Jimi Hendrix

 

Su Jimi Hendrix ogni frase risulta inevitabilmente scontata, perchè da lui è nato tutto. Jimi Hendrix ha inventato la chitarra elettrica rock moderna e tuttora rimane genio insuperato.
Da ascoltare sempre, anche tra qualche secolo. Su tutto a me ha colpito l’inizio del concerto di Monterey del 68. Jimi era infuriato perchè avevano fatto suonare gli Who (del grande Pete Townshend) prima di lui, e avevano fatto faville. Così decise di fare ancora di più..l’uscita sul palco aveva un’energia pazzesca…ed erano solo in tre, anzi, era Jimi da solo..

–  MONOGRAFIA completa e dettagliata

JIMI’s TONE  (inserito da Stefano – 12/05/2007)

 

Fender Stratocaster (negli anni ’67-’68 diverse con manico in palissandro, fra le quali le prime con palettone, raramente qualche modello anni ’50) – dal ’69 diverse con manico in acero e palettone) Gibson Flying V (visibile nel filmato dell’Isola di Wight) Gibson Les Paul Custom nera (raramente) Gibson SG color crema (a tre pick ups – si veda il famoso live a Stoccolma

Marshall SLP 59 100watt (uno, due, tre o quattro a seconda dei casi – in genere un paio) con relativi cabinets 4×12. Alcune versioni anche particolari. Negli ultimi periodi erano inseriti anche Leslie come speakers per altre testate Marshall. Più raramente, nei primi periodi, anche Fender, Sound City e altre marche…
 Dallas Arbiter Fuzz Face, con modifiche fatte da Roger Mayer. Dal ’67 in poi la distorisione di Hendrix è soprattutto l’Axis, un fuzz speciale creato per lui da Mayer. Uni-Vibe Octavia Vox Wha-wha
 Wha-wha Fuzz Modulatori (uni-vibe e octavia)
 Impossibile svelare tutti gli arcani del bluesman di Seattle!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Forse potrebbero interessarti anche:

1.061 thoughts to “Jimi Hendrix”

  1. Il Maestro dei Maestri. Chi non apprezza Jimi non apprezza la chitarra elettrica. La sua musica non ha tempo, è sempre attuale. Come tecnica ora è stato superato, ma come emozioni che si ricevono all’ascolto della musica è insuperabile.

  2. il padre della chitarra elettrica…..e’ nato prima lui eppoi la chitarra….senza jimi gli artisti di adesso non esisterebbero tutti devono ringraziarlo per la sua visione molto aperta di suonare la chitarra…ha concepito suoni che i chitarristi di adesso fanno aiutandosi con i vari pedali etc..!

  3. Bruno, il tuo pensiero su Hendrix è purtroppo quello di molti altri chitarristi. Per me non è giusto. Nel percorso musicale di un chitarrista, rock, blues o fusion che sia, Hendrix deve avere un ruolo fondamentale, altrimenti ci si trova come su una casa senza fondamenta. I barocchismi o gli abbellimenti sono graziosi, ma se non c’è una base solida, prima o poi crolla tutto. Per me questo è Jimi per un chitarrista moderno. Una base solida.

  4. Ho iniziato a suonare la chitarra elettrica(abbandonando per un pò l’acustica)a 19 anni dopo aver ascoltato Purple Haze e Hey Joe.Oggi, a quasi 40 anni, ammiro Jimi Hendrix anche più di allora perchè il suo genio creativo a 360° lo pone alla pari di altri grandi della storia come Galileo, Leonardo da Vinci, Einstein…”Jimi Hendrix, inconsapevolmente, ha tracciato una strada che rimane ancora oggi il punto di incontro di tutti coloro che con la musica vogliono trasmettere qualcosa. Poco importa se la tecnica dei musicisti sia oggi molto più elaborata che in passato, ciò che conta sono le emozioni che riusciamo a trasmettere quando suoniamo. E Jimi ci riesce ancora!!!”

  5. hendrix è un grande, e hai ragione mi ricordo nel monterey pop festival del 68’ quando dopo aver suonato wild thing diede fuoco alla chitarra e la fece a pezzi!!!! magnifico

  6. Hendrix decontestualizzato è solo un chitarrista fusion-rock qualunque. Jimi contestualizzato come precursore è il massimo. Certo è che sarebbe bello ascoltare musica senza necessariamente sapere chi l’ha scritta…i condizionamenti sono sempre dietro l’angolo

  7. Io sono un chitarrista e suono i brani di sua maesta’ JIMI HENDRIX, vorrei dire a Bruno ke forse e’ un po lontano dal capire l’ essenza della musica e soprattutto non puo sicuramente SENTIRE Hendrix, puo’ solo ascoltarlo!!

  8. E’ un peccato che sia morto cosi giovane!Ma per alcuni artisti e stato positivo!In che senso..?!Era una spina nel fianco!Nessuno poteva e può competere con Jimi Hendrix.Questo non lo dico io,ma tutti quelli che hanno suonato con lui e la gente che andava ai suoi concerti.Aveva tutte le doti posibili che può avere un chitarrista;passione sfrenata per la chitarra,tecnica,una conoscenza ampia di acordi e scale dove poi componeva quei giri di blues così veloci e strazianti!Oltre ad essere un chitarrista virtuoso era anche un poeta.Per capirne bene il senso delle sue canzoni devi leggerle!Fattostà che Hendrix dava fastidio come musicista…

Lascia un commento