Vinnie Moore non sarà tra i chitarristi più conosciuti ma indubbiamente uno dei più TERRIFICANTI, tecnicamente parlando di tutti i tempi. Dotato di una musicalità e di un genio musicale come pochi, Vinnie Moore fonde queste due doti con la sua principale, ovvero l’impressionante velocità di esecuzione. Di stile neoclassico, Moore non ha sprecato la sua carriera nel tentativo di diventare una copia dell’inarrivabile Malmsteen ma ha aggiunto uno stile personale nelle sue canzoni (tra l’altro TUTTE strumentali)inserendo tutto ciò che la sua mostruosa tecnica gli permetteva (sweep picking leggendari e sventagliate di tapping da far impallidire Eddie Van Halen). Consiglio a tutti gli appassionati di chitarra i suoi Hot Licks e i suoi album più celebri come Mind’s Eye o Meltdown.