David Gilmour

Colonna portante dei Pink Floyd, è un chitarrista dotato di un suono ed un tocco praticamente unici. Riconoscibile dopo poche note di ascolto, ha uno stile estremamente melodico e complesso, nonostante la scelta di note punti sempre ad una grande semplicità Vero virtuoso dello strumento, non ha mai suonato veloce ma sempre intensamente e col cuore.

Il lavoro di Gilmour come musicista non può essere limitato alla sola chitarra. Grande sperimentatore di suoni, ha saputo innovare profondamente il suono della chitarra elettrica moderna. Ha saputo inoltre utilizzare tutte le possibili capacità espressive dello strumento anche per creare contesti armonici eterei, misteriosi, maestosi, angoscianti…vale a dire l’intero patrimonio sonoro dei Pink Floyd. Un chitarrista come ogni chitarrista dovrebbe essere. Un maestro in ogni senso, moderno ancora oggi . Non smetterò mai di ascoltarlo in “the dark side of the moon”, in “Animals”, in “wish you where here”.

GILMOUR’s TONE  (inserito da Carlo Ponch Mungari – 18/04/2007)

– Fender stratocaster Fender stratocaster vintage ried. ’57 candy apple red Acustica Taylor
– Gibson Les Paul Gold Top (con cui ha inciso il solo di Another Brick in the WAll Part II)

fender bassman riedizioni del ’59 e dei hiwatt combo fender the twin per i pezzi elettrici fender pa-system per i pezzi acustici Nei maestosi concerti dei Pink Floyd, invece, l’amplificazione è assai più potente e complessa preamp innanzitutto è un Alembic F2-B guitar bassa preamp, è un preamp per basso, anzi, era proprio di Roger Waters, David una volta lo provò, e gli piacque molto. È un preamp molto semplicie che ha un circuito molto simile a quello fender Una volta uscito dal preamp, il segnale arriva alle testate. Sono vecchie testate hiwatt da 100 watt che David usa da sempre. Le possiamo ammirare nel DVD Live at Pompei, e sono le stesse che usa durante i concerti di Puls le casse WEM con coni Fane. Marshall con coni Celestion. In piu ci sono delle casse rotanti, costruite da Phil Taylor e Paul Leader per creare un effetto “leaslie”
 L’effettistica di David è un misto di tecnologia nuova e vecchia. Per quanto riguarda i pedali, questi sono quelli più usati: A) Boss CS-2 Compression/Sustainer. (B) Pro Co. Rat II Distortion. (C) Cornish Big Muff. costruito da Pete Cornish da un big muff originale. (D) Boss GE-7 Graphic Equalizer. usato in combinazione con il Rat distortion pedal. (E) Cornish Soft Sustain. (F) Sovtek Big Muff II. (G) Chandler Tube Driver #2. (H) MXR Dynacomp Compressor. (I) Ibanez CP-9 Compressor. (J) Boss Metalizer. (K) Chandler Tube Driver #1. ora conosciuto come Tube Works Tube Driver. (L) Boss GE-7 Graphic Equalizer. usato per regolare gli alti (M) Boss GE-7 Graphic Equalizer. per regolare i bassi (N) Boss GE-7 Graphic Equalizer. per regolare i medi ———————— L’unità rack invece è così composta: (A)Furman PL-8 Power Conditioner And Light Controller. controlla la luce che illumina il sistema rack (B) TC. Electronics TC-2290 Dynamic Digital Delay + Effects Control Processor. è il delay più usato da david C) Uni-Vibe. in origine era un pedale, poi modificato da Phil Taylor in una unità rack (D) Digitech IPS-33B Super Harmony Machine. (E) Lexicon PCM-70 Digital Effects Processor. David usa questa unità per delay particolari come nella canzone shine on. Dispone della funzione multi tap in modo da poter scegliere più accuratamente il tempo di ritardo (F) MXR Delay System II. anche questo in origine era un pedale. Taylor ha aggiunto un display per visualizzare il tempo di ritardo del delay. (G) Phil Taylor Custom Rack. unità rack composta da diversi pedali che sono: Boss CE-2 Chorus (ce ne sono due) Electric Mistress Tremulator (H) Dynachord CL5222 Leslie Simulator. (I) Samson UHF Dual Receiver. (J) Peterson Strobe Tuner. La pedaliera è stata ideata da Bob Bradshaw ed è in grado di selezionare sia gli effetti singolarmente, sia diverse combinazioni preselezionate; in questo modo David è libero di scegliere in ogni momento il suono desiderato. e un pedale del volume della Ernie Ball e un Digitech whammy pedal
 EMG della serie SA due equalizzatori attivi sempre EMG il primo è l’EXG che regola i medi, l’altro è l’SPC
 La EMG ha pensato bene di proporre un pacchetto in onore proprio di Gilmour: si chiama DG20 è stato sempre molto fedele alle stratocaster; addirittura ne possiede una delle più ambite dai collezionisti: quella con il numero di serie 0001. Non è stata la prima chitarra prodotta nel mitico stabilimento californiano, ma è comunque molto preziosa in quanto è stata donata da Leo Fender ad una persona a lui molto cara.

