Pat Martino


La storia di Pat Martino ?una storia affascinante e terribile nello stesso momento. Grande virtuoso della chitarra jazz, emerso negli anni 60, all’inizio degli anni 80, a causa di un’aneurisma cerebrale, perde completamente la memoria e la capacit?di suonare la chitarra. Dopo molti anni di “recupero”, torna alla grande all’inizio degli anni 90. Una storia esemplare per un chitarrista non molto noto, ma veramente straordinario. Da sentire assolutamente!

Forse potrebbero interessarti anche:

6 thoughts to “Pat Martino”

  1. questo signore nei suoi dischi fa vedere cosa significa usare la tecnica sopraffina al servizio della musica. Pat Martino si mette in tasca tutti gli ossessi della plettrata a mille e sweep fine a se stessi, ridicolizza i velocisti puerili ed esibizionisti incapaci di fare musica, mette al tappeto i vari Michael -Angelo Batio o Rusty Cooley, e risulta comunque più espressivo e vario anche di chitarristi come Paul Gilbert ed altri; Martino immette le sue note in complessi tessuti sonori che i bambini (mentalmente) esibizionisti delle scale rapide e meccaniche a mitraglia si sognano, per la classe, per il senso pazzesco del ritmo e dei tempi giusti del groove e dell’atmosfera dei pezzi, della timbrica…UN GIGANTE DELLA CHITARRA E DELLA MUSICA

  2. Grande chitarrista! Certo se tempo fa ha recuperato il talento perso anni prima a causa di un’aneurisma cerebrale….vedendolo suonare oggi non sembrerebbe cosa gli sia accaduto in passato. Veramente un genio.

Lascia un commento