Janick Gers

Terzo chitarrista degli iron Maiden, Janick Gers è di gran lunga il meno carismatico.

Plettratore piuttosto sporco, seppur velocissimo, possiede una sorprendente capacità scenica, che mette in luce nei concerti della Band inglese, riempiendo una, ahimé, significativa mancanza degli altri due chitarristi, i geniali Adrian Smith e Dave Murray. Tutto sommato un buon chitarrista, se non paragonato ai due mostri che suonano con lui.

inserito da Paolo Caponetto

48 thoughts to “Janick Gers”

  1. Anonimo ha detto:

    Scusate ma viene da sbadigliare…ogni volta sempre la stessa solfa: “Gers è inutile”,”Gers non c’entra”….

  2. Anonimo ha detto:

    Jers è un chitarrista inutile per i maiden! Smith è insostituibile e poi l’inventiva che ha Adrian è unica! Jers va bene si ma………se lo togli non senti differenza. Invece quando Adrian è andato via insieme a Dickinson, la vena compositiva dei Maiden ne ha risentito parecchio, tanto da essere richiamati negli ultimi anni.

  3. Anonimo ha detto:

    sinceramente e non me ne vogliano alcuni, non riesco a capire cosa ci faccia un chitarrista simile negli Iron Maiden:bastano dave murray e Adrian Smith:questi sono gli Iron Maiden.

  4. Anonimo ha detto:

    E’ vero non è preciso e pulito negli assoli, ed è questo che lo rende particolare e speciale. Quella “confusione” negli assoli sembra in realtà studiata, rende quella chitarra con una “voce libera” senza le catene della precisione e della uniformità. Ascoltatelo meglio, captate un po di piu’ le sue note “confuse” e secondo me capirete quello che vuole fare. Concordo sulla sua coreografia nei live, l’ho visto proprio il 20 giugno a roma allo stadio olimpico, sono dei miti gli iron!

  5. Anonimo ha detto:

    è un dio qst uomo…però è più bravo dave…ma janick è molto molto molto molto molto molto più bravo di adrina sotto tutti i punti di vista…

  6. Anonimo ha detto:

    dico solo una cosa suona negli iron maiden non in una band qualsiasi ed arrivare a dire che è scarso è la più grande puttanata che abbia mai sentito.e poi errori non è ho mai sentiti al rock in rio è perfetto gli assoli di the clansman e the sign of the cross sono stupendi e dinamici al contrario di smith che fa assoli che anche un bambino di 5 anni impara,tecnicamente il miglior dei maiden non credo ci sia da discutere molto mi sembra evidente.

  7. Anonimo ha detto:

    Janick mi trascina troppo con suo tocco di chitarra. Mi trascina vederlo sul palco e mi accende per danzare con la musica dei Maiden.

  8. Anonimo ha detto:

    Io sarei d’accordo con gna, infatti Gers è proprio quel pazzo che ci vuole in una band come gli Iron Maiden, nonostante gli errori che fa. Va ricordato, però, che il posto di “matto” nel gruppo è già stato occupato molto tempo prima da Nicko McBrain.

  9. Anonimo ha detto:

    Secondo me, Janick ha molti punti deboli. Il primo, è sicuramente quello di non saper fare perfettamente la plettrata alternata, il che conferisce ai suoi assoli una nota di sporcizia e inesperienza. Nonostante questo, è sicuramente un bravo chitarrista, veloce e abbastanza preciso, anche se secondo me non è lui il più bravo degli Iron Maiden, ma Dave Murray.

  10. Anonimo ha detto:

    Luca mi dispiace dirtelo ma hai sbagliato clamorosamente sul conto di Janick Gers!!vorresti paragonare Gers a Smith??Gers fa degli assoli spettacolari che la maggior parte delle volte sembrano voler sfidare Murray!!prendiamo come esempio Fear of The Dark:possiamo dire ke Gers ha letteralmente POLVERIZZATO Murray negli assoli!! per non parlare di Dance of Death dove e’ riuscito a tenere testa a Smith e Murray!!

  11. Anonimo ha detto:

    Allora. Adesso statemi a sentire perché vi dico UNA VOLTA PER TUTTE come funziona la questione chitarristica degli iron maiden. Al di là del fatto che i loro due ultimi album FANNO PENA, e al di là del fatto che tutti e tre sono TECNICAMENTE IMPARAGONABILI a gente come Steve Vai, Malmsteen, Petrucci e company, c’è da dire che i loro stili sono TUTTI diversi, e messi insieme vincono. Dave Murray è un rocchettaro incallito…un gran “pentatonicista” fluido e dal tocco inconfondibile. Adrian Smith è uno che di ogni assolo STUDIA tutte le note senza lasciare mai niente al caso…è il classico chitarrista compositore che preferisce studiare una frase melodica memorabile piuttosto che smanettare. Janick Gers è il più tecnico dei tre…spesso sbaglia e fa molta scena, ma di sicuro un chitarrista così ci vuole in una band del genere…è il pazzo di turno che molti stupidamente vedono come un pagliaccio…quasi sempre si tratta di gente che resta chiusa in camera a fare la scala maggiore e non è mai salita su un palco…VOI NON SIETE NULLA, ficcatevelo in testa! NON SIETE NIENTE E SE FOSSE PER ME VI TOGLIEREI PERSINO LA LIBERTA’ DI OPINIONE. Come diceva il buon Platone: “il popolo non dovrebbe dire la sua…è stupido!”, e leggendo molti dei vostri commenti mi rendo conto che ha ragione.

  12. Anonimo ha detto:

    non capite niente,è addirittura più veloce di yngwie petrucci e pagliacci vari.vorrei vedere se sareste in grado di fare i suoi assoli.ve li potete sognare solo di notte!!!!

  13. Anonimo ha detto:

    ma che cazzo??? il più bravo? pennata paurosa?? ma hai sentito quanto è sporco?

  14. Anonimo ha detto:

    Con tutto il bene che gli voglio da grade fan dei Maiden, purtroppo nei live, specialmente nei primi, è al limite dell’indecenza in quanto a suono. Note sporche, accordi fuori tempo, rumori osceni che si sollevano dalla sua Fender quando cerca di fare assoli piuttosto difficili (per lui) saltellando qua e là come una cavalletta. In questo modo tende sempre a farsi scavalcare da Smith, meno tecnico di lui, ma precisissimo anche nei live, nonostante la sua presenza scenica equivalente a quella di una statua di marmo lo faccia notare di meno del suo simpatico collega giullare.

  15. Anonimo ha detto:

    Pulizia? Fantasia? Il migliore degli iron? Janick è solo un pagliaccio, un idiota che con la coppia Adrian & Dave non ha nulla a che fare. Vi prego, guardatevi l’assolo che fa in Sanctuary di Rock in Rio… è… è… ORRIPILANTE! E poi ca**o… difenderlo dicendo che “è difficile suonare saltando di qua e di la in posizioni storte” mi sembra alquanto stupido… se non riesci a suonare in movimento statte fermo e fai le cose per bene…

  16. Anonimo ha detto:

    Sono perfettamente d’accordo con te sulla valutazione tecnica del chitarrista, Luca.

Lascia un commento