 

 

 

 

 

 

 

250 thoughts to “David Gilmour”

  1. Anonimo ha detto:

    non si puo’ descrivere David e’ troppo avanti rispetto agli altri e di un altro pianeta troppo bravo quando inizio ad ascoltarlo non smetto piu’.Grazie David Gilmour che sei nato sono 30 anni che mi fai venire la pelle d’oca pure in testa.ti amero’ per sempre.ciao da Giuseppe

  2. Anonimo ha detto:

    mi scuso con gli hendrixiani era uno scherzo hendrix e stato un mito come chitarrista uno fra i migliori

  3. Anonimo ha detto:

    Per Gabriele: come Cugini di Campagna intendo solo il genere di musica, e non come livello di preparazione musicale. A tutti i Gilmouriani: Il DVD Live in Gdansk è bellisimo. Gilmour ti trasporta sempre nei suoi assoli. Mi dispiace che Wright sia venuto a mancare, musicista di grande livello.

  4. Anonimo ha detto:

    Semplicemente unico sentirlo dal vivo con la sua fender è un emozione unica da 40 anni trasmette sempre qualcosa di indescrivibile. Continua così David e grazie.

  5. Anonimo ha detto:

    Non sarà un mostro tecnicamente ma le sue melodie ti fan viaggiare, il suono cosi cremoso e caldo della sua chitarra… assoli semplici ma stupendi come comfortably numb, final cut o fletcher memorial home. E’ uno dei chitarristi da cui ho preso piu ispirazione insieme a Page e Hendrix

  6. Anonimo ha detto:

    Volevo farvi notare che la Fender è l’unica chitarra modificabile in tutto e per tutto,dove i chitarristi professionali, o meno ne apportano vari settaggi. Gilmour è uno di questi rendendola con il suo tocco inconfondibile, inimitabile, la chitarra più desiderata.Vorrei tanto sapere il maestro che cosa sta preparando per farci continuare a sognare perchè la sua musicalità è unicamente stupenda grazie di esistere David ciao a tutti da elcip

  7. Anonimo ha detto:

    I PINK FLOYD PARTE NICK MASON SONO STATI GENIALI BARRETT PER AVER INVENTATOO IL GENERE PSICHEDELICO WATERS UNO DEI MIGLIORI COMPOSITORI GILMOUR UNO DEI MIGLIORI CHITARRISTI E WRIGHT TRA I GRANDI TASTIERISTI L’UNICO E MASON E UN BUON BATTERISTA MA NON E STATO AL LIVELLO DI UN BONHAM E DI UN PAICE

  8. Anonimo ha detto:

    ovviamente è un commentatore con il mio stesso nome che la vede diversamente da me io adoro i pink floyd specialmente nel periodo con Syd Barrett! è uno dei miei idoli musicali assoluti assieme a tanti altri, tengo pero’ a precisare che apprezzo moltissimo anche Gilmour, anzi lo adoro la sua musica mi manda completamente fuori di testa specialmente shine on you crazy diamond! saluti a tutti

  9. Anonimo ha detto:

    Lui lo vedo adatto solo nella realtà “pink floyd” (non è una critica), ha saputo come pochi imbastire una situazione così particolare, nella quale con quella semplice fender e quelle 4 note ha incantato il mondo, di gente così non se ne vede più da un bel po’. I PF con barret non li capisco, e cmq è un’altra musica.

