ollie halsall


Grande chitarrista jazz-rock e jazz-blues conosciuto dai pi?grandi chitarristi del mondo, ma poco conosciuto dal popolo. Sicuramente il maestro di Allan Holdsworth che lo ha inizialmente scopiazzato in lungo e in largo, ammettendo di aver preso “spunto” da lui e poi, col successo, rinnegando tutto…Halsall e Holdsworth hanno suonato insieme nei Tempest di John Hisemann, mitico batterista dei Colosseum negli anni 70.

12 thoughts to “ollie halsall”

  1. Anonimo ha detto:

    Amo molto questo chitarrista che ho scoperto 4 anni fa. Non voglio creare ulteriori motivi di dissertazione sul fatto che sia meglio lui od Holdsworth, che peraltro stimo tantissimo. Certo è che forse lui (Halsall), ha forse anticipato un certo modo di costruire i soli quando Holdsworth nemmmeno se lo sognava. Purtroppo la morte non solo non gli ha reso giustizia, ma lo ha gettato ancor più nell’ oblio. Ma non per noi. Meditino, i fin troppo sopravvalutati Petrucci, Gilbert e stuolo di tarpani dello strumento. Baci a tutti.

  2. Anonimo ha detto:

    strepitoso con i Tempest, grande con i Patto: insomma, gran bel musicista, originale, ricco d’inventiva mai fine a se stessa.

  3. Anonimo ha detto:

    Mitico. Ci manca gia’. Con Patto ha fatto molto. Con Kevin (non ho mai capito che cazzo di rapporto ci fosse tra di loro, quando e’ mancato Kevin ci e’ rimasto veramente distrutto), ha fatto cose meravigliose. Ollie, Dio del mi cantino, ti vogliamo bene.

  4. Anonimo ha detto:

    Grandissimo chitarrista!! un genio.. Non riesco a capire come mai nessuno lo conosce.. ha uno stile unico

  5. Anonimo ha detto:

    Come qualcuno ha già scritto sul sito ufficiale dedicato ad Ollie Halsall: se Ollie non è il miglior chitarrista al mondo è sicuramente il numero due.

  6. Anonimo ha detto:

    grandissimo .suona con sentimento .veloce.da togliersi il cappello.per i giovani chitarrristi e assolutamente da ascolatare.

  7. Anonimo ha detto:

    Allan da lustri ha abbandonato gli stilemi del grande Ollie…il “legato” è la cifra tecnica al servizio di una musica, e quindi di un concept, assolutamente originali. Halsall con i Patto era all’interno di tutt’altro genere

  8. Anonimo ha detto:

    Ispirarsi non vuol dire scopiazzare. Halsall è molto diverso da Allan, il “legato” può risolversi in modi infiniti. Il tremolo da anni non fa + parte del bagaglio di Allan e, prima di scrivere queste stupidaggini, ascolta & studia.

  9. Anonimo ha detto:

    Si mi chiamo anchio come lui per davvero! cmq ollie halsall e’ un grande anche se è poco conosciuto.

Lascia un commento