Paco de Lucia


Spinto dal padre, inizia a suonare la chitarra all’et?di cinque anni. Chitarrista di Flamenco, gli artisti che lo hanno ispirato e influenzato maggiormente furono Ni? Ricardo, Miguel Borrull, Mario Escudero e Sabicas. Tecnica sopraffina quella di Paco che incide il suo primo disco da solista nel 1967: “La fabulosa guitarra de Paco de Lucia”. Famose anche le sue collaborazioni (Larry Coryell e Carlos Santana), soprattutto quella con John McLaughlin e Al Di Meola con cui forma nel 1996 il Guitar Trio.

17 thoughts to “Paco de Lucia”

  1. Anonimo ha detto:

    C’è da impallidire a vederlo e/o sentirlo, sminuisce chiunque, chi studia o ha studiato chit classica sa bene quanto è difficile raggiungere quei livelli ma soprattutto mantenerli!!cmq c’è poco da fare, gli spagnoli ce l’anno dentro quel tipo di sensibilità, solo dita(unghie) e chitarra, molto “viscerale” come concetto…

  2. Anonimo ha detto:

    incredibile come riesca a suonare con quella tecnica e velocità senza plettro: CON DUE DITA + POLLICIONE tecnicamente il più grande di tutti. mostro assoluto.

  3. Anonimo ha detto:

    sapete la data di un concerto di paco de lucia in italia o in europa per il 2008.

  4. Anonimo ha detto:

    Si ale paco è uno dei migliori chitarristi flamenco,armonia,equilibrio dati entrambi dalla varietà…è una musica concettualmente pittoresca.Incredibilmente piacevole.

  5. Anonimo ha detto:

    Cara Mary, non posso che darti ragione: Paco é veramente un grande, ha una tecnica fingerpicking incredibile, utilizza le dita della mano destra in modo favoloso, sfido chiunque ad essere così veloce senza l’utilizzo del plettro. Grazie a lui, inoltre, si é scoperta l’insospettabile modernità di un genere musicale che quasi nessuno era disposto a considerare al di fuori delle feste gitane: il flamenco!!

  6. Anonimo ha detto:

    Come posso non scrivere un commento su un chitarrista che sta al flamenco come una colomba sta alla pace…indescrivibilmente fantastico,passionale,profondo,dotato di qualità tecniche elevate e raffinate.

  7. Anonimo ha detto:

    Eccellente chitarrista flamenco, il mio preferito, sicuramente superiore al compatriota tanto idolatrato Andrès Segovia e a Carlos Montoya, anche se inferiore a quest’ultimo per tecnica. Tocco, gusto e musicalità sontuose, anche se limitate al suo unico genere. Una leggenda nella chitarra spagnola di tutti i tempi.

  8. Anonimo ha detto:

    Non mi garba….non mi piace il tocco…non piace quando va in velocità….però gli riconosco grande gusto….preferisco Malmsteen sulla classica o Vinnie Moore.

  9. Anonimo ha detto:

    Il discorso che sto per fare non vuole essere sterile nè tantomeno riduttivo…ma vorrei solo essere daccordo con tutti sul fatto che la velocità in un chitarrista è altrettanto importante e non poco!

  10. Anonimo ha detto:

    Secondo molti, la chitarra flamenca è più chitarra di tutte, io non saprei… Paco de Lucia è il re del Flamenco, dunque… indice e medio della mano destra ineguaglibili.

  11. Anonimo ha detto:

    Quando mi capita di vedere dei video di Paco rimango sempre stupefatto… Io che sono abituato alla chitarra con il plettro, vedere la sua mano destra mi sconvolge…

  12. Anonimo ha detto:

    Bhè è un grande.L’ho visto per la prima volta a Caserta ed è stato il concerto più bello che ho visto in vita mia!!!E il mio idolo!!!GRANDE PACO

  13. Anonimo ha detto:

    La prima volta che l’ho ascoltato mi sono reso conto che gli extraterrestri esistono davvero.

  14. Anonimo ha detto:

    assolutamente un GENIO!!!!!!!!!!!!!!!!!A 5 anni iniziare chitarra…………………..Stupendo!!!!!!!!!!!Voi tutti……….. quando diventerò chitarrista……….per ora sono solo un 14enne………ciao ciao!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento