passaggi più languidi; uno stile personalissimo, unico nell’unire sapori latinissimi e fiammate hard; un feeling divenuto proverbiale, anche quando il nostro diventa melenso e prevedibile. L’amore per la musica degli anni ’50 non gli ha impedito di suonare un hard blues “etnico” (cinque i percussionisti del tour giapponese del 1972) molto all’avanguardia per l’epoca, con l’aiuto di una band notevolissima (Gregg Rolie e Neal Schon fonderanno i Journey, il batterista Mike Shrieve fu portato in trionfo dopo la famosa esibizione di Woodstock). Da “Santana”a “Moonflower”, più o meno, e tutto un piacere, anche perché i belli assoli del buon Carlos occupano di norma i tre quarti degli album.

  5. Anonimo ha detto:

    Certo edo che bisogna ascoltare tutto, ma oltre a quello bisogna anche saper riconoscere il “buono” 😉

  6. Anonimo ha detto:

    Certoooo che capisco Edo… questo concetto non fa una piega se solo tu non chiamassi pseudo-chitarristi Malmsteen e Petrucci 😉

  7. Anonimo ha detto:

    mary la voce buona ovviamente nn fa al caso tuo.bisogna ascoltare ttt nn sl le cose ke tu credi siano buone,perkè nn hai sempre ragione

  8. Anonimo ha detto:

    Melaz era “seconda OPZIONE” ovvero “le ultime canzoni insieme alla gente che finisce su mtv”.Lascia pure parlare chi ha voce,l’importante è ascoltare chi ha voce buona,un saluto!

  9. Anonimo ha detto:

    melaz semplicemente lo dico perkè(cmq è un concetto ke ho gia espresso)nn si puo criticare un artista cm santana ke ha saputo partire da ritmi latini per sfociare nel blues-jazz fusion-e rock,un artista ke ha rappresentato la chitarra elettrica insieme ad altri miti cm clapton,hendrix,b.b.king ecc per anni e anni,e invece invocare cm santi petrucci e malmsteen e altri pseudo-chitarristi.è un po cm sparare sulla crocerossa…..capisci melaz….o è un concetto ke devo rispiegare ancora….

  10. Anonimo ha detto:

    cmq mary nn servono questi commenti;l’abbiamo gia capito da un pezzo ke nn capisci niente di musica

  11. Anonimo ha detto:

    Hey Mary… addirittura… ma hai mai sentito tutta la sua prima parte discografica? O ti riferisci solo alle ultime canzoni con la gente che finisce su MTV?

  12. Anonimo ha detto:

    attilio scsmi tnt ma quando mai io ho disprezzato x esempio santana o gilmour o page o blackmore o hendrix???…nn mi sembra…io amo qst artisti sn uno + bravo dell’altro e sn ttt magnifici…io nn sn nato cn i guns…i guns mi sn sempre piaciuti ma conoscevo solo knockin welcome to the jungle nightrain e don’t cry…ricordo…io sn sempre kresciuto nella grande musica da piccolo km i deep purple , jimi e altri…poi l’anno 2006 a ottobre ho cominciato a suonare la chitarra uno strumento ke mi è sempre piaciuto…in seguito ricordo ke verso aprile maggio dell’anno successivo vidi un video cd dei guns e rimasi impressionato da quel chitarrista kn il cilindro in testa cn tnt bracciali imbracciato alla sua les paul colore cherry…quegli assoli mi perforarono il cervello ne rimasi estasiato anke se io già conoscevo i deep purple gli iron e altri molto bene e ti giuro nessuno mi colpì così tnt…è stato grazie a slash ke oggi metto tnt passione x la chitarra…e solo grazie a lui ke mi sn appassionato tntissimo a qst strumento senza eguali…da quel momento ascoltai bene i cd dei guns e le canzoni mi piacciono ormai in ogni singolo album…appetite for destruction è un capolavoro assoluto…strepitosi i riffs di sweet child , welcome , nightrain , mr.brownstone ecc…stupendi gli assoli di nightrain , paradise city , rocket queen…un lavoro ke gli invidiano ttt e nn dite di no xfavore…poi su knockin scs io sapevo già ke bob l’avesse creata ma nn me le paragonare…dai attilio ragiona…quella ke ha composto slash è ttt un’altra canzone nn è un arrangiamento così è un capolavoro è una pietra miliare del rock…ti ricordo ke anke bob dylan creò “ALL ALONG THE WATCH TOWER” ke fu ricoverizzata da JIMI HENDRIX…e cosa vuoi dire ke è la stessa canzone???….quella di jimi è molto + bella dove troviamo degli assoli magnifici…nn sto polemizzando dylan ke è un grande xò nn sparare così cose senza senso…slash è ed è stato un grande chitarrista e basta…criticatelo quanto volete xk è giusto ke ogni chitarrista abbia anke la sua buona parte di critiche xk se fossimo ttt sullo stesso piano ci annoieremmo xò nn toglietegli quello ke è la sua meritatissima fama…quindi ragazzi SLASH THE BEST!(x me) sia chiaro…

  13. Anonimo ha detto:

    Attilio Santo subito!!…ma stai calmino però, e lasciagli godere i loro heros in santa pace! Hai ragione ad incazzarti, ma non lo fare con i giovani che non sanno nulla, incazzati con la società che non gli trasmette nient’altro che quella roba!!…d’altronde anche gli “hippye” (si scrive così?) erano contro la società, mica erano contro loro stessi!…o no?

  14. Anonimo ha detto:

    attilio calma……nn tt i ragazzini sn cosi,ci sn anke quelli ke apprezzeno i padri del rock(il sottoscritto ad esempio).in quanto a chuck e b.b. semplicemente li adoro

  15. Anonimo ha detto:

    Sai quanti anni ho Attilio? Vuoi saperlo? Te lo dico: 58. Pensi forse che io non sappia nulla di musica? Pensi che io sia un ignorante delle 6 corde che non conosco geni della musica quali B. B King, Hendrix, Chuck Berry, Bob Dylan che ammiro profondamente? Suono da quando è stata inventata la chitarra elettrica, all’ incirca suono da 48 anni, ascolto svariati generi, svariati chitarristi, appena posso vado ad un concerto, sto sempre buttato ad ascoltare la musica e cosa mi devo sentir dire che sarei un ragazzino ( magari lo fossi!) che non conosco tutto quello che hai elencato? Hai fatto una gran bella figuraccia a parer mio dandomi del ragazzino nato dai guns ( Slash è bravino, nulla più, i suoi bending dicono tutto….) non conoscendomi affatto. Ti rendi conto di averla sparata grossa? Io poi buttando a terra Santana perchè di conseguenza avrei dovuto buttare giù quelli che hai elencato dopo? Tornando a Santana per me un grande chitarrista deve essere capace di uscire dai propri schemi, saper cambiare, proprio Santana invece di andare avanti si è fermato, si è perso. Per me il contributo che lascerà allo sviluppo della chitarra sarà inferiore allo sviluppo che hanno portato chitarristi come Hendrix, Vai, Van Hallen, Blackmore, B. B King, Burns e perchè no anche Malmsteen. Comunque ho sbagliato, non è Santana che dovrebbe essere tolto da guitarlist, sei tu che ti dovresti togliere, scusa se te lo dico, mi hai deluso, avevo valutato positivamente dei tuoi commenti su altri chitarristi ma dopo questa mi devo ricredere. Arrivederci.

Lascia un commento