  10. Anonimo ha detto:

    comunque gli unici due che hanno veramente fatto brillare la chitarra e jimi hendrix e david gilmour il primo per l’innovazione dello strumento e david per la ricercatezza sonora e l’espressivita’e melodia tanti che mettono secondo dopo hendrix e jimmy page e un chitarrista bravo ma freddo negli assoli e poi non sono puliti come quelli di david per non parlare del tocco david e migliore secondo me di page di molto

  11. Anonimo ha detto:

    john, se mi dici che i pooh non ti piacciono allora posso essere d’accordo con te, in quanto i gusti non si discutono (a me i pooh piacciono molto).. solo per favore, che si evitino certi paragoni con i cugini di campagna, xkè sono fuori luogo.. tu stesso hai detto che sono degli ottimi musicisti.. un saluto!

  12. Anonimo ha detto:

    io amo tantissimo la musica di questo genio e poi adoro i pink floyd alla follia ho tutto di loro discografia tutta dei pink di wright di waters e di barrett in piu 10dvd concerti piu 4 libri ultimo di nick mason the inside out per me rimarranno per sempre il piu grande gruppo di tutti i tempi un mito senza tempo grazie david e company vi voglio bene siete grandi

  13. Anonimo ha detto:

    beh che sia un grande musicista non ci sono dubbi i suoi pezzi con i pink floyd parlino chiaro anche se ho un debole piu’ profondo per Syd Barrett

  14. Anonimo ha detto:

    Infatti ascoltalo te Parsifal perché per me i Pooh sono e saranno sempre i Cugini Di Campagna! Battaglia è un ottimo musicista e chitarrista (bella tecnica anche devo dire) come tutti gli altri i Pooh ma la loro musica non mi piace. Sono 50 anni che fanno le stesse canzoni sia in TV che dal vivo, Pooh da una parte e Fogli dall’altra. Piccola Ketty, Uomini Soli e basta….che pizza 🙂

  15. Anonimo ha detto:

    che ci vuoi fare povero david per tanti non sei giudicatoil migliore ma forse ce la puoi fare prima che tu vada in pensione dovresti migliorare nella velocita sai nel ramo della musica psichidelica e richiesta poi dovresti migliorare la tecnica… poi migliorare il tocco… tecnica in generale… e poi un altra cosa che ti manca espressivita…miracomando david ce la puoi fare vedrai che tutti ti giudicheranno che sei migliore se pensi nel ultima classifica della rivista rolling stone tra i 100 migliori chitarristi sei arrivato 82 ma su david cosa mi combini…forse dovrai andartene in pensione…

  16. Anonimo ha detto:

    ah ultima se non lo sapete oltre a pete townschend anche un certo jeff beck lo ha definito il miglior chitarrista di tutti i tempi allora bisogna ancora a pensarci chi e il migliore?

  17. Anonimo ha detto:

    al posto di ascoltare la solita piccola katty, xkè non vai a riprenderti parsifal, la gabbia, l’altra donna, rotolando respirando e moltissime altre composizioni fatte dai pooh? poi mi sai dire se sono come i cugini di campagna…

  18. Anonimo ha detto:

    Per Gabriele: scrivilo chiaro e tondo che era riferito a me l’ignorante! Devo catalogarti gli italiani bravi sia in Italia che all’estero? Vogliamo parlare di Braido, Solieri, Fersini, Battaglia (solo come musicista), Varini o un certo Marco Sfogli (James LaBrie)? Vogliamo parlare di Franco Mussida che all’estero ha dimostrato di cosa è capace il musicista italiano progressive? I Pooh cosa hanno dimostrato all’estero? Piccola Ketty? A scusa dimenticavo, è vero, la cover degli Animals in italiano. E’ vero scusa caro….

Lascia un commento