John Petrucci è un chitarrista giovane, praticamente di una generazione più giovane rispetto ai guitar heroes anni 80 e 90. Virtuoso straordinario, esegue anche le parti più complicate con una precisione assoluta. La sua carriera è legata in modo indissolubile ai Dream Theater, pur avendo comunque al suo attivo un cd solista. Riteniamo uno dei migliori assoli mai eseguiti quello su “Spirit carries on” dal CD “Scenes of a Memory” del 1999…Redazione

John Petrucci nasce principalmente come chitarrista jazz. Al berklee di Boston ha approfondito appunto armonia, tecnica e composizione jazz. Dall’incontro con Portnoy e Myung nasce il suo gruppo, nel quale ha riposto la maggior parte della sua carriera: i Dream Theater. Per quanti possano pensare a petrucci come un chitarrista freddo, plettratore per eccellenza, meccanico ecc si sbagliano. Petrucci nella sua tecnica unisce la velocità al gusto per le melodie più raffinate. Sicuramente ha dato il meglio di se nei dischi Images & Words, Awake e Scenes From A Memory. Qui Petrucci raggiunge il massimo connubio tra tecnica disumana e melodia sopraffina. Il suo stile è uno dei più complessi da capire: va oltre la semplice plettrata ed è un insieme ben amalgamato di teoria musicale e ritmiche davvero complesse. Inoltre la sua composizione è uno degli aspetti più interessanti grazie all’uso frequente di poliritmie e intrecci ritmici complessi e articolati tra i quattro strumenti (batteria-basso-tastiera-chitarra). Il migliore nella sua tecnica (la Plettrata) e nel suo genere…Matt7

Come si fa a rimanere indifferenti davanti all’incontrastata bellezza della musica di Petrucci è decisamente impossibile.Il chitarrista dei Dream Theater non solo è tecnico ed espressivo,è un vero genio di creatività.Ha dato alla musica metal,e non solo,un contributo fondamentale nel creare quel genere che ora è denominato progressive metal.Assoli come quello di  “under a glass moon”,”the spirit carries on”,”erotomania”,”another day”sono difficili(anzi impossibili)da dimenticare una volta sentiti;oltre al fatto di essere molto tecnici niente è messo a caso data la minuziosa cura dei particolari.L’espressione profonda e la sua tecnica raffinata fanno di John Petrucci uno dei più grandi chitarristi di sempre…Mary

PETRUCCI’S TONE
(inseriti da Redazione – 30/03/2007)

– ErnieBall Musicman John Petrucci model 6-string
– ErnieBall Musicman John Petrucci model 7-string, anche con Piezo al ponte
– Ibanez JPM100 P1,2,3,4 fino al 2000
  TESTATE:
Mesa Boogie Mark IIC+, Mark IV, Dual rectifier, Hearbreaker, Nomad
PRE
Mesa Boogie Triaxis, Formula
POWER AMPS:
Mesa Boogie 2:90
CABINETS
– Mesa Boogie Rectifier Traditional 4×12, w/ Celestion Vintage 30 speakers
Mesa Boogie Custom 2×12 Wedge Monitors
  Boss NS-2 Noise Suppressor, Bradshaw Pedal Board, DBX Compressors 7 gates, Dunlop 535 Wah
Dunlop Rack Mount Cry Baby Wah, Ernie Ball Volume Pedals, Eventide GTR 4000, Furman Power Supplies & Conditioners, Korg Digital Delay, Korg Tone Works Tuner, Lexicon MPX-1, Lexicon MPX-1 G2, Lexicon PCM 70, Lexicon PCM 80, Nady Wireless System, Rocktron VCA, Digital Music Corp. mixers and midi interfaces, T.C. Electronic 2290
   Racks designed and built by Mark Snyder including: Custom interfaces, custom wiring & custom multi-pin connections